GamesRecensioniFeatured

Gal*Gun 2 – Recensione

E’ risaputo, i Giapponesi sono famosi per i videogiochi più stravaganti, soprattutto per quelli che puntano all’erotismo. La serie di Gal*Gun rientra in questa categoria, il primo capitolo è riuscito a riscontrare un gran successo dal pubblico occidentale, spingendo quindi al publisher di investire pure sul secondo capitolo, portandolo tra le nostre calde e dolci mani.

Per l’occasione è stata prodotta anche una versione per Nintendo Switch, l’ultima arrivata di casa Nintendo che non vuole esimersi da questo generi di giochi, anzi, li accoglie a braccia aperte per donarli ai suoi videogiocatori. Visto che il Publisher c’ha permesso di poter finalmente analizzare questa versione, abbiamo colto l’opportunità per parlarvi del gioco e della sua qualità sulla console portatile del colosso Giapponese che sta spopolando. Pronti a vedere dei bei seni e tanto altro? Vi lasciamo alla nostra recensione!

La categoria che possiamo affibbiare a Gal*Gun 2 è quella di sparatutto su binari con componenti tipiche delle Visual Novel, per via dei dialoghi. Il nostro principale scopo è quello di imbottire di feromoni le donzelle che ci “attaccheranno”, provocandogli una reazione molto forte e d’impatto, che potete ben capire qual è. Il tutto non ci si limita solo alle studentesse nel Liceo dove il nostro protagonista studia, ma anche alle professoresse che avranno bisogno anch’esse della loro carica di feromoni.

Gal*Gun 2 Switch

La trama non è un granché come originalità, saremo il classico studente che si ritroverà per un motivo piuttosto banale a indossare un visore per contrastare le giovani ragazze innamorate di lui. Ci viene spiegato che la causa principale è dovuta a dei demonietti che si invaghiscono delle studentesse. Da qui in poi gli scenari non ci daranno chissà quale informazioni al livello narrativo, ma nonostante tutto, si tratta di una produzione che si lascia seguire e con una discreta rigiocabilità che vi racconteremo nelle righe successive. Il buon Gal*Gun 2 non si limita a un solo finale, infatti potremo sbloccarne degli altri in base alle eroine, ma su questo non vogliamo approfondire per evitare spoiler. In aggiunta è possibile sbloccare degli outfit per le studentesse, inutile dirvi che sono uno più erotico dell’altro.

Gal*Gun 2 Switch

Il motore grafico spicca per la sua grafica in Cel-Shading, molto piacevole alla vista e che risalta le formose curve delle nostre malcapitate di turno. Tecnicamente sulla Nintendo Switch il titolo si difende molto bene, riesce a proporre un framerate piuttosto solido, nulla da invidiare a console di fascia superiore come PlayStation 4. Forse gli unici momenti dove si vede qualche difficoltà è durante i caricamenti, i quali risultano piuttosto lunghi e tediosi, molte volte rendono l’esperienza frustante e scoraggia il giocatore a tornare in determinati menù. Andando in analisi più profonde, l’Aliasign sembra far il suo lavoro in certi frangenti, mentre in altri si vede un effetto seghettato piuttosto brutto da vedere, probabilmente questo è dovuto per evitare drastici cali in determinate zone o situazioni, un adattamento comprensibile visto l’hardware sul quale gira.

Gal*Gun 2 Switch
Il comparto audio può vantare di un doppiaggio completamente in giapponese che è di ottima fattura, le voci sono molto stereotipate e riescono a creare la giusta enfasi nel momento nel quale vengono riprodotte. Certo, pure i rumori più molesti fanno la loro sporca figura, esaltato l’attimo e l’atto che stiamo per compiere. La colonna sonora è piuttosto colorita e divertente d’ascoltare, accompagna perfettamente le situazioni di gioco e gli stage che affronteremo lungo la nostra passionale “avventura erotica”. L’unica critica che si può muovere è il volume, le voci il più delle volte sembrano fuori campo e non si riescono a sentire con chiarezza in determinate zone di gioco. La traduzione in inglese l’abbiamo trovata di ottima fattura, non abbiamo riscontrato errori grammaticali o problemi di traduzione, il lavoro svolto da Pqube è di alta fattura.

Gal*Gun 2 Switch

Sicuramente si tratta di un’esperienza piuttosto stravagante, ma nonostante ciò, siamo rimasti molto soddisfatti nonostante non brilla tecnicamente. Il titolo è divertente da giocare, specialmente se cercate qualcosa da avviare al volo e poi riposare la console nella sua dock o nel porta-Switch. Il difetto principale risiede nel framerate nelle fasi più concitate, nel quale è possibile avvertire un leggero calo, che nonostante tutto è passabile. Se avete gradito il primo capitolo o siete alla ricerca di un titolo più spinto del solito, beh, Gal*Gun 2 fa per voi!

Tags
Vedi altro

Federico Molino

Ha viaggiato in innumerevoli mondi, ha combattuto i peggiori nemici e alla fine è giunto qui. E' ossessionato dagli JRPG e in un altra vita si pensa che fosse uno Shiba Inu.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close