Nato come un’esclusiva per Nintendo Wii U, Lego City Undercover aveva riscosso un successo soddisfacente dalla critica, trattandosi di un titolo divertente da giocare, ad allora, sull’ultima console della software house nipponica. Son passati diversi anni, quest’oggi Lego City Undercover si libera dei vincoli di esclusività ed approda su PlayStation 4, Xbox One, PC e Nintendo Switch, pronto a conquistarsi un successo più ampio che gli è stato privato qualche anno fa a causa da quegli stessi vincoli. Si sa, i titoli targati Lego sono sempre molto divertenti e vivaci, strizzano sempre l’occhio alla parodia e si lasciano giocare dai videogiocatori di tutte l’età. Noi abbiamo avuto l’opportunità di poter analizzare da vicino la versione nuova per Xbox One, rimanendo abbastanza soddisfatti dal prodotto che ci siamo ritrovati tra le mani.

Vecchie Nemesi all’azione

La storia parte con il piede giusto, con una dose di comicità molto piacevole, visto che il nostro protagonista, Chase McCain, sarà il solito a fare battute o a ritrovarsi in situazioni abbastanza ambigue. La narrazione ruota attorno al protagonista sopracitato, che si ritroverà a Lego City, visto che il cattivo che catturò diversi anni fa, Rex Fury, è tornato in circolazione scappando dalla sua cella nella prigione di Albatross ed ora è pronto a ridare la caccia alla bellissima Natalia Kowalski, che ha causato diversi anni fa il suo arresto testimoniando contro di lui.

Avendo un criminale del calibro di Rex Fury in giro per Lego City, saremo costretti a prendere provvedimenti dai problemi causati dai suoi scagnozzi, ritrovandoci da un lato all’altro della città a porre fine a diverse scorribande. Uno degli aspetti più belli della storia di Lego City Undercover è la vena citazionistica, come possiamo benissimo vedere nelle fasi iniziali durante l’attracco, dove avremo la possibilità di vederne una dedicata a Titanic che vi strapperà senz’altro una risata abbastanza sonora.

titanic

Un free roaming a mattoncini

Il punto cardine della produzione sta nel suo gameplay in pieno stile open world, con la possibilità di poter esplorare una immensa metropoli costellata da tanti incarichi da portare a termine e oggetti da raccogliere. La possibilità di poter sbloccare nuovi personaggi, poter raccogliere i mattoncini speciali e sopratutto poter giocare in cooperativa, donano al titolo un valore immenso, una produzione che si differenzia dai canoni del mercato odierno. I caricamenti sono finalmente stati ridotti rispetto alla sua controparte per Wii U, su Xbox One il gioco gira perfettamente, le schermate di attesa durano solo una manciata di secondi per poi riportarci subito nel vivo dell’azione, altrettanto possiamo dire del framerate, molto più stabile e con qualche sporadico calo durante l’azione più concitata, nulla di così allarmante e che ci si può benissimo chiudere un occhio visto che non intacca in alcun modo l’esperienza di gioco.

All’interno della città potremo muoverci usufruendo dei vari veicoli, un po’ come accade nei free roaming di punta come Grand Theft Auto, ma il tutto ornato da un componimento tutto in Lego. Il nostro Chase McCain vanta di tantissimi travestimenti, a seconda di quale useremo lungo la nostra missione, avremo a disposizione un set di abilità diverse, che possono giovare in maniera positiva nello svolgere il nostro compito durante la storia. Le missioni della narrazione sono ben strutturate, avremo a che fare anche con situazioni molto più lineari e teleguidate, ma che non stonano nel contesto, anzi, ci permette così di esplorare delle zone che normalmente non sono disponibili durante il vagabondare a Lego City, inoltre, si lascia ben seguire e ogni missioni creerà una sorta di dipendenza grazie alle sue gag in pieno stile Lego.

lego-city

Quante ore per i collezionabili

Tra i collezionabili spiccano sicuramente i veicoli, visto che quelli della stazione di servizio vanno sbloccati adempiendo ad alcuni compiti come il recupero dei mattoncini colorati, che serviranno anche a creare e sbloccare delle stazioni di servizi dove poter far spawnare il nostro fidato veicolo da vero Poliziotto. Tutti questi elementi accessori alla storyline principale giovano a favore della longevità, visto che oltre le quindici ore della storia, queste andranno a condire il piatto per moltissime ore, dato che la maggior parte dei sbloccabili richiede un elevato numero di ore di gioco. Le sessioni di enigmi e indagini che presenta il gioco sono facilmente risolvibili, anche la difficoltà degli scontri è praticamente inesistente, ma nonostante tutto, il gioco punta su tutt’altro aspetto, rende il combattimento come un elemento secondario, presente ma non fondamentale. Le missioni storia si baseranno principalmente nella cattura dei criminali, ormai allo sbando dopo che Rex Fury è fuggito dal carcere. Nonostante tutto, le missioni sono molto piacevoli da giocare, in ogni missione usufruiremo appieno dei gadget come dei veri poliziotti.

Graficamente non siamo al cospetto dell’opera più minuziosa nei dettagli, ma fortunatamente l’engine usato riesce sempre a far la sua ottima figura davanti a questa generazione di console. Certo, magari un miglioramento a certe texture avrebbe giovato alla produzione, visto che la risoluzione più elevata rispetto a quella Wii U ha portato a galla diversi difetti marginali di entità grafica. Per quanto riguarda il comparto sonoro, siamo al cospetto di un ottimo doppiaggio italiano, che vede principalmente protagonista una delle voci più note nella scena del doppiaggio italiano, parliamo di Lorenzo Scattorin, che riesce a dare il giusto carisma alle battute di Chase McCain. Anche la colonna sonora è molto orecchiabile, nulla di memorabile, ma riesce comunque ad aiutare alla produzione a rendere il titolo ancora più piacevole da giocare. Gli effetti sonori sono vivi e tutti diversi tra loro, rendono l’ambiente che ci circonda attivo, dandoci l’impressione di star in mezzo ad una vera città ricca di dettagli e particolari.

lego-city-undercover-wii-u-wiiu-1355779029-042_jpg_960x540_crop_upscale_q85

Commento Finale

Finalmente Lego City Undercover è riuscito a riscuotere il suo successo in questa nuova edizione, spiccando con un comparto tecnico eccellente e rendendo la giocabilità a livelli alti. Le migliorie si vedono già fin dall’inizio, i cali di framerate sono pressoché assenti e diversi bug che affliggevano la produzione nella sua prima versione sono stati corretti, tutto ciò ha reso il gioco più accattivante e meno frustante. Come è solito fare un titolo targato Lego, l’umorismo è alla base del tutto, ogni battuta riuscirà a strapparvi un sorriso e sarà accompagnato da diverse parodie citazionistiche molto esilaranti. Se siete alla ricerca di un titolo che sappia divertirvi e distaccare dai soliti canoni che i giochi odierni c’hanno abituato, beh, sicuramente Lego City Undercover è la risposta, con tutti i suoi pregi saprà soddisfarvi a pieno.

LEGO City Undercover

LEGO City Undercover
8.2

Voto

8/10

    Pros

    • Storia molto accattivante e divertente
    • Piacevole da giocare in compagnia
    • Tanti collezionabili da raccogliere
    • Doppiaggio ed effetti sonori ricchi di particolari

    Cons

    • Qualche calo di framerate
    • Alcune texture potevano essere migliorate di più
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: