E’ inutile nasconderlo, all’interno degli studi di Idea Factory e Compile Heart vi sono tantissimi talenti che hanno dato vita quel che è oggi quella piccola pietra miliare chiamata Hyperdimension Neptunia. Il nostro Megadimensione Neptunia VII appartiene a quel gruppo di gioco di ruolo giapponesi che non molti conoscono, ma che nonostante ciò, offre una mole di contenuti di qualità veramente molto alta e di vario tipo. Come ben sapete, all’interno di Hyperdimension vi sono quattro divinità, le quali proteggono quattro luoghi del mondo, e quest’ultime sono considerate come se fossero le console odierne, infatti anche i colori richiamano per certi versi le varie fazioni, che sia di Sony che di Microsoft, sarà facile individuare di quale si tratta. Ovviamente, trattandosi di un esclusiva PlayStation, quale potevamo controllare? Ovviamente Neptune, quella che dovrebbe rappresentare il tutto per tutto la console di punta del colosso giapponese. Partendo per questo viaggio, verremo risucchiati da una realtà alternativa, piena di insidie e combattimenti, riusciremo a sopravvivere e uscirni vittoriosi e soddisfatti?

La Zero Dimension!
Il gioco ci immette subito in una catastrofe, ovvero, il mondo è giunto alla fase del CPU Shift Period, ovvero il cambio totale delle Divinità, quindi la nostra Neptune insieme alle altre dovranno lasciare il posto a qualcun’altro, e liberarsi dal peso di essere una divinità che governa un regno. Nonostante il momento serio che affligge il regno, Purple Heart scomparirà, e noi finiremo in una realtà diversa chiamata Zero Dimension, abbandonando così le terre di Hyperdimension. Il risucchio in una realtà alternativa è dovuta alla noncuranza di Neptune, la quale per strada ha trovato una strana console malandata e l’ha fatta riparare alla – povera – sorella minore, esperta nel campo. Una volta riparata, quest’ultima emetterà degli strani rumori, come se fossero dei fruscii, ma una volta schiariti i rumori, ci accorgeremo che non è altro che una richiesta di aiuto da parte di qualcuno. Senza neanche avere il tempo di riflettere su quel che è successo, Neptune e la sorella verranno risucchiate dalla console, la quale li porterà in una spirale per poi condurli all’interno del mondo inesplorato chiamato Zero Dimension. Il nuovo luogo, è una landa devastata per un qualche motivo, nel quale non è presente neanche una minima traccia di vita, trovandosi così gli unici esseri consezienti presenti in quelle terre martoriate. Durante il nostro girovagare nelle terre di Zero Dimension, incontreremo Uzume Tennouboshi, la quale sembra una normalissima ragazza umana che apparentemente si trova lì per un qualche strano motivo. Indagando e cercando indizi, capiremo che anche Uzume Tennoubosh rappresenta una delle console, ovvero il Dreamcast. Sempre grazie a lei, scopriremo che il mondo è dominato da quattro Dark CPU, dove tra queste vi saranno tutte quelle del regno di Hyperdimension in versione molto più oscura e potente, che vogliono portare il mondo a una fine certa. A porre fine a questo brutto avvenimento toccherà a noi, insieme all’aiuto dei nostri amici. Come ben sapete il gioco è diviso in cutscene, dialoghi e dialoghi in versione di visual novel, anche se quest’ultime sono quelli più presenti all’interno del gioco. Ogni volta che finiremo un capitolo, avremo un commento delle nostre eroine le quali imitano i post episodi degli anime e i riassunti prima dell’inizio di un nuovo e travagliato capitolo.

4scr

Attacca fino a non passare alla Next-Form
Per chi ha giocato i precedenti capitoli della saga, saprà che la combinazione delle combo è il punto fondamentale per poter proseguire negli scontri, specialmente in quelli più ostici e complicati. Sostanzialmente, Megadimension Neptunia VII fa carico di quello che ha imparato in tutti i capitoli precedenti e dei miglioramenti subiti da quest’ultimi, perfezionando una volta per tutte quella formula grezza di fondo e donando così il miglior sistema di battaglia che potevano donare quelli di Compile Heart. Durante la battaglia avremo a disposizione una nuova modalità di trasformazione, chiamata Next Form, le quali torneranno utili contro le Giant Battle – in pratica gli scontri contro le Dark CPU accennato giusto qualche rigo sopra -. Le battaglie contro le Dark CPU sono veramente ben curate, specialmente sulla mobilità, trattandosi di un nemico dalla grandezza pari a quella di un titano di Shingeki No Kyojin, avremo la possibilità di accerchiarlo e colpirlo da più punti diversi sfruttando tutto quello che abbiamo imparato durante il nostro viaggio nel Zero Dimension. Gli scontri richiederanno una calma costante, visto che al minimo errore vi è la possibilità di finire al tappeto e derisi dall’imponente nemico oscuro.

Megadimension Neptunia VII_20151110143937

Grafica degna della dea delle cpu
Altro punto a favore di quel che è Megadimension Neptunia VII, è sicuramente il comparto artistico e grafico, il quale è stato migliorato in maniera veramente molto eccelsa rispetto ai capitoli precedenti, i quali già davano un risultato abbastanza soddisfacente. La grafica degli ambienti è finalmente stata resa molto buona, e i modelli poligonali delle protagoniste sono degne di essere fruibili su una console Next-Gen, visto che sono curate in ogni minimo particolare, donando così un aspetto molto Animoso. Anche gli Artwork di gioco non sono veramente male, specialmente per il nuovo look delle protagoniste – dovuta anche all’aumento di età di quest’ultime -, donando così un senso di famigliarità e nostalgia.

1img

 

Commento Finale
In conclusione, possiamo dire che Megadimension Neptunia VII è un titolo che bisogna acquistare assolutamente se si è fan di questa saga o si cerca un gioco di ruolo giapponese fatto come si deve. Il titolo offre delle migliorie oltre da quel che avevamo previsto, e appunto per questo, ci sentiamo in dovere di premiare una produzione del genere con un buon voto. Oltre tutto, il gioco offre tantissime ore di divertimento, tantissimi compiti secondari e tantissime cose da scoprire con l’avanzamento del gioco, oltre che una storia creata e studiata come si deve. Per concludere, l’acquisto di Megadimension Neptunia VII è quasi obbligatorio per chi possiede una PlayStation 4.

Megadimension Neptunia VII

Megadimension Neptunia VII
9.5

Voto

9.5 /10

Pros

  • Storia avvincente
  • Tantissime novità sul Combat System
  • Diverse migliorie
  • Comparto grafico eccellente

Cons

  • Qualche bug sparso per il gioco
  • Alle volte i framerate sono ballerini
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: