iTek nel corso degli anni si è sempre fatta riconoscere per la qualità dei suoi prodotti, specialmente per quanto concerne i case, partendo da quelli economici da ufficio, fino ad arrivare alle varie linee da gaming, senza dimenticare Taurus, dedicata alle sedie da Gaming e sistemi di raffreddamento. Siamo qui quest’oggi per recensire uno delle ultime uscite per quanto concerne i case da gaming, iTek Cosmic 19 porta con se stile e compattezza in questo mondo  competitivo, con un pannello in vetro temperato ed un sistema di illuminazione variabile con un suggestivo effetto a nido d’ape.

Lo abbiamo osservato, toccato con mano e testato in ogni sua parte per constatare la sua resistenza, facilità di montaggio e funzionalità, con un occhio molto critico data dall’esperienza di chi ha montato migliaia di Personal Computer nel corso degli anni, in modo da darvi la migliore analisi possibile, per chi magari proprio in questo momento sta cercando un suggestivo case per il suo nuovo computer ad alte prestazioni. Ecco a voi cosa ne pensiamo!

Cosmi 19 4

Una prima occhiata all’esterno

La prima cosa che salta all’occhio è la sua struttura molto differente da ciò a cui siamo stati abituati negli ultimi anni, un design pulito e di classe che vede l’assenza dello slot per il lettore, a favore di una ventola extra ed un pannello in vetro temperato decorato in modo tale da, dopo l’accensione, regalare uno splendido effetto a nido d’ape con l’illuminazione a led. Questa assenza porta fortunatamente una grandissima capienza al suo interno, come si può evincere dalle foto che abbiamo scattato al suo arrivo, permettendoci di inserire all’interno un qualsiasi tipo di scheda madre, oltre a schede video di lunghezza considerevole (per un massimo di 39cm), potendo anche inserirne più di una per sfruttare appieno il crossfire di ATI o lo SLI di NVIDIA.

Tornando al discorso stilistico, dato che del montaggio ce ne occuperemo in seguito, ci ha lasciati sicuramente a bocca aperta, per uno stile molto pulito e lineare, a tratti oseremo dire quasi elegante, tale da non sfigurare se posto in un arredamento all’avanguardia, grazie anche al pannello laterale trasparente con effetto opacizzato, in grado di regalare bellissime tinte di colore una volta acceso il computer.

Passando invece ai materiali con cui è realizzato, possiamo immediatamente constatare il suo essere massiccio, nonostante l’interno sia per lo più “vuoto”, con una struttura decisamente resistente al tatto, oltre ad avere un peso tutto sommato non eccessivo con i suoi 4.4kg di “scheletro”.

Andando invece ad analizzare quelle che sono le sue funzionalità, si può lodare la posizione nella parte superiore di tutto ciò che è relativo all’accensione e porte USB, di cui ne sono presenti ben tre (due USB2.0 e una USB3.0), per un trasferimento dati rapido ed efficace anche senza dover passare le quelle posteriori della nostre potenziale scheda madre. Inoltre vi sono anche i due classici Jack da 3.5mm per l’utilizzo di cuffie e microfono con flussi separati da quelli posteriori, data la loro posizione possiamo sempre essere sereni di non incocciarci durante le sessioni alla postazione, fattore decisamente negativo dei case che le hanno invece frontalmente.

Cosmi 19 5

Una grandissima capienza

Continuiamo ad analizzare la struttura in se del prodotto, andando questa volta a vedere nello specifico ciò che si nasconde all’interno, protetto dai due pannelli laterali. È stato sorprendente constatare quanto spazio abbiamo a disposizione per il nostro hardware e quanto l’assenza del blocco dedicato al lettore, oltre che all’ormai defunto floppy, potesse giovare alla costruzione di una macchina performante, visto le dimensioni delle schede madri rilevanti e delle schede video sempre più mastodontiche, senza obbligarci a tenere in casa torri enormi che tendono a rubare uno spazio decisamente considerevole alla nostra postazione.

Anche l’area relativa agli hard disk è stata ricollocata nella parte inferiore del case, in una struttura a parte accessibile dal pannello laterale sinistro, dove ne potremo inserire tre da 3.5’’ e due SSD da 2.5’’ per sfruttare al massimo ogni centimetro disponibile. Nella stessa area è inseribile l’alimentatore, che andrà di conseguenza a posizionarsi molto distante dalla scheda madre per ripararla dal calore generato, preferendo l’utilizzo di uno modulare, dato che alcuni dei modelli “comuni” potrebbero avere cavi insufficientemente lunghi a raggiungere tutte le aree a noi fondamentali per il corretto funzionamento della macchina.

Nella parte superiore invece notiamo lo spazio disponibile per un dissipatore a liquido anche di considerevole grandezza, potendo puntare al top di gamma disponibile sul mercato (per altezze massime di 15.5cm), oppure un set di due ventole extra per una misura massima di  12cm, per creare un circolo d’aria continuo, ideale per quando avremo bisogno di effettuare degli incrementi di prestazione.

NB: Nella parte superiore è presente una griglia magnetica, facilmente rimovibile per una accurata e semplice pulizia.

Cosmi 19 2

Si dia inizio al montaggio!

Strumenti alla mano abbiamo potuto constatare una grandissima comodità nel montaggio della nostra macchina di prova, dati gli spazi appena discussi, potendoci muovere in massima libertà e tranquillità, senza quella sensazione di scarsa mobilità presente in tanti case concorrenti. Ma l’aspetto che più ci è risaltato agli occhi è senza dubbio la centralina di alimentazione delle ventole; questa permette di gestire ben sei ventole contemporaneamente con una singolo cavo richiesto dall’alimentatore, un guadagno in termine di spazio e “tranquillità”, quest’ultima per un semplice motivo: chi ha avuto esperienza nei montaggi di computer performanti, dove il numero di ventole richieste era elevato ed i cavi dell’alimentatore presente non sempre bastava a gestirle tutte, si doveva ricorrere ad escamotage, alterandone la struttura base, mediante collegamenti in parallelo ecc; qui questo non è richiesto, togliendoci un gravoso pensiero.

Questa oltretutto ha anche un’altra funzione di cui parleremo nel dettaglio tra poco; ritornando invece al discorso montaggio, abbiamo già più volte citato lo spazio presente, oltre alla disposizione alternativa di alimentatore e hard disk, consentendoci un montaggio pulito ed ordinato più confortevole rispetto ad altri case, sfruttando ogni foro del telaio per creare meno ingombro possibile, rendendo oltretutto più semplice un’eventuale manutenzione futura. Quindi ci teniamo personalmente ad elogiare il lavoro effettuato da iTek nella sua realizzazione, oltre che regalare al consumatore finale un prodotto bello da vedere, è stata semplificata la vita anche a coloro che devono lavorare per installare in ogni suo dettaglio il computer, il che è ammirevole.

Cosmi 19 3

Un gioco di luci strabiliante

L’area degli “smanettoni” o semplicemente di chi apprezza i colori vivaci, il Cosmic 19 riesce nell’intento di colpire il consumatore in ogni suo aspetto, in primis per la sua illuminazione, che ha dalla sua una feature fenomenale: la possibilità, mediante la centralista discussa precedentemente ed un telecomandino, di cambiare a nostro piacimento l’illuminazione delle ventole frontali, passando per un’ambia gamma di colori, oppure l’utilizzo di animazioni. Questo è un fattore quasi determinante già da se per l’acquisto, visto che solitamente ci ritroviamo a spendere moneta sonante per poter scegliere un colore a discapito di un altro, avendolo però di conseguenza fisso. Mentre con Cosmic 19 possiamo cambiare in qualsiasi momento quello attivo, a seconda di quello che ci ispira la giornata, o semplicemente usando il nostro preferito; proprio tutto questo possibilità rende il prodotto decisamente interessante.

Oltretutto possiamo decidere anche di spegnere o variare la luminosità, qualora non ne sentiamo la necessità o ci arreca fastidio per determinate ragioni, insomma le possibilità sono elevatissime e potete saggiarle dal video soprastante, girato da noi per mostrarvi le interazioni disponibili, l’effetto è veramente straordinario.

In conclusione

Abbiamo parlato a fondo di questo iTek Cosmic 19, mettendo in campo ciò che è la nostra esperienza pregressa in ambito informatico, con la voglia di vedere cosa iTek è stata in grado di produrre con questo nuovo modello e possiamo dire di essere rimasti decisamente soddisfatti. Come avete potuto leggere nel corso dell’analisi, le possibilità di personalizzazione nell’illuminazione sono elevatissime e già solo il fatto di poter scegliere noi in prima persona è un enorme punto a favore di questo prodotto, in grado di rendere unico il nostro case a confronto di tutti gli altri, senza l’installazione di accessori estranei. Inoltre anche il grandissimo spazio a disposizione permette di sbizzarrirci, senza limitarci nella fantasia o nelle occasione che ci si parano davanti, specialmente se stiamo costruendo un computer altamente performante per l’occasione, potendoci inserire un qualsiasi tipo di scheda video ed un sistema di raffreddamento a liquido professionale senza problemi di spazio, visto il sacrificio del vano lettore/masterizzatore. Una mancanza che può essere ovviata tranquillamente da dispositivi esterni oppure chiavette USB al momento dell’installazione del sistema operativo; per cui nulla di eccessivamente deficitante, dato che il punto più importante quando si compra un case di questo genere è lo spazio interno, per alloggiare la migliore scheda madre possibile e non solo.

A tutto questo ci uniamo un ottimo materiale di realizzazione e semplicità di montaggio, potendo fare tutto a regola d’arte con il massimo ordine e pulizia, senza doverci strappare i capelli per eseguirlo. Proprio per questo e tanto altro, come il prezzo contenuto visto la qualità proposta, consigliamo caldamente l’acquisto a tutti quelli interessati in un nuovo “corpo” per la loro macchina performante, oltre che agli smanettoni e fissati per l’illuminazione, vi darà pane per i vostri denti, rendendovi decisamente soddisfatti!

iTek Cosmic 19
Ampi spaziIlluminazione variabile e personalizzabileGustoso da montaremateriali di realizzazione che rendono il case compatto e resistenteDesign accattivante e bello da vedere
Nessun alloggiamento per il lettore/masterizzatore Ideale per gli alimentatori modulari, data la composizione interna del case, rendendo difficile l’utilizzo di alcuni alimentatori standard
9Voto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: