Another Lost Phone: Laura’s Story è un puzzle game sviluppato da Accidental Queens e rilasciato su iOS, Android, PC e Nintendo Switch.

Il suo predecessore, A Normal Lost Phone, è stato accolto molto positivamente dalla critica, venendo nominato all’A-Train Award come miglior gioco per Mobile durante i New York Games Awards 2018.

Another Lost Phone: Laura's Story

Immagine promozionale del titolo

Noi abbiamo avuto modo di provare la versione per Switch, e vi diremo la nostra!

 

Esploriamo la vita di Laura

In Another Lost Phone: Laura’s Story noi saremo un semplice passante che ha trovato un telefono abbandonato, interessandoci alle attività del suo predecessore, Laura.

Il gioco, per dare un feeling da smartphone, impedisce la Modalità TV, ricorrendo solo a quella Portatile da 720p di risoluzione, in modalità TATE (console verticale) oppure con uno dei due joy-con usato come puntatore.

Nel telefono di Laura troveremo diverse applicazioni base di un cellulare come Note, SMS, e Galleria.

Se esplorate, queste App faranno capire lo svolgimento della sua vita e della relazione con Ben, un ragazzo di cui si è follemente innamorata.

 

La chiave per risolvere il mistero

Another Lost Phone: Laura’s Story ci metterà di fronte a un mistero da risolvere, dove bisognerà cominciare raccogliendo quanti più indizi possibile all’interno delle App di gioco.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Non tutte le applicazioni saranno subito accessibili, ad esempio per aprire E-Mail sarà necessario essere connessi ad una rete Wi-Fi, e sarà compito vostro scoprire come risalire ad una password per connettersi.

Sarete in grado di risolvere il mistero dietro alla scomparsa di questo telefono e scoprire che ne è stato di Laura?

Trailer di lancio:

Ultime conclusioni

Another Lost Phone: Laura’s Story offre una storia interessante e molto chiara, dove sbloccando man mano sempre più informazioni verremo ricompensati con spezzoni di vita quotidiana della protagonista, che sono resi molto verosimili alla realtà e piacevoli da vedere.

Il gioco gode di un comparto sonoro e grafico apprezzabili, come le foto presenti nei messaggi o nella galleria, e le musiche presenti nel gioco, che sono comunque un’aggiunta simpatica.

Proseguire con la storia è piuttosto semplice, infatti la durata media del gioco si aggira su circa un’ora, due al massimo.

Essendo il tema principale legato agli abusi di persona, il gioco tratta il tutto in maniera molto seria e coerente; molto umano è il consiglio da parte degli sviluppatori, una volta terminato il gioco, di denunciare qualsiasi genere di abuso simile a quelli raccontati.

Il costo di EUR 5.99 su Nintendo eShop è onesto, con un peso di 104,86 MB.

Altre versioni acquistabili

Il gioco è anche disponibile nelle seguenti versioni:

 

 

 

Another Lost Phone: Laura's Story - Recensione
Concept originalePuzzle game originale e molto liberoPresenza di musica e artworks apprezzabiliStoria nel complesso breve ma ben collegata Il tema principale del gioco è socialmente utile a chi ha difficoltà simili
Gioco dalla rigiocabilità nulla o quasi inesistenteTrama molto semplice che può non stupireIl gioco è unicamente giocabile in modalità tablet con o senza joy-cons
7.5Overall Score
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: