Sonic Boom: Fuoco e Ghiaccio è il secondo titolo per 3DS dedicato allo spin-off della saga principale del nostro amato porcospino blu; più precisamente, il secondo capitolo ispirato alla serie animata chiamata appunto Sonic Boom.

Il titolo precedente: Frammenti di Cristallo, è risultato purtroppo, un flop sia di critica che di vendite, e la maggior parte delle critiche erano rivolte all’eccessiva lentezza del gioco, che proponeva un gameplay più esplorativo, piuttosto che la tipica velocità di Sonic.

Questa volta Sanzaru Games games ci riprova, sarà riuscita nell’intento di risollevare il nome di questa storica saga? Scopritelo con noi!

PRESENTAZIONE DEL GIOCO

Sonic Boom: Fuoco e Ghiaccio è un platform semplice e immediato, che come tutti i giochi di Sonic non cerca meccaniche troppo complesse, ma punta sul puro divertimento e sull’adrenalina data dalla velocità del gioco.

Appena avviato il gioco, il primo filmato ci introduce a quella che sarà poi tutta la trama del gioco, paragonabile a una qualsiasi altra puntata della serie animata; quindi nulla di originale. L’ormai storico e unico vero villian di Sonic, Dr Eggman, si sta impossessando di un minerale chiamato “magnite”, con il quale sta alimentando i suoi robot, e sta creando squilibri in tutta la regione abitata dalla nostra combriccola. Sonic e compagni, si prenderanno la briga di rimettere le cose a posto, come sempre.

La novità introdotta in questo nuovo capitolo, come ci suggerisce il titolo, è la possibilità di usare i poteri appunto, del fuoco e del ghiaccio, cosa che in realtà, servirà soltanto ad attraversare alcune fasi dei livelli. Inoltre, avremo la possibilità di usare tutti e 5 i personaggi del cartone: Sonic, Tails, Knuckles, Amy e Stick, ognuno con la propria abilità.

MECCANICHE E GAMEPLAY

Il gioco, suddiviso in missioni, è decisamente molto più veloce rispetto al precedente capitolo, Sanzaru sembra aver imparato dai suoi errori, e questo nuovo titolo ricalca molto più lo stile di Sonic Generations, cosa che non può che fargli bene. Tutti i livelli del gioco sono divertenti da giocare, grazie anche al sistema di movimento e combo che gli sviluppatori hanno creato; spesso e volentieri ci troveremo a fare lunghe combo di turbo, salti su nemici, salti su piattaforme, scivolate su binari, e repentini cambi del potere da ghiaccio a fuoco e viceversa. Questi poteri infatti, non sono vere e proprie mosse, ma si tratta di un “aura” del quale il nostro personaggio si può circondare, mutabile in fuoco o ghiaccio tramite i dorsali. Molto spesso sul nostro percorso troveremo grossi cubi di ghiaccio, che potremo attraversare solo ed esclusivamente mentre ci circonda l’aura infuocata, allo stesso modo, si possono trovare getti d’acqua, da congelare per poterci passare sopra. Tutto questo sistema, aiutato anche dall’ottima configurazione dei comandi, se sfruttato bene, porta ad avere delle situazioni molto adrenaliniche, e questo è sicuramente uno dei punti forti di questo gioco.

Come già accennato in precedenza, il gioco ci dà la possibilità di giocare con tutti e 5 i personaggi, peccato però, che ci troveremo ad usare quasi esclusivamente Sonic, che è il personaggio più veloce e con l’abilità che può essere sfruttata in maniera incisiva lungo il gioco. Infatti, la sua abilità si basa su uno scatto in aria che ci aiuta a coprire lunghe distanze nei salti, mentre Amy può colpire alcune strutture con il suo martello per aprire determinati passaggi, invece Tails potrà fluttuare e sfruttare le correnti d’aria per volare, Sticks può lanciare il suo boomerang per colpire interruttori a distanza, e Knuckles può in alcuni scenari, scavare per creare dei passaggi sotterranei. All’apparenza sembra tutto interessante, peccato però che queste abilità siano state sfruttate pochissimo, e ci ritroveremo ad usarle solo ed esclusivamente quando il livello non ci permetterà di fare altro.

sonic-boom-fire-and-ice_2015_06-09-15_005_jpg_1400x0_q85

Ottima invece la varietà di situazioni, non solo fra gli scenari dei vari livelli, che si distinguono bene fra di loro, ma anche nel tipo di missioni. Oltre alle classiche fasi platform, avremo anche piccole missioni da fare con il sottomarino di Tails per raccogliere dei collezionabili, delle sezioni con l’hoovercraft, dove il gioco si trasformerà in uno sparatutto a scorrimento verticale, delle sezioni di corsa ad ostacoli stile Sonic Dash, e inoltre, delle gare di velocità contro i robot di Eggman. Queste ultime forse sono l’aggiunta più interessante al gioco, sono divertenti da giocare e sono un ottimo modo per spezzare il classico gameplay.

Le boss battle hanno due facce, da un lato, è stato molto interessante vedere sfruttato il doppio schermo della console per creare uno scenario di lotta verticale, dall’altro, i boss sono abbastanza anonimi dal punto di vista del design, e sono fin troppo facili da battere.

Il gioco vi terrà impegnati per 6-7 ore buone, anche di più se deciderete di esplorare i livelli per raccogliere i collezionabili, una durata media per un gioco di Sonic, peccato per l’assenza di difficoltà nel gioco, il titolo purtroppo, non riesce a dare alcun senso di sfida, dimostrando che è stato pensato fin da subito per il target dei fan del cartone animato. Sanzaru avrebbe potuto inserire la possibilità di scegliere il livello di difficoltà.

Il lato tecnico e i dettagli

Dal punto di vista grafico il gioco non fa di certo gridare al miracolo, anzi, tolti i modelli dei protagonisti che sono realizzati anche abbastanza bene, il resto non è granchè, i modelli poligonali sono abbastanza spogli. Spicca invece l’ottimo level design, tutte quante le missioni sono divertenti da giocare grazie ad un intelligente scelta di posizionamento di tutti gli elementi del gioco, e difficilmente troverete un livello simile ad un altro, tutti quanti sono differenziati abbastanza bene, e fortunatamente, nessuno di loro annoia.

Le musiche sono di buon livello, caratterizzate da una sonorità arcade, e svolgono il loro lavoro di fare da sottofondo senza particolari meriti, nessuna canzone ci è rimasta in mente durante il completamento del gioco, ma nessuna di loro è stata brutta o fastidiosa da ascoltare.

Altro elemento che spicca, è la palette di colori utilizzata, tutto il gioco è caratterizzato da colori molto vivaci, e tutto il mondo di Sonic è colorato e molto bello esteticamente. Alcune missioni sono davvero un piacere per gli occhi.

2880706-sonicboomfi_007

Le animazioni dei personaggi sono anch’esse realizzate molto bene, sono belle da vedere e sono aiutate dal framerate stabile, che non ha subito mai cali durante tutto il gioco.

Peccato per la renderizzazione dei filmati di intermezzo, fin troppo compressi, in alcuni momenti si nota parecchio una bassa qualità d’immagine.

CONCLUSIONE

Sonic Boom: Fuoco e Ghiaccio, tolta la sua trama molto banale, e qualche difetto, come l’eccessiva facilità del titolo, la grafica che non è delle migliori, e l’opportunità persa di sfruttare meglio i personaggi messi a disposizione, è un buon titolo di Sonic, divertente e adrenalinico, Sanzaru ha palesemente ricercato lo stile classico della saga, e questo ha fatto sì che il titolo subisse diversi miglioramenti. Il nuovo gioco di Sonic è sicuramente un passo avanti rispetto al primo, ma non è ancora ai livelli dei migliori titoli della saga, come Generations, o Adventure. Noi speriamo che Sanzaru continui così, perchè è sulla strada giusta, e consigliamo il gioco a tutti i fan della saga, magari tutti gli altri possono aspettare che il gioco scenda di prezzo per comprare un buon platform senza troppe pretese.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: