Di manga a tema sportivo se ne sente parlare sempre poco, anche se in questa categoria rientrano tante leggende come il buon Slam Dunk, ma possiamo anche citare il recente Kuroko No Basket che negli ultimi anni ha riscosso un successo non indifferente sia in madre patria, che tra i fan occidentali. Questa volta parliamo di pallavolo, a farlo è l’opera di Haruichi Furudate con il suo Haikyu – L’asso del Volley. Il manga presenta tantissimi spunti interessanti, oltre che proporre le tematiche classiche dei shonen per i più giovani. Ad assistere lo svolgersi delle vicende del manga, influisce sicuramente l’esperienza del mangaka, che in passato fu pure un allenatore di pallavolo. Comunque, non vogliamo anticiparvi niente con questa prefazione, vogliamo invitarvi a leggere il nostro resoconto di questo particolare manga che merita un opportunità da tutti i fan degli shonen.

Un ringraziamento speciale all’editore Edizioni Star Comics per averci fornito il volume per questo articolo.

haikyu coverTitolo: Haikyu – L’asso del Volleyball
Editore IT: Edizioni Star Comics
Autori:  Haruichi Furudate
Volumi: 19 (in corso)
Prezzo: 4,30€ (Cad.uno)

 

 

 

 

 

E’ vero, sono basso… ma comunque posso saltare!

La storia inizia con una scena molto particolare dove Hinata Shoyo, protagonista del manga, assiste in un maxi-schermo ad una partita di volleyball. Udendo il soprannome di uno dei giocatori “Il piccolo gigante”, si pone l’obiettivo di iniziare anche lui questo sport e di arrivare a conquistare quel soprannome che tanto lo ha affascinato. Dopo mesi di allenamento e di duri sforzi per formare una “squadra”, ma anche un “club” valido per poter partecipare alle competizioni con le altre scuole, arriva finalmente la prima partita ufficiale del team. Il loro primo turno non è di certo di quelli più fortunati, si troveranno a confrontarsi con una squadra che vanta uno dei giocatori con il soprannome “Re del Campo”, Tobio Kageyama è il suo nome, un ragazzo dall’aspetto tenebroso e molto irruento con i compagni.

Purtroppo la partita non va per il verso giusto, il nostro protagonista si troverà difronte a una versa e propria disfatta da parte degli avversari, ma nonostante ciò, si guadagna il rispetto di molti spettatori ed anche dal suo nemico all’insaputa, visto che nonostante la sua statura piccola, possiede un agilità estremamente incisiva per una partita di volleyball e che va a compensare la sua piccola statura. Con il carico di una sconfitta a bruciapelo, Shoyo decide di dedicare anima e corpo agli allenamenti, sfruttando qualunque tipo di squadra, che siano le mamme del campetto che la squadra femminile. Deciso di volersi vendicare contro Tobio Kageyama, il nostro protagonista si iscrive all’istituto di scuola superiore Karasuno, nel quale troverà un’amara sorpresa: il suo avversario sarà un suo compagno di squadra, dato che anche lui fa parte del medesimo istituto. Questo particolare duo creerà una nuova scena all’interno del volleyball, riuscendo a farsi quasi una notorietà piacevole per entrambi. Da qui partirà una serie di vicende che legheranno i due protagonisti in diverse peripezie.

h1

Volete veramente un motivo per non perdere?

Principalmente la storia di Haikyu mette in risalto una morale importante, ovvero, quello di superare i propri limiti fisici, senza mai arrendersi e cercare di dare il meglio per ottenere ciò che si vuole. Oltre questo, l’amicizia è il punto fulcro di tutta la vicenda, mettendo in risalto la fiducia che ogni membro deve riporre verso i suoi compagni di squadra. A nostro avviso, alcune vicende potrebbero essere anche dovute all’esperienza di Haruichi Furudate, visto il suo passato come allenatore. Nonostante tutto, la storia è piacevole da seguire ed un volume tira l’altro, evidente segnale di come un racconto semplice possa essere d’impatto per un lettore. Lo stile del disegno è molto particolare, si distacca molto da quelli più blasonati che già conosciamo, ma nonostante ciò si mantiene sulla media qualità, sebbene va fatto notare che in certi volumi si toccano dei picchi di dettagli molto alti, che però non vengono supportati per tutta l’opera.

h3

 

Edizione Italiana

L’edizione italiana è a cura di Edizioni Star Comics che dal 2014 lo sta pubblicando con cadenza regolare. La qualità del volume è ottima, facilmente trasportabile grazie alle sue dimensioni non troppo ingrombranti. E’ piacevole vedere che la costina di ogni singolo tankobon riporti uno dei personaggi del manga, andando a creare messi a fianco una sequenza molto bella da vedere sulla propria libreria. Per quanto riguarda la traduzione non abbiamo nulla di cui lamentarci, anzi è stato svolto un ottimo lavoro specialmente per i termini più complicati che vengono puntualmente chiariti con un appunto in basso alla tavolozza che stiamo leggendo.

h2

 

Commento Finale

Questi diciannove volumi – attualmente pubblicati in Italia e da noi appena analizzati – sono stati sicuramente interessanti e non vediamo l’ora di vedere come possa continuare la storia nei prossimi. Quello che Haikyu – L’asso del Volleyball propone è qualcosa di fresco e genuino, che andrebbe letto almeno una volta da tutti gli amanti degli Shonen ma sopratutto degli Spokon. Per noi è un’opera che va promossa fino ad ora, grazie alla sua storia interessante e mai noiosa, che si adatta a qualunque tipo di lettore. Consigliato assolutamente, la vostra libreria vi ringrazierà!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: