Analizziamo il tredicesimo episodio di Steins;Gate 0, adattamento animato dell’omonima Visual Novel. Volete un analisi di tipo diverso? Date un’occhiata a quelle scritte dai nostri amici di Open The Steins;Gate Italia.

Quanto riportato include alcuni spoiler sulla puntata, vi consigliamo quindi di leggere solo dopo la visione di quest’ultima.

Sinossi tredicesimo episodio di Steins;Gate 0

Dopo una conclusione piuttosto sentimentale come quella della scorsa puntata, assistiamo alla riunione definitiva fra Mayuri e Kagari. Quest’ultima dopo numerosi anni senza sua madre, è finalmente riuscita a ritrovarla e godere della sua presenza. Non a caso Kagari si comporta a tutti gli effetti come una bambina in presenza di sua madre.

Ma come ci insegna Steins;Gate, anche nei momenti di gioia si cela incombente un lato malinconico, infatti Suzuha è ancora arrabbiata con Kagari per quanto successo nel passato. Nel negozio di Braun le due hanno un forte battibecco dovuto ai rancori di anni or sono, che si risolve con un’ennesima incomprensione.

tredicesimo episodio di Steins;Gate 0 litigio fra Suzuha e Kagari

Braun interviene e ammonisce le ragazze di tornare a lavoro se non vogliono vedere la loro già misera paga dimezzata. Finito il turno di lavoro, Okabe parla con Braun di una questione abbastanza scottante, cioè come è possibile che Kagari abbia non solo dei vuoti di memoria, ma persino delle distorsioni.

Si giunge alla conclusione che si potrebbe trattare di una tecnica avanzata di lavaggio del cervello, anche se non ne sussitono ancora le prove. Nonostante la situazione ancora incerta, Mayuri decide di organizzare una festa a Kagari, invitando ovviamente gli amici più stretti.

tredicesimo episodio di Steins;Gate 0 Mayuri organizza una festa in laboratorio

L’episodio si conclude con la sensazionale scoperta di Moeka di un rudere in cui era segregata Kagari e la scomparsa misteriosa di quest’ultima.

Il potere della musica (2)

A scapito di quanto visto in precedenza, stavolta la musica viene presentata sotto un punto di vista ancora più irrazionale. In questo tredicesimo episodio di Steins;Gate 0 una misteriosa melodia innesca gli interruttori più nascosti nei recessi della mente di Kagari.

Al legame indissolubile creato dalla canzone con Mayuri si contrappone quello forzato ed imposto dai messaggi subliminali, che rendono Kagari schiava di sé stessa. Questo elemento consente anche di ricollegarci al tema generale dei complotti, infatti se ben ricordate il termine K-6205 è legato a Mozart.

Ma quali indispensabili informazioni sono sommerse nei ricordi di Kagari? Sappiamo per certo che dietro di lei si nasconde qualcosa di più grande e che ancora non ci è dato conoscere.

Nell’antro della bestia

Chi si aspetterebbe mai che una innocente ragazza in cerca di sua madre possa essere in realtà qualcos’altro? Steins;Gate 0 ha disseminato diverse volte indizi che puntano a farci sospettare di alcuni personaggi, e questo caso non è affatto un’eccezione.

Inutile commentare chi fosse segregato in quel rudere se non la stessa Kagari, come facilmente intuibile dalle scritte e dalla figura di Mayuri disegnata. Quel rapporto apparentemente spontaneo fra madre e figlia potrebbe celare in realtà un qualcosa di più maniacale e feroce. Altro tema frequente in Steins;Gate 0 è la maggiore cura verso il lato psicologico, considerato anche dal punto di vista più oscuro.

tredicesimo episodio di Steins;Gate 0 disegno di Mayuri

Una scena piuttosto macabra

 

Esempio massimo Okabe, che ha velato il suo apparente carattere insicuro dietro la maschera di Hoioin Kyoma per molto tempo, fino a rifiutarla, giungendo a negare anche la sua vera identità. Kagari invece è totalmente succube di questo processo, ha vissuto in una situazione difficile sin dall’infanzia per poi essere salvata e sostenuta dalla figura materna di Mayuri.

Evidentemente, Kagari non ha mai superato la fase di distacco ed autonomia da sua madre, creando degli evidenti scompensi nel suo carattere, che abbiamo già potuto osservare dalla sua morbosa attrazione verso Mayuri. Non sappiamo ancora come sia stato effettuato il lavaggio del cervello o chissà quale altra tecnica su Kagari, però siamo sicuri che qualcosa non vada per il verso giusto.

tredicesimo episodio di Steins;Gate 0 Kagari e Mayuri

Kagari ed il suo affetto sconfinato verso la madre

Sempre verso la fine di questo tredicesimo episodio di Steins;Gate 0, vediamo grazie ad un flashback una figura già nota, intenta a prendersi cura di una Kagari bambina…

Un’occhiata al lato tecnico

Stavolta si ha una maggiore attenzione verso le digressioni riguardanti il passato di Kagari, con una particolare predilezione verso la luce. Quest’ultimo elemento viene usato per dare una maggiore sbavatura offuscata ai ricordi e anche per porsi in contrasto alle vicende cupe che in realtà avvengono.

tredicesimo episodio di Steins;Gate 0 Kagari in città

Un esempio brillante di uso dell’ambientazione

Incontriamo di nuovo l’uso saggio dei paesaggi e degli scenari urbani che si ergono possenti di fronte a Kagari, cosa che abbiamo già potuto osservare con Okabe molte volte durante Steins;Gate, specialmente nei suoi sogni.

La musica si presenta sempre azzeccata, anche nelle fasi più tese e dinamiche.

Coerenza con l’opera originale

Molti dettagli non erano presenti nella Visual Novel, dato che come abbiamo potuto notare è stato anche alterato l’ordine di alcuni eventi. Tirando le somme, quanto descritto è coerente con la trama e ci vengono anche forniti dettagli molto interessanti, come ad esempio la strana stanza situata dentro la casa abbandonata.

To be continued…

Suzuha e Okabe riusciranno a risolvere la situazione ormai critica con Kagari? Chi cerca la ragazza e per quale motivo? E soprattutto, cosa si cela dietro l’innocente figura di Kagari, una bestia sopita o la affettuosa ragazza a cui siamo abituati?

tredicesimo episodio di Steins;Gate 0 Kagari dolce

Cosa potrà mai nascondere Kagari?

E voi cosa ne pensate del tredicesimo episodio di Steins;Gate 0? Ricordiamo che è da poco in vendita su Steam la Visual Novel originale, già sbarcata su Sony nel 2016. Ne consigliamo caldamente l’acquisto e la recensiremo non appena possibile!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: