Ubisoft ha dato la possibilità di testare il nuovo The Crew tramite l’open beta iniziata il 21 Giugno. Abbiamo provato il titolo ed ecco le nostre prime impressioni.

La domanda che sicuramente in molti si saranno fatti è: “avevamo effettivamente bisogno di un nuovo The Crew?”. La risposta dipenderà sicuramente da quale sia stata la vostra esperienza con il primo capitolo. Se siete fra quelli che hanno detestato The Crew per la sua modesta qualità generale e il suo sistema di guida troppo arcade, il pensiero di essere in hype per un sequel sicuramente non vi tange. Se, come il sottoscritto, siete riusciti bene o male ad apprezzarne i lati positivi, passando sopra agli evidenti difetti, allora magari speravate che un eventuale sequel potesse elevare la qualità del brand, migliorando dove il primo era palesemente carente.

The Crew

Con mio disappunto, devo ammettere che dal provato di questo nuovo The Crew 2 non sono scaturite impressioni molto positive, ma andiamo con ordine. Il gioco si apre con una sequenza filmata in cui non nego di aver provato imbarazzo per la qualità infima della sceneggiatura e dei dialoghi. Purtroppo nemmeno il doppiaggio riesce a risollevare la situazione, visto che anche quest’ultimo è a malapena accettabile. Conclusa la cutscene si entra subito in azione, con una gara formata da più discipline che ha l’obiettivo di mostrare al giocatore le caratteristiche del nuovo The Crew, ovvero l’aggiunta delle competizioni in barca e in aereo. Da un lato troviamo una gara su strada con un gameplay ben ancorato al sistema di guida del primo capitolo, che rimane completamente arcade, ma che riesce comunque a dare una bella e piacevole sensazione di velocità e adrenalina. Dall’altro troviamo le poc’anzi citate gare in barca e in aereo: il piattume. Quella che dovrebbe essere la caratteristica significativa del gioco, che ha come obiettivo quello di suscitare curiosità nei possibili acquirenti del sequel si rivela essere un aggiunta a dir poco inutile. La mancanza di curve strette, ostacoli, traffico o altri imprevisti che possono aggiungere dinamicità alla gara, rende le corse in barca/aereo infinitamente tediose.

The Crew

Inoltre, esattamente come nel primo capitolo, anche qui è praticamente assente un qualsiasi sistema di rilevamento delle collisioni. Ogni qual volta ci andremo a schiantare contro altre auto o contro un muro, riusciremo ad ottenere come risultato esclusivamente dei graffi sulla carrozzeria. Fortunatamente, riguardo l’aspetto del tuning e della personalizzazione dei veicoli sono stati fatti dei miglioramenti, ora le auto possono essere modificate a piacimento nel dettaglio e i pezzi di ricambio da montare sono tanti e vari. Sono riuscito ad apprezzare particolarmente anche le gare off-road, che si sono mostrate l’attività più divertente e forse meglio riuscita fra quelle proposte in questa beta. Per quanto riguarda invece il miglioramento meccanico dei veicoli è stato implementato un sistema di loot: conclusa un’attività potremo raccogliere dei “pacchetti” che contengono vari pezzi e miglioramenti casuali da applicare alla nostra auto. Più il livello della sfida completata è alto, maggiore sarà la possibilità di trovare pezzi rari all’interno di questi ultimi. Un’aggiunta che si potrebbe rivelare interessante o terribilmente frustante, staremo a vedere come Ubisoft gestirà quest’aspetto nel lungo termine nel gioco completo. Da sottolineare che anche la colonna sonora è un graditissimo accompagnamento durante le gare, le tracce musicali sono frenetiche ed elettrizzanti.

Conclusioni

Questo provato di The Crew 2 mi ha purtroppo lasciato l’amaro in bocca. Gli aspetti negativi che sono venuti fuori facilmente da questo test sono sicuramente derivati dal fatto che tutti gli aspetti positivi di questo titolo, sono in realtà quelli che erano già presenti nel primo. L’enorme mappa completamente esplorabile, i tanti veicoli disponibili, la possibilità di personalizzazione e l’enorme quantità di attività e obiettivi da portare a termine rimangono sicuramente pro del gioco, ma che sono semplicemente già presenti nel primo The Crew. Le nuove aggiunte giustificano davvero l’acquisto di un sequel? Ne riparleremo nella recensione del gioco completo.

 

Volete rimanere aggiornati su questo gioco e altri titoli? Registratevi sul nostro canale notizie su Telegram per potere rimanere sempre sulla cresta dell’onda per quanto riguarda anime, videogiochi, film e tanto altro!

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: