DISSIDIA FINAL FANTASY NT – Provato

Il buon vecchio Dissidia Final Fantasy ha alle sue spalle ben tre anni di esperienza, visto che nel poco lontano 2015 approdò nelle sale giochi nipponiche nella sua versione Arcade. Com’era già auspicabile da diverse dichiarazioni degli sviluppatori, il titolo arriverà a gennaio sulla piattaforma di Sony come esclusiva. Noi abbiamo avuto la fortuna di poter mettere le mani in anteprima, sul gioco grazie alla Closed Beta che Square-Enix ha imbandito dal 26 agosto fino al 4 settembre. Lo abbiamo testato in lungo ed in largo, provando tante combinazioni di scontri e personaggi, in arene molto famigliari. Non ci resta che augurarvi una buona scoperta di Dissidia e che il cristallo vi guidi in questa lettura!

Il titolo offre una combinazione di scontri con tre giocatori contro altri tre, con la possibilità di creare delle combinazioni di personaggi veramente devastanti. In questa Beta sono disponibili solamente quattordici personaggi, uno per ogni numero principale della saga – fino al XIV perché Noctis non è ancora stato mostrato ufficialmente, probabilmente si tratta di un contenuto che verrà mostrato nelle fasi finali del gioco -. Una volta selezionato il nostro eroe, avremo a disposizione due set di mosse che varieranno gli attacchi all’interno della nostra partita. Oltre ad esse, una delle scelte più importanti è quella della selezione dell’Esper, visto che ognuno di questi offre un bonus offensivo unico e devastante. Tra gli Esper troviamo tanti volti noti, tra Shiva, Ifrit, Odino e molti altri. I personaggi di Dissidia Final Fantasy NT sono divisi per classi: power-based Vanguards, Assassins, Marksmen e molti altri. La scelta quindi non è sempre facile, bisogna valutare come agire nello scontro e come contrastare l’entità nemica. Sul piano strategico si tratta di un titolo valido, che permette in un certo senso di valutare la situazione come se fosse un gioco di ruolo giapponese, anziché un picchiaduro.

DISSIDIA FINAL FANTASY_20170728132311

Il lato tecnico del gameplay è stato totalmente ridisegnato, non ha nulla che spartire con i suoi vecchi antenati usciti sulla PlayStation Portable. La prima cosa che salta sicuramente all’occhio sono le arene molto più vaste, costellate da tantissimi elementi a schermo, riuscendo a ricreare la magia della mappa che stiamo “vivendo”, tra le tante che ci hanno colpito ci viene di citare la base di Midgard e la spiaggia di Besaid. Gli scontri si svolgono – come poc’anzi citato – in tre contro tre, dove dovremo azzerare la barra di “vite” nemiche, che scalerà a ogni dipartita di un nemico sconfitto, scaricata la barra, la vittoria è nostra. Per poter evocare l’esper dovremo caricare una barra di evocazione, che è possibile alimentarla tramite cristalli – questi devono essere distrutti da noi prima degli avversari – una volta piena basterà premere per qualche secondo il Touchpad ed effettuare così l’evocazione, nella speranza che durante l’invocazione un nemico non ci interrompa, dovendo poi nel caso ricominciare da zero. I comandi di battaglia sono molto semplici, si effettuano usando il quadrato, triangolo e la croce – ics per i più raffinati -. Ogni tasto corrisponde ad una determinata azione, ma abbiamo notato che il triangolo principalmente è destinato alle tecniche difensive, infatti molti dispongono o di una parata classica, o di una magia bianca che serve a curarsi. Gli scontri che caratterizzano Dissidia Final Fantasy NT sono molto frenetici e divertenti, anche visivamente sono piacevoli, caratterizzati da una composizione particellare d’effetto e dalle animazione sempre ben fluide. L’intelligenza artificiale è ben funzionale, non abbiamo notato difetti particolari, anzi, per essere una beta si difende molto bene. Anche la difficoltà del gioco è ben bilanciata, gli scontri non sono né troppo facili, né troppo difficili, gli sviluppatori sono riusciti a trovare un intermezzo valido.

NT-1

Il comparto grafico che compone la produzione è di ottima fattura, si è addirittura fatto diversi passi in avanti rispetto alla versione vista ben tre anni fa nell’Arcade. Le texture sono ringiovanite e rendono gli scontri ben piacevoli alla vista. A fine battaglia possiamo notare dei segni di “ammaccamento” dei personaggi, a partire da graffi o dagli abiti leggermente stropicciati. Il tutto è condito da una colonna sonora d’effetto, costellata da brani tipici della serie tipo il Prelude o un tema di un qualche personaggio noto. Il doppiaggio inglese e giapponese fa la sua ottima figura, possiamo affermarlo per entrambi, visto che nella beta è presente la componente dual-audio, switchabile facilmente dal menù di gioco. Uno forse dei difetti di questo picchiaduro di casa Square-Enix è quello di non essere immediato, anche dopo aver appreso le basi della battaglia risulta un po’ confusionario, specialmente nelle prime fasi dello scontro quando si cerca di capire qual’è l’avversione da focussare. Nonostante tutto, resta divertente combinare le combo e personaggi per dare vita ad una combinazione nuove ed efficace.

NT-2

Il picchiaduro dedicato a Final Fantasy sembra promettere bene, noi siamo rimasti piacevolmente soddisfatti da questa prova e non vediamo l’ora di poter mettere le mani sulla modalità storia, che sembra proporre una tematica molto interessante ed in linea con i capitoli principali della serie. L’unico difetto, come già anticipato all’interno dell’articolo, è che potrebbe essere un titolo non proprio adatto ai neofiti, data la estrema complessità tecnica del sistema di combattimento, anche dopo aver preso confidenza con i comandi. Non ci e vi resta che attendere il mese di gennaio per la nostra recensione, per mettere le mani sulla versione definitiva del gioco, ma per adesso il nostro verdetto è uno: Promosso a pieno!

Amante delle opera di nicchia e delle belle OST. Appassionato instancabile di molte cose, ma tra le tante spiccano il cinema e la fotografia.

Leave a Reply