FeaturedRecensioniVideogames

Xenoblade Chronicles 2 – Recensione

Al momento della sua uscita, nel dicembre del 2017, noi di Gameindustry.it ci siamo lasciati sfuggire tra le dita l’ultimo titolo di Monolith Soft. Tuttavia non è mai troppo tardi per recuperarlo, e Xenoblade Chronicles 2 è una vera e propria gemma giunta alla fine del primo e sorprendente anno di Nintendo Switch.

Dopo così tanti mesi, perchè dovreste recuperare questo epico jrpg? Terrà fede agli elevatissimi standard imposti dai suoi due predecessori, giudicati tra i migliori titoli di sempre nel loro genere?

Una scalata “titanica”

Alrest è il regno dei Titani, immense creature che dominano lo sconfinato mare di nuvole, orbitando attorno all’Albero del Mondo. Numerose razze popolano la schiena di questi colossi, i quali stanno lentamente morendo, trascinando con sè le civiltà che li abitano.

Rex, il protagonista dell’avventura, è un giovane ragazzo idealista e sognatore. Egli è sicuro che la risposta a tutti i problemi del suo mondo risieda nell’Elysium, una sorta di paradiso terrestre collocato sulla cima dell’invalicabile albero al centro di Alrest.

Perciò quando incontra Pyra, un’incantevole Gladius che gli chiede di accompagnarla lassù concedendogli il potere necessario per affrontare il viaggio, egli accetta con entusiasmo.

Xenoblade Chronicles 2
In questo capitolo, il character design si avvicina molto di più ad uno stile “anime”

La trama, scollegata dagli altri capitoli della serie se non per qualche riferimento e citazione, prosegue seguendo il loro viaggio di titano in titano. I diversi temi narrativi vengono introdotti in maniera semplice, ma col tempo acquisiscono sempre maggior peso e serietà.

Il mondo oltre la campagna principale

A completare la caratterizzazione dei vari personaggi, svolgono un egregio lavoro i dialoghi empatici, delle brevi cut-scene opzionali attivabili sotto determinate condizioni. In queste occasioni i vari membri del party interagiranno tra loro, dandoci modo di scoprire svariati lati nascosti della loro personalità.

Xenoblade Chronicles 2
Il mondo è disseminato di dialoghi empatici, che compariranno sotto determinate condizioni

Purtroppo, il doppiaggio in inglese spesso non rende loro giustizia, tra accenti regionali troppo marcati che talvolta stonano col contesto della scena e la sincronizzazione labiale trascurata. In compenso, è presente come dlc gratuito la possibilità di impostare l’audio in giapponese.

A fianco della storia principale, è presente un ben nutrito numero di quest secondarie che ampliano ulteriormente il mondo di gioco. Molto spesso sono delle banali missioni di raccolta oggetti o uccisione di determinati bersagli, ma sono supportate da varie sottotrame che ci spingeranno a volerne vedere la conclusione.

È infine presente un ultimo tipo di attività secondaria, le missioni mercenari. Queste missioni ci chiederanno di spedire in giro per Alrest alcuni dei nostri gladius, e si completeranno autonomamente dopo un po’ di tempo, ricompensandoci con esperienza, oggetti e denaro.

Un universo da scoprire passo passo

L’esplorazione svolge un ruolo centrale in Xenoblade Chronicles 2. Con ogni titano Monolith Soft si è impegnata per fornire sempre un nuovo “piccolo” open world unico, coi propri paesaggi, musiche, biomi, città, popolazioni con diversi background storici e culturali da scoprire.

Le varie mappe sono dense di nemici, punti di interesse e segreti per non lasciare mai al giocatore la sensazione di vagare in un mondo vuoto e spoglio, ma stimolarlo invece costantemente a muoversi in cerca di nuovi luoghi da scoprire. Alcune aree cambiano di aspetto a seconda dell’ora del giorno o sotto altre particolari condizioni, liberando ogni volta passaggi nascosti differenti.

Xenoblade Chronicles 2
Non esistono due titani uguali: si passa da sterminati prati verdi a gelide grotte oscure

Come da tradizione per la serie, infine, troveremo fin dalla prima zona di gioco nemici di vari livelli, dai più vicini al nostro fino agli enormi boss opzionali di livello 100 o superiore. In un primo momento ci scoraggeranno a visitare i loro territori, ma giunti alla fine del gioco diventeranno i nostri nuovi obiettivi.

La navigazione nel mondo è facilitata dalla presenza del viaggio rapido, un modo per teletrasportarsi istantaneamente in determinati punti di interesse scoperti precedentemente.

Xenoblade Chronicles 2
Scoprire un nuovo Punto di riferimento ci permetterà di teletrasportarci in qualsiasi momento nei suoi pressi

Dalla mappa per il viaggio rapido è possibile consultare la posizione di punti di raccolta, zone dove è possibile sfruttare le abilità sul campo dei gladius, l’ubicazione dei dialoghi empatici disponibili che ci mancano da vedere e molto altro.

Al contrario, la minimappa al lancio era estremamente povera di informazioni, ma i più recenti aggiornamenti gratuiti hanno contribuito a renderla uno strumento più valido.

Xenoblade Chronicles 2

I Gladius, le armi viventi

Elemento fondamentale del gameplay sono i Gladius, forme di vita artificiali nate dalla risonanza tra un cristallo nucleico e un Ductor, il padrone del gladius. Essi esistono in ogni forma e dimensione, e possiedono un ampio numero di abilità attive e passive utili sia fuori che dentro i combattimenti.

Alcune delle loro abilità saranno necessarie durante l’esplorazione, per creare nuovi passaggi o scatenare eventi che liberano la strada verso nuove aree di gioco.

In battaglia funzionano come dei veri e propri pezzi di equipaggiamento viventi, potenziabili sia assegnandogli degli speciali chip di modifica, sia portando a termine vari obiettivi che andranno a potenziare ed espandere il loro albero di abilità.

Xenoblade Chronicles 2
In alcuni casi gli obiettivi saranno semplici e banali, altre volte richiederanno una certa dose di ragionamento o addirittura il completamento di una missione

Nel corso dell’avventura ci verranno donati alcuni gladius, ma la maggior parte dovremo trovarli da soli, accumulando un gran numero di cristalli nucleici e sperando nella buona sorte.

Perchè se alcuni gladius particolarmente potenti, come la stessa Pyra, presentano elementi di design e abilità unici, nella maggioranza dei casi troveremo dei gladius “comuni”, le cui caratteristiche saranno generate randomicamente.

Xenoblade Chronicles 2
Ogni singola blade possiede un preciso ruolo in battaglia, tra attaccante, difensore o guaritore, determinando così la nostra classe

I mezzi per favorire l’evocazione del gladius desiderato sono molto imprecisi e limitati, quindi i collezionisti saranno costretti a cimentarsi in un lungo e tedioso farming di cristalli.

Un combat system dalle mille sfaccettature

Il combattimento si svolge in tempo reale, coi vari personaggi che eseguono degli attacchi automatici non appena si trovano nei pressi del nemico.

Al giocatore è dato il pieno controllo solo su uno dei tre membri attivi del party, ma l’IA dei compagni è abbastanza intelligente da capire quale strategia si sta cercando di effettuare e reagisce prontamente per aiutarci in caso di difficoltà.

Tramite il D-pad sarà possibile scegliere all’istante quale delle tre blade equipaggiate utilizzare, mentre con i tasti b, x e y sarà possibile eseguire le tecniche ductor. Questi attacchi speciali hanno un tempo di ricarica per poter essere utilizzati e possiedono diversi effetti secondari, dalla cura all’applicazione di status alterati.

Xenoblade Chronicles 2
Alcune tecniche ductor si potenziano in base alla nostra posizione, o ci permettono di curarci

Tramite il tasto a sarà possibile eseguire le tecniche gladius, le mosse più potenti a nostra disposizione. Esse possiedono quattro diversi livelli di potenza, e hanno bisogno delle tecniche ductor per poter essere caricate. Eseguendo in successione tecniche gladius di diversi elementi, infine, potremo ottenere effetti ancora più potenti.

I nostri alleati saranno fondamentali in questa fase, grazie alla possibilità di ordinargli di scatenare le loro mosse finali tramite i grilletti.

Xenoblade Chronicles 2
Completare la serie di tecniche gladius non solo farà più danni, ma bloccherà anche determinate abilità del nemico

Saper combinare i diversi tipi di attacchi e costruire un party in grado di supportare la nostra strategia sarà quindi fondamentale per superare gli scontri più accesi.

In queste poche righe abbiamo però a malapena grattato la superficie del combat system, che continua ad approfondirsi con nuove meccaniche ben oltre la metà della campagna principale.

L’occhio vuole la sua parte, ma…

È necessario ora analizzare il maggiore punto debole dell’opera, il lato tecnico.

In modalità docked il gioco rimane ancorato ad una risoluzione di appena 720p, mantenendo un framerate per lo più stabile sui 30 fps.   Purtroppo in modalità portatile la risoluzione dinamica arriva a scendere ulteriormente nelle scene più frenetiche, senza tuttavia portare particolari benefici al framerate.

Una mancanza piuttosto grave, soprattutto considerando che il gioco è un’esclusiva di rilievo della console ibrida, e che potrebbe quindi mettere in cattiva luce le potenzialità di quest’ultima.

Xenoblade Chronicles 2
Nonostante i limiti tecnici, il gioco è in grado di rivelare dei paesaggi mozzafiato

Al contrario, la colonna sonora del gioco è sorprendente, alternando brani rock adrenalinici a suggestive opere corali. Le ost ambientali presentano diverse varianti a seconda del momento della giornata, accompagnando perfettamente l’esplorazione del titano di turno.

Conclusioni su Xenoblade Chronicles 2

Visto il nome che porta sulle spalle, Xenoblade Chronicles 2 deve farsi carico di un grosso numero di responsabilità ed aspettative.

Superato l’ostacolo della grafica ed, eventualmente, del tanto discusso character design, vi ritroverete incantati di fronte all’universo che Monolith Soft ha creato per essere esplorato in ogni suo più piccolo anfratto, mentre una storia ricca di emozioni ingrana lentamente tra un feroce scontro e l’altro.

Sia per i veterani della serie che per i nuovi arrivati, questo è un nuovo inizio, un viaggio all’interno di un titolo che ha saputo prendere i suoi rischi per evolvere ulteriormente un concept nato sette anni prima sulla Wii.

Per saperne di più sul DLC Torna The Golden Country vi invitiamo a leggere la nostra recensione. Se siete curiosi di conoscere le origini della serie e i collegamenti tra i vari capitoli, leggete la nostra guida alle serie “Xeno”.

 

Xenoblade Chronicles 2
  • - 8.5/10
    8.5/10

Riassumendo

Monolith Soft è riuscita ancora una volta a realizzare un JRPG coi fiocchi, unendo vasti scenari mozzafiato a un gameplay coinvolgente e musiche adrenaliniche. Peccato per i problemi di ottimizzazione, che in modalità portatile abbassano pesantemente le performance di gioco.

Overall
8.5/10
8.5/10

Pros

  • Storia profonda e coinvolgente, con una partenza lenta ma capace di catturare presto l’attenzione
  • Gameplay profondo che permette la massima personalizzazione delle proprie strategie di battaglia
  • Ogni titano presenta dei mini-open world pieni di obiettivi e ambientazioni curate nei minimi dettagli

Cons

  • Ottenere tutte quante le Gladius può risultare molto frustrante
  • Diversi problemi di ottimizzazione
Tags

Alberto Marcuzzi

Amante dei videogiochi di ogni genere fin dalla tenera età, è inevitabilmente attratto dai titoli provenienti dalla terra del Sol Levante. Quando inizia un nuovo gioco, non è soddisfatto finché non ne ha sviscerato tutte le meccaniche.
Close