FeaturedRecensioniVideogames

Shantae: Half-Genie Hero Ultimate Edition – Recensione

A distanza di solo un anno, la famosa mezzo-genio è tornata all’azione con un edizione che comprende tutti i contenuti aggiuntivi per lo appunto chiamata Ultimate Edition. L’ultimo capitolo ha riscosso un gran successo, addirittura i contenuti aggiuntivi furono finanziati tramite Kickstarter, donando anche così una qualità di contenuti veramente ineccepibile. Questa edizione è perfetta per chi non ha ancora giocato Shantae: Half-Genie Hero, poiché contenendo tutti i contenuti aggiuntivi con una spesa piuttosto contenuta è possibile vivere il titolo con l’esperienza completa, questo perché prendere singolarmente ogni DLC costerebbe veramente molto e facendo due calcoli non conviene. Comunque, quest’oggi siamo qui per parlarvi di questa nuova edizione. Buona lettura!

Il mezzo-genio alla ribalta

Essere il guardiano di una città è una grande responsabilità, specialmente se questa è Scuttle Town, sempre afflitta da bizzarre vicende, ma la cosa positiva che la nostra piccola eroina in questo modo ha vitto e alloggio totalmente gratuito. Gli attacchi sono frequenti e questo crea un certo sconforto al buffo sindaco di Scuttle Town, appunto per questo cerca di liquidare la nostra Shantae e andar alla ricerca di un nuovo genio. Per quanto questa sia per lei una notizia non proprio positiva, continua a difendere la sua città e verremo coinvolti in alcune vicende che si ricollegano perfettamente ai capitoli precedenti, perché vogliamo ricordarvi che questo non è altro che un continuo. La storia è possibile godersela anche senza conoscere nulla, ma certi riferimenti e personaggi saranno comprensibili, ovviamente, solo da chi ha seguito la mezza-genio fin qui.

Shantae

Narrativamente la struttura è funzionante, abbiamo una storia buffa e seria, mischiata in un certo filone narrativo che solo Shantae riesce a creare. I personaggi sono tutti ben caratterizzati, dal più buffo al più serio, ma quella che spicca di più è la nostra Shantae, sempre pronta ad aiutare il prossimo e a farsi beffe dei suoi nemici, ma per lo più della sua acerrima nemica Risky Boots. La longevità è piuttosto buona, abbiamo impiegato all’incirca sette ore per portare a termine solo la storia principale, cercando di esplorare il più possibile le mappe di gioco.
La nostra mezzo-genio avrà la possibilità di trasformarsi effettuando le relative danze. Queste ci permetteranno di affrontare situazioni variegate, oltre che saranno necessarie per accedere a determinate aree, un esempio è la trasformazione in scimmietta che ci permette di correre velocemente ed effettuare dei balzi così alti da permetterci di arrivare in zone lontane. Ogni muta-forma è piacevole da usare, poiché spezza quella monotonia che solitamente i titoli di questo genere sono afflitti. Di fondo il gameplay è sempre quello dei capitoli precedenti, abbiamo la possibilità di attaccare e saltare, ma bisogna far notare che qui le animazioni sono molto più fluide, questo è dovuto a un disegno più curato rispetto magari a Shantae and the Pirate’s Curse. Una cosa piacevole è l’IA dei nemici, i quali sono molto reattivi e facilmente ci costringeranno a correre ai ripari, portando i nostri cuori quasi a zero.

Shantae

Gli Hub e i Boss

Abbiamo una sorta di Hub Centrale all’interno del gioco, questo non è altro che la città dove siamo i guardini: Scuttle Town. All’interno della movimentata cittadina, potremo potenziare la nostra Shantae, oppure accettare degli incarichi o consumare degli oggetti che abbiamo acquistato di recente. La selezione dei livelli è molto semplice, ma possiamo confermarvi che quest’ultimi sono veramente tanti e come vi abbiamo detto, la longevità è piuttosto buona per un titolo della serie. Anche i boss del gioco hanno del genio, poiché sono strutturati piuttosto bene e ognuno ha bisogno dell’ingegno del giocatore per essere sconfitti, donando un senso di appagamento alla riuscita della battaglia.

Shantae

Una struttura funzionante e dei DLC accettabili

Strutturalmente i livelli sono molto ispirati, sono presenti tanti percorsi e graficamente sono veramente appaganti. L’esplorazione è un elemento importante, perché sarà possibile trovare degli oggetti nascosti in giro per la mappa. Nelle fasi di esplorazione è importante saper giostrare le trasformazioni, perché queste ci permetteranno di accedere in determinate zone altrimenti inaccessibili.

Siamo giunti ai contenuti aggiuntivi, ma in primis vi parleremo di quelli che contengono degli elementi narrativi. Il primo è dedicato alla famosa pirata Risky Boots – ve ne abbiamo parlato giusto qualche riga sopra di lei -. Avremo la possibilità di poterla controllare, notando fin da subito che i comandi sono totalmente diversi, ricevendo così un esperienza totalmente diversa da quella dell’eroina della serie. Il contenuto è sicuramente piacevole da giocare, ma basteranno solo due orette scarse per portarlo al termine. L’altro DLC è dedicato agli amici della mezzo-genio, si colloca narrativamente in una parte della narrazione del gioco e avremo modo di usare tutti gli amici che abbiamo conosciuto durante la storia. L’ultimo contenuto è quello dei costumi, che ci permettono di vestire Shantae in altri panni e ricevendo così delle abilità uniche. Sicuramente un aggiunta gradita, ma che sostanzialmente oltre a modificare leggermente il gameplay non osa oltre.

Shantae

Lo stile di Shantae non si batte!

Lo stile grafico è piacevole, abbiamo un rinnovamento totale sia degli Sprite ma anche dei Portrait, ricchi di animazioni che non avevamo mai visto in altri capitoli. Lo stile di disegno è molto più pulito, è possibile apprenderlo anche dai luoghi che andremo a visitare, sempre molto ispirati e ben ideati. Il comparto audio è come sempre perfetto, il doppiaggio di Shantae è sempre magnifico, ma anche quello dei personaggi meno importanti, il tutto è amalgamato da una colonna sonora che lascia sempre il segno e che porta il classico marchio delle note della serie.

Shantae

Commento Finale su Shantae

Concludendo, possiamo dire che questa esperienza completa di Shantae: Half Genie-Hero è perfetta ed è un ottima possibilità di recuperare il titolo a un prezzo veramente vantaggioso. Parlando del gioco base, resta un titolo molto godibile con una trama che intrattiene fino alla sua fine, il tutto curato da un comparto grafico piacevole alla vista e da un eroina sempre divertente. Noi ci sentiamo in dovere di consigliarvi questo capitolo della serie, specialmente ora che è arrivato in una versione completa di contenuti aggiuntivi.

Tags
Vedi altro

Federico Molino

Amante delle opera di nicchia e delle belle OST. Appassionato instancabile di molte cose, ma tra le tante spiccano il cinema e la fotografia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close