Per tutti i fan degli MMORPG, Black Desert Online è sempre stato uno dei titoli più attesi, con tanti proclami, foto e video continuamente rilasciati sulla rete ed in questi giorni abbiamo avuto anche noi la fortuna di provare la sua beta russa. Tutta quest’attesa sarà stata ripagata?

Tempo di creazione

Partiamo subito con una delle cose più attese, ossia la creazione del nostro personaggio e possiamo dire sin da ora che è enormemente curata. Raramente abbiamo potuto constatare una personalizzazione così dettagliata, infatti oltre alla scelta delle classi ,di cui parleremo successivamente, potremo modificare i seguenti settaggi: la voce, dettagli facciali in ogni loro parte, ogni singola porzione del fisico, personalizzazione completa dei capelli e della barba (come la lunghezza di essi ed altro ancora), la forma e colore degli occhi (con la possibilità di scegliere un iride con forma particolare). Una piccola porzione delle microtransazione appare proprio qui; durante la creazione parecchi dettagli (capelli, tipo di occhi ecc) sono disponibili solo a pagamento, per avere una maggiore personalizzazione, se queste forme di pagamento rimarranno solamente per il lato estetico non potremo che esserne sicuramente contenti.

Manca la possibilità di scegliere il sesso, dato che ogni singola classe nella beta ha un personaggio maschile o femminile di partenza; la nostra speranza è che nel gioco finale potremo avere libertà di scelta, ma ora è il momento di parlare delle classi presenti in questo attesissimo titolo.

Le classi totali disponibili sono ben nove: Kunoichi (personaggio agile e veloce, molto simile ad un assassino), Tamer (maestro e domatore di bestie), Wizard, Blader (spadaccino samurai dotato anche di arco), Sorcerer (mix tra poteri magici oscuri ed attacchi corpo a corpo), Giant (classico bestione da combattimento dalla grande resistenza e potenza), Warrior, Ranger (personaggio specializzato negli attacchi a distanza), Valkyrie (guerriera con scudo e spada dotata abilità curative); come si può notare a disposizione vi è una grandissima varietà e differenziazione, con la divertimento assicurato utilizzando ognuna di esse.

2016-01-19_326629884

Black Spirit Everywhere

Terminata la creazione del personaggio, probabilmente dopo parecchi minuti dall’avvio del gioco, ci ritroveremo abbattuti da una strana ombra nera mentre gironzolavamo a cavallo; esso si rivelerà essere uno spirito oscuro pronto ad iniziarci alle meccaniche di gioco base e ad assegnarci le nostre primissime quest.

Sin dai nostri primissimi passi in questo mondo, rimarremo subito esterrefatti dal livello grafico circostante, ogni dettaglio (escluso ovviamente qualche pop up comprensibile) è estremamente curato, distruggendo quasi ogni altro MMO in termini di paragone puramente grafico (relativamente alla categoria dei Free-To-Play); con effetti di luce sorprendenti, texture dettagliate ed una richiesta grafica non troppo esosa, dato che con la mia GTX760 ed un Intel core-i7 riesce a girare in risoluzione 1920×1080 con tutto al massimo.

Anche il primo villaggio in cui incappiamo risulta essere quasi sorprendente, ricco di vita e cura per i particolari, con tantissimi NPC dalla singolare personalità; ognuno dei quali con un qualcosa da raccontare e tanto da offrire, come venditori di materiali da crafting (erbe, alimenti ed altro ancora), fabbri e depositi oggetti. È inoltre possibile acquistare degli appartamenti da adibire a magazzino (incrementando il numero di slot per immagazzinare la merce), locale per i lavoratori ed infine come appartamento personale, con la possibilità di personalizzarlo a proprio piacimento.

03

Pad o tastiera?

Siamo di fronte ad un titolo fruibile con qualsiasi periferica disponibile, questo grazie alla miriade di comandi rapidi dati ad ogni abilità rendendo secondario l’utilizzo esclusivo dei classici tasti numerici; l’utilizzo di questi comandi su tastiera (come per esempio indietro + barra spaziatrice) conferisce un aspetto più action rispetto alla concorrenza, facendo divertire il giocatore ad ogni scontro.

Questa è resa al meglio grazie alla presenza di animazioni fluide e precise, dando quasi l’idea di trovarsi davanti ad un altro genere video ludico, senza la pressante ombra del frame rate instabile; un altro punto positivo del gameplay è senza dubbio la possibilità di camminare automaticamente verso l’obiettivo impostato, ma al contrario di quanto visto altrove, il personaggio non si limiterà a correre dritto incocciando contro gli ostacoli, ma percorrerà un sentiero preciso fino alla destinazione evitando di bloccarsi in un qualsiasi oggetto, oltre alla possibilità, qualora non si utilizzasse questa funzione, di saltare muretti o recinti con la pressione della barra spaziatrice mediante un’apprezzabile animazione.

01

Tecnicamente impressionante

Si è parlato molto del comparto grafico che abbiamo di fronte, ma è giusto ribadire quanto questo sia qualitativamente elevamento, dai personaggi alle animazioni, con effetti particellari spettacolari ed un’ambientazione (da quello che si è potuto intravedere in qualche ora di gioco) ispirata e piena di vita. A tutto questo si aggiunge pure un ottimo comparto sonoro, con musiche di sottofondo ottime ed un doppiaggio, per quanto sia in lingua russa nella beta, molto credibile e realizzato con cura, particolare che non sempre ci si aspetta.

04

Un ottimo primo impatto

Di Black Desert Online manca ancora molto da provare, dalle Gilde e le relative guerre, le meccaniche una volta arrivati al livello massimo ed eventuali raid o dungeon, ma obiettivamente siamo davanti ad una beta e quindi è molto presto per dare un giudizio completo, serviranno sicuramente centinaia d’ore per potersi godere ogni singolo aspetto di questo mastodontico MMO. Dopo averlo provato possiamo solo che attendere il suo rilascio finale con trepidante attesa, poiché finalmente avremo tra le mani un Free-to-Play di livello indiscusso, in grado potenzialmente di surclassare i suoi concorrenti, ma per esserne certi tocca attendere ancora un po’.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: