Partiamo dal presupposto che questo è un titolo che aspettavamo da molto – forse moltissimo – tempo, nel senso, sappiamo che era disponibile su old gen, ma la versione next-gen ci provocava molto acqualina in bocca e quindi, bando alle ciance ci siamo fiondati subito sulla versione nuova di The Witch and the Hundred Knights. Il titolo è disponibile da qualche giorno nel PlayStation Store, offrendo così a tutti la possibilità di poter giocare questo piccolo gioellino dell’era PlayStation 3. Sostanzialmente il cambio più di nota è quello dei 1080p e i 60 frame per secondo.

Nel gioco impersoneremo il piccolo – ma forte – Hundred Knight, che dovrà ripulire l’intere paludi per la strega Metallia, e farsi spazio tra i nemici più cruenti. Il nostro principale obiettivo è quello di liberare l’oscura palude dai nemici, distruggendo i nemici più forti e riuscire così a far avanzare Metallia, che inoltre, quest’ultima è finalmente controllabile nella versione Revival Edition. The Witch and the Hundred Knight è uno di quei giochi che parte con la prima marcia ma che poi va a ingranare rapidamente con la quinta di marcia, visto che inizialmente vengono proposte delle meccaniche molto semplice e sfoglie, quasi da un semplice titolo il cui scopo è quello solo di essere completato, ma fortunatamente non è così, visto che una volta raggiunta una fase avanzata all’interno del gioco, verranno introdotte diverse meccaniche non del tutto facile da comprendere, visto che per certi versi risulteranno complicate, visto che vengono propinate in maniera rozza e improvvisa al giocatore che si era abituato alle meccaniche semplici dell’inizio. Il Gameplay ricorda per molti versi dei titoli hack ‘n slash visti dall’alto, con la possibilità di equipaggiare le armi e combinare diverse combo in base a quale tipo di arma stiamo equipaggiando, in modo da infliggere attacchi critici e non al nemico di turno. Certe volte bisogna giocare in maniera tattica, dato che abbiamo un limite di azioni da fare, visto che quando veniamo invocati avremo un indicatore chiamato GigaCalorie, che se viene esaurito ci troveremo nei guai. I boss sono molto ostici, e certe volte non è sempre chiaro sul come approcciarsi su questi, visto che le azioni che compieremo saranno importanti e andranno scelte con cura se non si vuole finire in un batter d’occhio al game over.

[α]魔女と百騎兵 Revival_20150326203920
Poteva un gioco del genere non avere un ottima Ost? Ovvio che no, il titolo propone una gran componente audio, accompagnata da un ottima componente trama, anche se quest’ultima risulti per certi versi pesante, visto che vi saranno fasi dove i dialoghi saranno infiniti, e con dialoghi abbastanza stupidi che potevano essere ben evitati. Nonostante ciò, avremo la possibilità di saltarli, anche se si perderà gran parte delle caratterizzazione dei personaggi, visto che all’interno dell’azione vi saranno poche informazioni su quest’ultimi. Certe volte le missioni tendono a ripetersi, costringendoci a fare il “killer seriale” uccidendo serie di nemici continue, oppure a muoverci continuamente in una mappa facendo avanti e indietro. Al livello di difficoltà siamo su valori medi, visto che l’unica difficoltà che ci pone il gioco è quella dei boss e dell’uso delle nostre azioni, e forse anche quello degli item, visto che quest’ultimi nonostante si possono reperire all’interno del gioco, potranno essere utilizzati dopo aver finito lo stage dove abbiamo trovato quest’ultimi.

[α]魔女と百騎兵 Revival_20150326022809

Il titolo per certi versi è ancora ottimo e riesce a introdurre delle meccaniche non per nulla brutte, anzi, per certi versi le meccaniche che propone sono molto divertenti e dinamiche e riescono a intrattenere per diverse ore. Purtroppo l’alta mole di dialoghi infastidisce non poco e rallenta ulteriormente l’azione di gioco e il proseguire della narrazione principale, dato che il buon sessanta percento dei dialoghi è costituita da gag inutili o dialoghi completamente senza senso e non fini alla storia principale, che se skippati non gravano per nulla sulla comprensione della missione o della storia. Nonostante ciò, il titolo diverte ed è valido, di certo non è un videogioco adatto a tutti, ma per noi è comunque promosso!

The Witch and the Hundred Knights: Revival Edition

The Witch and the Hundred Knights: Revival Edition
7.5

Voto

7.5 /10

Pros

  • Gameplay divertente
  • Sistema di gioco efficace
  • Trama buona ma..

Cons

  • che si perde in dialoghi futili
  • Missioni ripetitive
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: