KLIM Skill – Recensione

Abbiamo avuto la fortuna di provare un prodotto davvero interessante nella categoria dei Mouse da Gaming dal prezzo abbordabile. Si tratta del KLIM Skill, un mouse che prova ad integrare in un unico prodotto la precisione richiesta per il gaming a buoni livelli, con un prezzo intrigante tale da spingere in molti a dargli una chance. Quest’oggi analizzeremo la sua qualità di realizzazione, le performance ed il design, per valutare se può essere un acquisto interessante per chi sta leggendo questo articolo.

Klim Skill 4

Ottimo feeling all’impugnatura

La forma del mouse a primo sguardo ci ricorda molto quella dei modelli della serie G di Logitech, andando tutto a vantaggio del prodotto, visto la grande ergonomia della forma e dei materiali di qualità, al tatto, utilizzati. Infatti all’impugnatura, con il lato sinistro gommoso per il massimo confort del pollice durante la chiusura della mano per tenere saldo il mouse, la sensazione è molto piacevole, si sente decisamente di avere tra le mani un prodotto di qualità, assolutamente non scadente. Piccola nota da fare, è chiaro a tutti sin da subito che il mouse è adatto ai destrosi, dato che i mancini potrebbe ritenere scomoda la sua forma, al contrario gli altri saranno assai soddisfatti del feeling.

Molto buona anche la rotella, che non presenta punti morti durante il suo scorrere, garantendo un’ottima precisione e comodità, essendo rivestita in gomma. Insomma, dal lato puramente del feeling all’utilizzo, abbiamo solo che opinioni positive, era difficile aspettarsi tutto ciò visto il prezzo, una grande rivelazione.

Visto che si parla di qualità di realizzazione, sarebbe impensabile non parlare del filo rivestito in tessuto, per una maggiore resistenza nel caso di attorcigliamenti indesiderati e soprattutto limita notevolmente pieghe che possono infastidire l’invio di input, ma in ogni caso non abbiate paura! KLIM garantisce i suoi prodotti ben cinque anni, invece dei due obbligatori per la legge italiana, per cui nel caso di qualsiasi problema, anche se dubitiamo ce ne possano essere, sarete coperti.

Klim Skill 2

Performance di tutto rispetto

Eccoci qua nella discussione più spinosa, che maggiormente può interessarvi, quella che riguarda le performance del KLIM Skill. In sintesi possiamo dire che queste sono di notevoli, anche questo aspetto ci ha sorpreso, avendo provato vari tipi di mouse nell’ultimo periodo, da quelli più casual, al prodotto adatto per il gaming; questo si piazza nel mezzo tra i due, associando il prezzo ed il comfort del prodotto casual, ad una precisione e personalizzazione che si affaccia ai prodotti più adatti al gaming. Nello specifico è molto utile la possibilità di cambiare il DPI, tramite la pressione dei due pulsanti vicini alla rotellina, in un’ampia suddivisione, non come alcuni mouse che ci portano da 500 a 1200, per finire a 2400, ma bensì la possibilità di trovare il setting giusto alle nostre esigenze, partendo da un minimo di 500, fino ad un massimo di 4000, passando per un gran numero di step intermedi.

Insomma, parliamo di un prodotto con una buona sensibilità, se non ci si affaccia sul gaming competitivo, ma ci consente comunque di dire la nostra nel caso volessimo giocare più seriamente, anche soprattutto grazie alla precisione del laser che, per quanto non sia paragonabile ai prodotti di fascia maggiore come lecito aspettarsi, riesce a fare il suo sporco lavoro, lasciandoci nel complesso molto soddisfatti.

Klim Skill 3

Luci da ogni dove

Il primo impatto che abbiamo avuto al momento dell’apertura della scatola è stato notevole: linee precise ed un design accattivante, che riesce a fare il meglio di se una volta collegato al PC. Il che avviene molto rapidamente per la sua assenza di driver da scaricare, mostrandoci una serie di luci che fanno sempre piacere all’occhio ed a chi cerca sempre quella tipologia particolare di prodotti per soddisfare il proprio gusto. Cosa ha di particolare rispetto ad altri mouse? La differenza principale riguarda i led, questi fungono sia da indicatori di DPI attivi al momento, tramite la fascia presente al centro di esso, sia come “intrattenimento” con una serie continua di animazioni, per creare un effetto “psichedelico” veramente bello da vedere, stessa cosa riguardante il logo del mouse, che come accade per esempio con quelli della serie G di Logitech, si illumina a pulsazione.

Come potete intravedere dalla foto, i colori principali tendono alla paletta dell’arcobaleno, per alimentare l’effetto spettacolarità dell’animazione che tende a scorrere come un’onda costante, un gran bel colpo d’occhio.

Klim Skill 1

In conclusione

Concludendo questo articolo, possiamo consigliare KLIM Skill e cosa ne pensiamo veramente? La risposta alla prima domanda è sicuramente si, se cercate un prodotto dal prezzo non esoso e non siete giocatori professionisti, sicuramente troverete pane per i vostri denti, in grado di soddisfarvi e stuzzicare gli occhi con un design realmente intrigante, oltre ad una funzionalità quasi inaspettata. Mentre per il gaming di alto livello, serve una precisione ed un DPI sensibilmente maggiore, oltre alla poca personalizzazione possibile che in certi casi è richiesta, ma alla fine stiamo parlando di un prodotto dal prezzo veramente basso, per cui sarebbe obiettivamente troppo chiedere di più; per quel che costa, a nostro avviso, fa decisamente più del dovuto. Detto questo se siete alla ricerca di un ottimo mouse, senza la voglia di spendere un capitale, KLIM Skill può fare sicuramente per voi!

Link al prodotto su Amazon

Avatar

Amante di videogiochi e non solo, tutto quello che è informatico attira la sua attenzione, ma anche Anime e Manga non sono da meno. Sin da piccolo è abituato a giocare un po’ di tutto, ma gli action-adventure la fanno da padrone.

Leave a Reply