Quando il primo trailer ufficiale di questo gioco venne mostrato in occasione della conferenza E3 2017, il pronostico di un cambiamento radicale nel mondo dei videogames divenne sempre più un’opinione condivisa.

Electronic Arts ha infatti dato luce, grazie al duro lavoro del team di Hazelight Studios, ad uno dei titoli più attesi tra la lista dei tanti annunciati alla conferenza. La peculiarità di questo gioco è infatti quella di essere stato concepito unicamente come un titolo d’avventura dinamica multiplayer, da giocare accanto ad un amico in locale o online con schermo condiviso.

Per l’occasione abbiamo avuto modo di giocare fianco a fianco ad un amico fidato, Nicholas (Rendendo a tutti gli effetti A Way Out una fuga tra due omonimi..).

Questo gioco, effettivamente, potrebbe portare a un futuro cambiamento per l’industria videoludica? Analizziamo assieme A Way Out, un gioco tanto inusuale quanto affascinante!

Due uomini, due ragioni per sopravvivere

A Way Out View

 

La storia ruota attorno a due personaggi, Leo e Vincent, entrambi ritrovatisi in carcere per motivi diversi, ma con in comune una ragione per sopravvivere:

  • Leo Caruso, uomo di 36 anni di origine italiana. Ha un trascorso da ladro, essendo infatti finito in prigione per aver tentato di rubare l’Orlov Nero, un diamante dall’ inestimabile valore.
  • Vincent Moretti, uomo di 43 anni ed ex impiegato bancario. Ha finito col farsi coinvolgere in affari illeciti, che lo hanno poi visto incastrato e incarcerato contro la sua volontà.

I due protagonisti hanno personalità e metodi completamente diversi, venendo descritti dal gioco come “Sicuro, irascibile e ironico” per Leo e “Razionale, disciplinato e riservato” per Vincent.

Leo ha da tempo studiato un piano di fuga, che al termine di qualche battibecco tra i due protagonisti, includerà anche Vincent.

I due giocatori dovranno superare tutti i passaggi del piano di Leo e mettere da parte le differenze, in modo da evadere e riavere indietro le loro vite, se non fosse che, per tornare a condurre una vita regolare, ci siano ancora molta strada da fare e tanti ostacoli da superare.

La trama, che per essere completata richiede circa otto ore, risulta veramente piacevole ed emozionante, mai noiosa e ripetitiva; punto forte, infatti, è l’assenza di situazioni riviste e ambienti simili tra loro. I due protagonisti, da perfetti sconosciuti quali erano, diventano presto come fratelli, condividendo le gioie e i dolori della loro avventura. Questa fuga, tuttavia, dovrà prima o poi raggiungere un termine, e il finale di gioco presenta un enorme colpo di scena condito da un miscuglio di emozioni che lascerà i due giocatori di stucco.

Il fulcro di A Way Out

Come già anticipato, questo gioco ha la particolarità di essere un’avventura con schermo condiviso, che lo rende da subito un titolo interessante.

L’emblema di questo titolo è l’emozione che nasce dal condividere un’avventura speciale con un amico, un compagno che tra fughe ingegnose e inseguimenti mozzafiato condividerà con noi bellissimi momenti in compagnia.

Questo concetto è stato adattato in maniera perfetta, creando un mix di eventi in grado di garantire ore di divertimento assicurato.

A livello di gameplay, il gioco offre la possibilità di avanzare nell’avventura muovendosi attorno per esplorare le diverse aree di gioco, eseguendo azioni singole o di coppia, nel secondo caso permettendo ai due giocatori di supportarsi a vicenda in modi sempre diversi o durante cutscenes dedicate, come ad esempio in alcune scene di combattimento o durante degli inseguimenti.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Altro elemento fondamentale di gameplay è il rendere l’esperienza interattiva per entrambi i giocatori, dando loro la possibilità di interagire non solo con chi li circonda, ma specialmente con cosa li circonda: A Way Out, tra le tante note positive, presenta spesso la possibilità di intrattenersi con piccoli mini-giochi di coppia ben realizzati, conditi da dialoghi simpatici e easter eggs inaspettati.

La lista di elementi da aggiungere al calderone, però, non termina qui: parliamo di un titolo davvero ben fatto, carico di passione e duro lavoro alle spalle, che renderà l’avventura sempre piacevole e divertente per tutti ” i Leo e Vincent” che vorranno cimentarvisi.

Giudizio finale

A Way Out è un titolo che ci ha convinto, offrendosi per quello che è, ovvero un’avventura unica e emozionante piena d’azione, amore e umanità. Il comparto grafico e sonoro è di buona qualità, sfruttando molto bene la potenza di Unreal Engine ad eccezione di lievi glitch grafici a volte presenti ma di poco rilievo.

Il costo per il gioco, essendo programmato per durare 8 ore in totale, è di circa trenta euro, prezzo piuttosto onesto se consideriamo che si potrebbe dividere con un amico disposto ad accompagnarci. Platinare il gioco, inoltre, non risulterà complicato, e anzi offrirà la possibilità di aggiungere un pizzico di sfida e curiosità durante l’avventura.

Il doppiaggio in inglese e i personaggi principali sono presentati nel loro complesso in ottima maniera, coinvolgendo il giocatore durante tutto il corso della trama. Ciò che più ha colpito, però, è stato l’azzardo del team di Hazelight Studios di proporre un’opera ricca di elementi particolari, che potrebbero far storcere il naso ai giocatori più scettici.

Il loro azzardo li ha messi in una situazione complicata, portando sulle loro spalle alte aspettative e la speranza di essere l’inizio di una lunga serie di titoli rivoluzionari, che potessero espandere il concetto di videogioco ancora più di quanto non lo sia oggi.

Secondo noi, quest’ azzardo è stato un totale successo!

Un commento speciale

Come detto inizialmente, abbiamo avuto modo di vivere quest’esperienza affianco ad un amico, Nicholas, e vorremmo riportarvi il suo commento riguardo al gioco:

“Una tipologia di gioco che non si vedeva da molto tempo, ciononostante una piacevole scoperta nel mondo videoludico odierno.
Gameplay molto semplice e intuitivo, che porta il gioco alla portata di tutti. Presenta dei bug grafici, ma piccole cose che non influenzano sulla esperienza di gioco.
Il punto forte del titolo è la trama: una storia coinvolgente che, con momenti di riflessione e momenti di adrenalina pura, saprà tenere incollati agli schermi i giocatori.
In conclusione un buon prezzo per un gioco che non vi deluderà, seppur con una modalità di gioco già vista in passato, ma mancante negli ultimi anni.
Uno sguardo al passato proiettato verso il futuro.

Voto questo gioco con Otto e mezzo”

A Way Out

Il gioco è acquistabile:

  • Su Amazon per console Playstation 4 e Xbox One
  • Su Origin per PC

 

A Way Out
Trama avvincente Gameplay semplice ed intuitivoCooperazione ben resa e divertenteComparto sonoro e visivo soddisfacente
Leggeri glitch graficiTitolo abbastanza semplice, a volte troppoSchermo condiviso che può infastidire
8.5Voto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: