Come avevamo annunciato ieri attraverso i nostri canali social, ecco le nostre prime impressioni su The Legend of Heroes: Trails of Cold Steel in previsione della recensione finale del gioco. Per chi non conoscesse The Legend of Heroes, è una serie di videogiochi creata e sviluppata da Nihon Falcom Corporation, il tutto partito con Dragon Slayer, il gioco appartiene al genere di giochi di ruolo giapponese. Non perdiamoci in futili chiacchiere e passiamo subito alle nostre impressioni a caldo su Cold Steel.

La storia ci lancia fin da subito in un conflitto innescato nella capitale, dove i nostri eroi si ritroveranno coinvolti – non si sa per quale motivo, o meglio, non viene specificato -. Avanzando nel conflitto, scopriremo che si tratta di una scena di cinque mesi dopo gli avvenimenti iniziali del gioco, e infatti faremo un retrofront di ben cinque mesi per capire al meglio tutta la vicenda. Impersoneremo Rean Schwarzer, un ragazzo che proviene da una cittadina di campagna il quale – come tutti gli altri – vuole addestrarsi nell’accademia per diventare un gran guerriero e trovare il suo posto nel mondo. Dalle prime battute di gioco, possiamo capire che si tratta di un ragazzo dotato di un gran cuore, gentile e con un animo nobile, il quale è fondamentale per il gruppo che si verrà a creare all’interno del gioco. Gli altri membri del Party sono abbastanza unici nel loro genere, visto che a differenziarli non ci sarà solo la cultura o l’appartenenza a una famiglia, che sia nobile o meno, ma anche al tipo di stile di combattimento, per esempio, Eliot e Rean sono completamente opposti nello stile di combattimento, ma se messi insieme possono formare una gran potenza combattiva.

The legend of heroes

Il primo Dungeon che affronteremo sarà quello del test che ci verrà proposto dalla nostra insegnante Sarah Valestine, la quale senza esitazioni ci imporrà di eseguire i suoi ordini e adempiere al compito di completare il dungeon. Sarà proprio qui dove ci verranno introdotte le basi del gioco, e anche dove scopriremo un sistema chiamato ARCUS il quale ci permette di usufruire tramite apposite gemme di immensi poteri, come magie letali e magie curative. Il sistema Arcus ricorda moltissimo il sistema di Materie presente in Final Fantasy VII, e chissà, magari si sono proprio ispirati a quello i ragazzi di Nihon Falcom Corporation. Il sistema di battaglie è molto semplice, avremo un apposito menù circolare il quale ci permetterà di scegliere con cognizione di causa la mossa da eseguire, visto che saremo anche guidati nei turni grazie all’apposita Hud di sinistra, il quale segna in quali turni toccherà scegliere a noi e quando toccherà attaccare ai nemici. Le battaglie risultano molto divertenti, specialmente contro quei nemici dove bisogna trovare il punto debole, visto che molte volte si incapperà in nemici quasi immortali a certi attacchi, e quindi sarà richiesto di studiare una strategia ben precisa se non si vuole finire al tappeto in un paio di turni. All’interno del Dungeon capiterà più volte di trovare luoghi che ricordano per certi versi la serie Tales of, e tutto ciò è una cosa positiva, visto che gli ambienti sono molto ispirati e molto ben curati. Per quanto riguarda gli ambienti esterni, non possiamo lamentarci, vi è una varietà di luoghi che richiederanno ore e ore di esplorazione. Una volta che avremo finito il prologo, saremo catapultati finalmente nella vita scolastica, e con essa arriveranno diversi compiti da adempire. L’Accademia è davvero immensa, e vi sono come accade in luoghi simili in Giappone, tantissimi club dove unirsi e o semplicemente socializzare. Per quanto riguarda il doppiaggio, possiamo dire che è stato fatto un ottimo lavoro, ogni personaggio è ornato da una voce che sta a pennello, specialmente per quanto riguarda il nostro personaggio. Per quanto riguarda la Soundtrack, finora per quel che siamo riusciti ad ascoltare, siamo rimasti molto sbalorditi, musica molto piena di passione che si adatta perfettamente a ogni situazione.

gfs_373890_1_12

Al momento possiamo affermare che il titolo sta riuscendo a soddisfare tutte le nostre aspettative, e speriamo che non ci deluda durante lo sviluppo di questa promettente narrazione. Inoltre, il titolo dispone di una componente di gioco molto divertente e fluida, il quale riesce a coinvolgere a pieno il videogiocatore. Non ci resta che darvi appuntamento alla recensione completa del gioco per sapere quale sarà il nostro giudizio finale di questa promettente produzione.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: