FeaturedRecensioni

Analisi diciottesimo episodio Steins;Gate 0 – Altair della simmetria traslatoria

Analizziamo il diciottesimo episodio di Steins;Gate 0, adattamento animato dell’omonima Visual Novel. Volete un analisi di tipo diverso? Date un’occhiata a quelle scritte dai nostri amici di Open The Steins;Gate Italia.

Quanto riportato include alcuni spoiler sulla puntata, vi consigliamo quindi di leggere solo dopo la visione di quest’ultima.

Sinossi diciottesimo episodio di Steins;Gate 0

La puntata inizia in maniera piuttosto insolita con Leskinen che saluta Okabe. Come intuibile dai fin troppi indizi delle puntate precedenti, stiamo parlando di uno dei cattivi di Steins;Gate 0.

Nel mentre, veniamo fortunatamente a conoscenza che Mayuri è ancora viva e vegeta, ma ciò non basta a placare l’ira funesta di Kagari che trucida tutte le guardie armate senza pensarci due volte. Temporaneamente a terra e oramai ritenuta inoffensiva, riesce con un balzo a sopraffare le ultime truppe rimaste e a rendere “sicura” la zona.

Steins Gate 0 anime recensione episodio 18 Kagari trucida i soldati
Fortunatamente non hanno censurato questa parte

Durante tutto questo trambusto, Okabe viene minacciato da Leskinen che gli punta una pistola contro! Sfruttando una distrazione causata da uno sparo in lontananza, Okabe salta addosso al professore atterrandolo, ma commettendo il grave errore di non disarmarlo totalmente.

Steins Gate 0 anime recensione episodio 18 okabe atterra leskinen

Kagari guarda imbarazzata Mayuri, consapevole di essersi sporcata le mani, per poi crollare in preda all’estenuante dolore. Proprio quando Suzuha, Mayuri e Okabe vanno a soccorrere Kagari, Leskinen sbuca da dietro come prevedibile. Suzuha balza verso di lui per colpirlo alla gola con il suo fido coltello quando si ferma di botto: Maho e Daru sono stati presi in ostaggio.

Steins Gate 0 anime recensione episodio 18 kagari piange

Segue un interessante ed esplicativo monologo di Leskinen, che analizziamo meglio sotto essendo abbastanza dettagliato e degno di nota. Vittime del loro destino, non possono che accettare la sconfitta e la furbizia di Leskinen. Avanzando verso la macchina del tempo per portare a compimento il suo piano, Kagari afferra per la gamba il professore fermandolo, ma verrà immediatamente freddata dai colpi di pistola.

Suzuha come sempre coglie l’attimo per punirlo brutalmente, ma verrà fermata da Okabe e Daru, visto che stava per causare un omicidio. Dopo il frambusto, Mayuri e Suzuha corrono verso la macchina del tempo, assistiamo all’addio con Okabe e proprio quando sembrava fatta un missile distrugge la macchina del tempo…

Steins Gate 0 anime recensione episodio 18 suzuha grida

Annichilito, Okabe si reca al laboratorio, per risolvere la situazione con quell’oggetto che reputava di uso proibito, la Time Leap machine. La puntata termina in maniera molto drammatica con la lettura della lettera d’addio di Mayuri, che esprime anche molti altri sentimenti.Steins Gate 0 anime recensione episodio 18

Molto significativa la scena post titoli di coda con Luka, che esamineremo nella prossima analisi.Steins Gate 0 anime recensione episodio 18 luka tempio

Tanti volti per un personaggio eclettico

Una delle sorprese maggiori di Steins;Gate 0 è proprio la scoperta che Leskinen non sia veramente chi fa credere di essere. Sebbene gli indizi nella serie animata siano evidenti e numerosi, a partire da molte inquadrature ambigue, resta comunque un duro colpo scoprire che abbia sempre tramato nell’oscurità per tutto questo tempo.

Steins Gate 0 anime recensione episodio 18 leskinen vestito abito

All’interno della saga SciAdv, che include tutte le serie tra cui Steins;Gate, gli adulti hanno da sempre avuto un ruolo problematico all’interno della trama e qui non siamo di fronte ad un’eccezione. Senza scrupoli, assetato di conoscenza e geniale, ecco come descrivere questo personaggio spietato ma apparentemente pacato e giocoso.

Nello scambio di battute con Okabe, quest’ultimo afferma che Leskinen sia il vero scienziato pazzo, dichiarazione che è totalmente corretta. Steins;Gate 0 presenta una perfetta nemesi del protagonista, più anziana ed esperta ma allo stesso tempo curiosa come un bambino.

Steins Gate 0 anime recensione episodio 18 leskinen sguardo

Durante la serie abbiamo notato come Okabe sia sempre stato ben intenzionato e mai senza scrupoli o cattivo, senza farci ingannare dal discutibile comportamento nel finale di Suzuha, presente nella prima novel. Normalmente, da pienamente cosciente non ha mai pensato minimamente di sacrificare delle persone per i suoi scrupoli.

Leskinen invece ambisce alla sola conoscenza, non importa a chi o a cosa trasmetta informazioni, ma fa di tutto per soddisfare la sua sete di sapere. Nella prima serie, non avevamo di fronte dei personaggi così “cattivi”, ma più che altro vittime del loro destino in qualche modo.

A differenza di Moeka e Braun, il professore non è stato obbligato o spinto da nessuno, lo fa per sua spontanea volontà.

Leskinen: cattivo o neutrale?

Analizzando meglio il personaggio e il suo ruolo all’interno della storia, bisogna rettificare alcune cose. In primo luogo tiene veramente ad Okabe, anche se nell’anime non è molto chiara questa parte. Inoltre, non si rende propriamente conto del peso delle sue azioni, visto che è incapace di discernere il bene dal male.

Steins Gate 0 anime recensione episodio 18 leskinen risata
Una risata in pieno stile da cattivo

Certamente le sue azioni sono oggettivamente cattive, non ha fatto altro che contribuire ad una catastrofe mondiale e a rovinare consapevolmente la vita di Kagari e di molti altri. Il suo stesso progetto di lavaggio del cervello nel futuro esprime a pieno le potenzialità del suo genio maligno.

Steins Gate 0 anime recensione episodio 18 Maho e Daru ostaggio
Daru e Maho in ostaggio, quest’ultima delusissima dal suo mentore

In fondo, è sì un cattivo, ma non a 360 gradi per via della sua “innocenza” e della sua pazzia. Ingannare il mondo, usare il proprio genio per cambiarlo e mimetizzarsi fra la gente rappresentano il vero emblema dello scienziato pazzo di cui tanto si parla nella serie.

Ironico anche come sia stato realizzato fisicamente, un personaggio dai tratti bizzarri ma in parte infantili. Anche il suo doppiaggio e la presentazione negli episodi contribuiscono a creare una figura goffa e simpatica. Coperto dai suoi tratti serafici, riesce ad entrare in confidenza con i Labmem e a rubare preziose informazioni.

In conclusione, Leskinen compie azioni riprovevoli e degne di uno dei migliori cattivi, tuttavia, non lo fa per puro sadismo, solamente per raggiungere la sua meta finale, costi quel che costi.

Il monologo e il delirio del vero scienziato pazzo

Durante l’episodio il professore avvia una cassetta, fa partire la musica in sottofondo e spiega il macabro piano che ha raggirato tutti.

Kagari, arrivata nel passato con Suzuha, la tradisce per scomparire e riferire al Leskinen del passato le istruzioni dal suo se del futuro. Inizialmente diffidente, l’ancora giovane professore perde del tempo per verificare i dati e scopre che combaciano come detto da Kagari.

In parole povere, come impedire un cambio degli eventi senza creare sospetti? Facendo infiltrare qualcuno nella macchina del tempo, quindi Kagari non era altro che un agente segreto dormiente sotto lavaggio del cervello.

Steins Gate 0 anime recensione episodio 18 Leskinen giovane
Un giovane Leskinen ignaro del suo proficuo futuro

Cosa serve per realizzare il piano dal futuro? Il primo requisito necessario è conservare la conoscenza di Makise Kurisu, ragion per cui è nato il progetto Amadeus, vassallo della teoria sul viaggio nel tempo. Avete capito bene, come afferma Maho stessa non è intervenuto per prevenire la morte di Kurisu.

Anzi, la sua morte era il requisito necessario per continuare il piano! Inoltre, come previsto, la macchina del tempo esplode sul serio, per provare che alcune volte il destino sia immutabile.

Stratfor e la volontà di assoggettare il mondo

Purtroppo questo episodio taglia una parte molto bella che spiegava di cosa si occupasse questa misteriosa organizzazione. Quanto segue contiene spoiler su una parte della novel, non molto lunga ma ve lo segnaliamo comunque.

Come affermato in questo episodio 18, Stratfor è una sorta di CIA più underground, che si occupa quindi di intelligence. Non viene detto però che la loro ambizione, specialmente quella di Leskinen, sia quella di manipolare queste informazioni per influenzare i cervelli della massa.

Secondo il professore infatti, solo con alcune procedure è possibile manipolare con successo i pensieri delle persone e spingerli a densibilizzarli.

Una vita rovinata

Un altro personaggio al centro delle vicende di questa serie è Kagari, citata fin troppe volte nelle nostre analisi. Succube sin dall’infanzia, non è altro che una pedina nell’immensa scacchiera di Leskinen, che riesce a “prepararla” per l’ardua missione.

Questo personaggio ha avuto i suoi momenti spontanei in cui si è comportata seguendo i suoi sentimenti, ma non per molto. Quando viene risvegliata col trigger giusto, la situazione si ribalta e l’unico stimolo a cui reagisce è la figura di sua madre adottiva.

La morte di Reyes, il trucidio dei soldati sono avvertiti come eventi normalissimi e necessari. Fino a quando Kagari non guarda in faccia sua madre per crollare psicologicamente realizzando la gravità dei suoi gesti e come possa facilmente emergere il lato bestiale che è dentro l’uomo.

Steins Gate 0 anime recensione episodio 18 Kagari blocca Leskinen
Kagari nell’atto disperato di fermare l’avanzata di Leskinen

Se Leskinen rappresenta la figura dello scienziato pazzo, Kagari ne è la cavia principale, uno dei suoi esperimenti meglio riusciti. Tuttavia, non esiste nessun sentimento di affetto o compassione, è solamente uno strumento da usare e poi gettare via. Non a caso, la sua morte avviene senza ripensamenti o pentimenti, fredda e veloce.

A stupire è l’ultimo momento di Kagari, che tenta invano di rallentare il malfattore ma viene tristemente freddata, terminando teatralmente la sua parte nello spettacolo allestito dal burattinaio.

Steins Gate 0 anime recensione episodio 18 Leskinen uccide Kagari
Leskinen leva di torno Kagari

I veri sentimenti di Mayuri

Alla fine possiamo assistere alla scena in cui Okabe legge la “lettera” di Mayuri o più precisamente un suo messaggio su RINE. L’amica d’infanzia spiega il perché delle sue azioni ed anche i sentimenti che nutre verso Okarin e la sua controparte, Hououin Kyoma.

A differenza dell’episodio scorso, viene affermato che ama di più Okarin e non il suo altro lato, scelta che dimostra come anche il normale Okabe abbia una sua identità. Ciò lascia supporre che le due figure non siano reputate scisse o antagoniste, bensì collegate da un filo di continuità.

Steins Gate 0 anime recensione episodio 18 Mayuri macchina del tempo
Mayuri prima di salire sulla macchina del tempo

Questa distinzione non era molto evidente prima, dato che Okabe stesso ha demonizzato questo suo aspetto relegandolo a “passato oscuro”. Al contrario, i suoi amici attendono ancora la rinascita della fenice, Hououin Kyoma, che li libererà dal triste fato che condividono.

Mayuri compie inoltre un enorme presa di coscienza e di volontà, passa da ostaggio in senso figurato ad artefice del proprio destino, influendo così sulle sorti del mondo.

Steins Gate 0 anime recensione episodio 18 mayuri stardust handshake
Stardust Handshake che tende a Hikoboshi

Reyes chi?

Sentiamo brevemente durante l’episodio che Reyes sia morta, ovviamente per mano di Kagari. Ma chi era Reyes in realtà?

La fine di tutto

Questo episodio segna uno dei punti più drammatici della serie, ricordandoci che dopo quanto visto con la morte di Kurisu esiste anche la possibilità di fallire ancora. Per fortuna, la situazione è reversibile riusando un dispositivo di nostra vecchia conoscenza, unico barlume di speranza in un mondo ormai condannato.

Steins Gate 0 anime recensione episodio 18 Okabe
Non resta altro che usare i vecchi metodi

Non resta altro che tentare di ritentare un corso degli eventi differente per prevenire che accada tutto questo.

Un’occhiata al lato tecnico

Steins Gate 0 anime recensione episodio 18 Suzuha dà un pugno a Leskinen
Si ferma il tempo

La prima cosa che salta all’occhio è il miglioramento notevole e visibile delle scene dinamiche. Nelle scorse puntate il movimento era espresso in maniera piuttosto rigida e quasi forzata, usando un gioco di inquadrature molto dubbio. Invece, la scena di Kagari si presenta come più fluida e comprensibile, senza dubbio un consistente passo avanti.

Le inquadrature esasperano ulteriormente la drammaticità della narrazione, specialmente i primi piani, che si posano sui volti estenuati dei nostri eroi. Da notare l’ottima scelta di regia su Leskinen, durante il suo monologo assistiamo ad una sovrapposizione della sua immagine attuale a quella del futuro, che evidenzia l’immortalità del suo genio nel tempo.Steins Gate 0 anime recensione episodio 18 leskinen ombra luce

Molto interessante come sempre la luce, come visibile nella scena del pugno di Suzuha o ancora di più nel contrasto della risata di Leskinen. Nell’ultimo caso abbiamo il lato sinistro su cui cade l’ombra, il lato opposto su cui sbatte invece la luce, per evidenziare la sua doppia natura ambigua.

Passando al comparto sonoro altri miracoli, non basta la splendida versione box di Hoshi no Kanaderu Uta, theme song di Kagari, ma anche Lyra alla fine dell’episodio, qualcuno si ricorda per caso dell’episodio 8?

Coerenza con l’opera originale

Seguendo la riga della linea temporale mai esplorata, abbiamo diverse considerazioni in merito. In primis, ci sono notevoli riferimenti a due finali dell’opera originale, che sarebbero Gehenna’s Stigma e Vega & Altair. Questo episodio rappresenta il primo dei due finali menzionati, cioè la bad end. Tuttavia, nella novel non abbiamo mai avuto conferme di cosa accadesse dopo, nonostante fosse possibile risolvere la situazione.

Quanto segue contiene spoiler pesanti su ben 2 finali della Visual Novel, quindi evitate di leggere quanto segue e saltate alla conclusione se non l’avete giocata o avete intenzione di giocarla.

A stupire maggiormente è il contenuto, infatti moltissimo del contenuto del secondo è stato trasposto in questo episodio! Infatti, in Gehenna’s Stigma, Okabe non raggiunge mai il tetto di Radio Kaikan, ma viene a sapere indirettamente da Maho che Suzuha e Mayuri sono misteriosamente scomparse.

Steins Gate 0 anime recensione episodio 18 visual novel leskinen pistola
Scena riportata anche nell’anime

Non solo, Okabe viene rapito da Maho (sotto lavaggio del cervello in seguito ad una determinata azione) e portato direttamente da Leskinen, che spiega col suo monologo a mo’ di lezione didattica gli scopi di Stratfor e le sue ambizioni perverse.

In Vega & Altair, di cui parleremo solo in parte per evitare spoiler, è riscontrabile la parte che abbiamo visto, con l’aggiunta del monologo esplicativo di Leskinen e il taglio di altre scene. Tuttavia, non finisce ovviamente male come la puntata 18, ma in maniera diversa…

Steins Gate 0 anime recensione episodio 18 visual novel Mayuri macchina tempo
Scena del finale Vega & Altair, Mayuri dà il suo addio a Okabe

Oramai per chi conosce la storia originale è facile intuire cosa potrebbe accadere adesso, ma evitiamo comunque di riportare troppe informazioni per non dare troppi spoiler.

To be continued…or not?

Un mondo prossimo al baratro, un giovane distrutto e una battaglia che imperversa nel mondo e nei cuori dei nostri protagonisti. Riuscirà Okabe a tornare indietro nel tempo e prevenire che il fato punisca ancora e ancora ogni tentativo di ribellione?

Steins Gate 0 anime recensione episodio 18 Hikoboshi
Hikoboshi…

E voi cosa ne pensate del diciottesimo episodio di Steins;Gate 0? Ricordiamo che è in vendita su Steam la Visual Novel originale, già sbarcata su Sony nel 2016. Segnaliamo inoltre uno sconto sulla versione PS Vita! Ne consigliamo caldamente l’acquisto e la recensiremo non appena possibile!

Tags
Vedi altro

Marco Giordano

Grande fan dei generi di stampo orientale, predilige quasi ogni genere purché motivato da scelte estetiche o da una trama solida. Attratto non solo dal lato informatico dei videogiochi, ma anche dal loro aspetto stilistico ed economico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close