ArticoliFeatured

Caligula, un primo sguardo alla serie animata

Il possibile riscatto di Caligula nella serie animata

Vi avevamo parlato della serie in uno speciale dove illustravamo i nuovi annunci: il remake del videogioco e l’anime. Oggi siamo di nuovo qui a parlare di Caligula per via del secondo annuncio citato, poiché è stato rilasciato finalmente il primo episodio della serie animata. Per gli sviluppatori questo è un momento importante, perché è la possibilità di poter riscattare quel successo non avuto con il videogioco quando fu rilasciato su PlayStation Vita, prima in Giappone e poi dopo un anno di distanza in Nord America e in Europa. Chi si sta occupando di questa analisi ha avuto modo di giocare il videogioco, quindi l’analisi presenterà pure qualche leggero confronto, nonostante la versione animata va presa come un elemento stand-alone data la presenza di alcuni elementi che saranno presenti in The Caligula Effect: Overdose – almeno da quanto dichiarato dagli sviluppatori e animatori -.

Le sfaccettature della realtà

Dai primi minuti dell’episodio è possibile avvertire qualche nota malinconica da parte del protagonista Ritsu Shikishima, il quale parla di libertà e del vivere una vita tranquilla. L’anime ci sposta direttamente in una situazione alquanto diversa da quella presentata all’inizio, un ambiente scolastico, spensierato e che si avvicina più all’idea poc’anzi citata di “libertà”. Lungo il corso dell’episodio impareremo a conoscere il protagonista, il quale è un acculturato di psicologia e che esplora spesso nuovi campi per ampliare le sue conoscenze. Per quanto possa sembrare molto lineare agli inizi, il tutto è destinato a scoppiare in una serie di psuedo Plot Twist, cercando di introdurre lo spettatore nella narrazione contorta di Caligula. L’introduzione degli elementi che compongo il protagonista non sono a caso, tutto fa parte di un puzzle più grande che viene composto pian piano. Per essere un primo episodio i ritmi sono piuttosto accettabili, riesce a dare allo spettatore il giusto mordente e instaurare quella curiosità per l’episodio successivo, sopratutto per la scena che chiude il primo episodio.

caligula

Lo stile è quasi tutto

La serie animata è curata da Satelight, uno studio d’animazione non troppo famoso, ma nonostante ciò possiamo confermarvi che ha fatto un ottimo lavoro. Certo, non è perfetto e presenta qualche imperfezione dalle inquadrature più distanti, ma possiamo assicurarvi che i personaggi principali e gli sfondi sono piuttosto godibili, inoltre, lo studio usa un particolare effetto d’illuminazione che si amalgama bene alla serie data la loro somiglianza con gli effetti particellari che erano presenti nel videogioco per PlayStation Vita. E’ innegabile, lo stile di questa produzione è unico e attira facilmente i fan della serie Persona, bisogna anche dire che Caligula è stato concepito – narrativamente parlando – dallo stesso scrittore di Revelations Persona, Persona 2: Innocent Sin e Persona 2: Eternal Punishment. Questo dovrebbe far capire la qualità della narrazione, difatti i problemi che affliggevano la sua controparte videoludica non erano imputati alla storia ma bensì ad altri elementi che dovrebbero essere colmati dal nuovo engine del remake.

caligula

Melodie che incantano

Il Cast dei doppiatori hanno svolto un ottimo lavoro, specialmente Chiharu Sawashiro che doppia Ritsu Shikishima nonché protagonista delle vicende che compongono Caligula. L’elemento più bello e il quale ruota attorno le vicende di questo primo episodio è la musica. La colonna sonora che caratterizza l’anime è piacevole d’ascoltare, solo con poche note è possibile rimanere incantati. Possiamo dire lo stesso dell’opening – piazzata in questo caso alla fine dell’episodio come ending -, scenograficamente superba e accattivante con una melodia di fondo piacevole d’ascoltare.

caligula
Commento Finale

Come primo episodio è riuscito a convincerci, siamo curiosi di vedere cosa ci riserverà la serie e se sarà in grado di riscattare quel successo non avuto con il videogioco nell’attesa di mettere le mani sul remake chiamato Overdose. I disegni sono curati, non eccessivamente ma fanno il loro lavoro, ma fortunatamente il tutto è compensato dal comparto audio sublime e accattivante. Noi ci sentiamo al momento di consigliarvi di tenere d’occhio la serie, le premesse per essere un ottimo prodotto di questa stagione di Anime ci sono tutte.

Tags
Vedi altro

Federico Molino

Ha viaggiato in innumerevoli mondi, ha combattuto i peggiori nemici e alla fine è giunto qui. E' ossessionato dagli JRPG e in un altra vita si pensa che fosse uno Shiba Inu.

Articoli correlati

2 Commenti

  1. Felice… Mi posso davvero definire felice? Cos’è che rende veramente felici?

    Ho visto il primo ep e già adoro questa serie.

    1. Promette tantissimo, inoltre, le tematiche va a toccare in un singolo episodio sono veramente tante e d’impatto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close