Eccoci quà con la mia personale lista di titoli giocati che ho preferito in questo lungo 2015; ovviamente la classifica è puramente soggettiva per darvi un mio punto di vista su tante release dell’anno trascorso e non solo, infatti potranno essere presenti pure titoli più vecchiotti. Spero che questo piccolo articolo di fine anno vi possa piacere ed eccovila mia personale Top 10!

 

Dark-Souls-2-Scholar-of-the-First-Sin-ps4-box-art

10 – Dark Souls II: Scholar of the First Sin

Apriamo questa lunga scalata verso la vetta con la versione Next-Gen di Dark Souls 2. In questa la presenza dei DLC garantisce tante ore di gioco aggiuntive, rappresentando in fin dei conti un vero e proprio valore aggiunto, accompagnato ovviamente da un gameplay solidissimo e divertente, ma non risolvendo i problemi che affliggevano il titolo sin dalla sua prima release. Titolo consigliatissimo per ogni amante dei Souls e degli action RPG in generale.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

ps4-order-1886-game-sony-playstation-4-gamehypermart-1502-04-gamehypermart@49 – The Order: 1886

Ed ora parliamo di un titolo che ha avuto tantissime discussioni, sia dalla critica che dai videogiocatori, rimanendo ad oggi fonte di discrepanze tra due correnti totalmente opposte: gran titolo oppure flop totale? Dal mio punto di vista posso affermare che è stato un ottimo titolo, certo con tantissimi problemi, ma con la voglia di proporre qualcosa d’interessante accollandosi un quantitativo di rischi enorme, a partire dal gameplay ricco di cinematic, con fasi di shooting discrete e con una durata di gioco molto esigua. L’altra faccia della medaglia però è rappresentato da una trama di alto livello raccontata degnamente ed aiutata tantissimo dalle cinematic presenti, facendomi venire voglia di scoprire come continuerà la storia dei cavalieri e nello specifico di Sir Galahad.

 

 

 

 

 

 

cover_large8 – Child of Light

L’avventura di Aurora ha del poetico, con uno stile grafico invidiabile che ti tiene anche da sola incollato allo schermo, per poter ammirare un design ispirato e meraviglioso. Il tutto accompagnato da un ottimo gameplay a turni; ovviamente come sempre nulla è perfetto, ma questa piccola perla riesce ad incollare il giocatore per ore fino al termine dell’avventura, anche se personalmente una volta terminato l’ho accantonato non ritenendolo particolarmente rigiocabile.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

zappa_yrgh.19207 – Shovel Knight

Armati di pala contro il male! Shovel Knight è un indie spettacolare, impegnativo e complesso con una rigiocabilità pressochè infinita. Molto Souls-Like spinge il giocatore ad impegnarsi al massimo per superare ogni singola frazione di gioco, anche a costo di morire più e più volte ripetutamente, facendomi a dire il vero spesso sclerare, ma ne vale abbondantemente la pena!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

cover.guns-gore-and-cannoli.720x1080.2015-05-01.556 – Guns, Gore & Cannoli

Una vera e propria sorpresa personale, come avete potuto leggere pure sul portale, è stato uno dei titoli che più mi ha divertito in questo anno solare; un mix unico di ironia e storia di mafia, con personaggi carismatici ed un gameplay tanto semplice, quanto efficacie. Aggiungo anche la sua immensa rigiocabilità, data la campagna non troppo lunga ed il divertimento dato dal rigiocare più volte una stessa missione, peccato soltanto per la mancanza del multiplayer online, altrimenti sarebbe stato probabilmente tra i primi 3.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Rocket-League5 – Rocket League

Questo titolo lo aspettavo da tanti mesi, sin dal primo trailer mi emozionavo solo all’idea di spararmi in mille peripezie con la mia macchinina per fare gol, così è stato in fin dei conti al suo rilascio e tutt’ora.

Un gioco che diverte sempre, possono passare anche i mesi, ma ogni singola partita regala un divertimento unico soprattutto se giocato con amici, se vi piace l’idea di giocare a “calcio” con delle macchinine, giocatelo assolutamente! Da aggiungere poi il fatto che viene costantemente aggiornato con nuovi contenuti e modalità uniche (come Air Hokey, modificatori di peso e forma ecc).

 

 

 

 

 

 

red__transistor_by_neonoir-d7ykl4m4 – Transistor

Ci stiamo avvicinando alla vetta e parliamo ora di questa piccola perla videoludica; dal design ispirato, una trama emozionante in ogni sua piccola parte ed un gameplay complesso e ricco di particolari, tutto di Transistor è fenomenale, non mi sento di dargli particolari demeriti visto che riesce alla fine dei conti a rimanerti nel cuore per quello che è in grado di regalarti. Ancora oggi al pensiero del finale, con la sua incredibile soundtrack, riesce ad emozionarmi facendomi venire voglia di rigiocarlo al primo momento libero, nessun giocatore può mancare l’appuntamento con questa perla, veramente nessuno.

 

 

 

 

 

 

 

 

91kFsARgyvL._SX385_3 – Dragon Quest Heroes: L’albero della Vita e le Radici del Male

Al gradino più basso del podio c’è questo Musou, non conoscevo molto del titolo a dire il vero prima di giocarlo e non ho mai giocato nessun titolo della saga di Dragon Quest, ma la sua qualità di realizzazione è indiscutibile, forse uno dei migliori titoli del genere che abbia mai giocato in vita mia. Ricco di particolari, come la componente RPG che regala ore di gioco extra ed una personalizzazione del team ottimale, una storia non eccezionale, ma gradevole ed un gameplay ben curato che non porta noia. L’unico demerito è riferito alla tipologia di missioni un po’ ripetitivo e poco vario, ma alla fine non fa demeritare un prodotto veramente spettacolare.

 

 

 

 

 

 

ps4-bloodborne_12 – Bloodborne

Credo che ci sia ben poco da dire di questo titolo, una delle prime bombe in esclusiva Playstation 4, riesce nell’impresa d’essere una delle pietre miliari di questa generazione, con un gameplay solido e ben realizzato, un level design spettacolare dove l’ambientazione tetra e gotica regalano grandi emozioni e la classica anima dei Souls per quanto riguarda la Lore di un mondo veramente pazzesca. Peccato però per la pochezza dei contenuti della prima release, veramente poche armi e non tantissimi boss da affrontare, anche se il DLC uscito da poco “The Old Hunters” riesce in parte a compensare questo, grazie a nuovi boss e soprattutto ad un numero di armi nuove impressionante (riuscendo a raddoppiare il numero totale di quelle presenti nel titolo).

 

 

 

 

 

 

668_big1 – Valiant Hearts: The Great War

E’ questo il titolo che in assoluto rimane nel mio cuore come la migliore esperienza del mio 2015, certo è stata una scelta ardua e tantissimi titoli di livello non ho avuto ancora modo di giocarli (su tutti The Witcher 3 e Shadow of Mordor che altrimenti avrebbero molto probabilmente trovato posto in questa classifica), ma Valiant Hearts: The Great War è semplicemente magia, è poesia, è ogni cosa che possa generare in noi emozioni uniche, emozioni dure e forti che solo una storia di guerra raccontata meravigliosamente può portare. Un titolo molto semplice nella sua struttura, con un gameplay minimale ed un design ben dettagliato, ma tutto sommato non eccezionale; questo però è il caso in cui tutta la narrazione e la colonna sonora possono prendere un titolo buono e renderlo meraviglioso, a volte è difficile pure trovare le parole per descriverlo, le uniche che forse che mi vengono in mente sono queste: Emozione unica.

 

 

 

 

 

E con questo la mia personale Top Ten giunge al termine, spero abbiate gradito questo piccolo articolo e idea, colgo l’occasione per augurarvi buone feste ed un buon anno nuovo, sperando di crescere sempre più per regalare un numero di contenuti sempre maggiore, anche perchè il 2016 videoludico sarà veramente qualcosa di eccezionale. Stay Tuned!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: