ArticoliFeatured

Monster Hunter Generations Ultimate: guida al villaggio di basso rango

Il villaggio basso rango di Monster Hunter Generations Ultimate costituisce il punto d’ingresso per chi si approccia al titolo. Esso rappresenta il livello di difficoltà più basso, una sorta di tutorial per conoscere le basi del gioco.

Tuttavia molti vorranno procedere il prima possibile verso le missioni più avanzate, lasciandosi in fretta alle spalle questi semplici incarichi.

In questa prima parte della guida alle missioni, cominceremo ad occuparci proprio di esse.

villaggio basso rango di monster hunter generations ultimate
I quattro villaggi principali Pokke, Bherna, Yukumo e Kokoto

Il villaggio Basso Rango di Monster Hunter Generations Ultimate

A differenza di Monster Hunter World, le missioni principali e le secondarie non sono separate, ed è molto difficile distinguere le une dalle altre. Anche qui, basterà completare le quest chiave per sbloccare le missioni urgenti che ci consentiranno di avanzare di grado.

Attenzione però: il Grado Cacciatore della nostra tessera gilda è legato solo alle missioni gilda!

Le missioni del villaggio sono divise in due macrocategorie, quelle di Basso Rango e quelle di Alto Rango, sbloccate dopo aver completato le prime.

Qui di seguito, l’elenco completo delle missioni di Basso Rango necessarie per avanzare nel Villaggio.

villaggio basso rango di monster hunter generations ultimate

Rango 1

  • Falcia la felce!: in questa semplice missione dovremo consegnare nella cassa oggetti rossa 8 felci speciali; esse potranno essere trovate in quasi tutte le aree della Frontiera Giurassica.
  • Caccia fungina: anche questa missione consiste nella consegna di 5 oggetti, i funghi abissali ottenibili nelle aree 9, 10 e 11 della Frontiera Giurassica. Per missioni di questo tipo è consigliabile usare la modalità Cacciamiao, in quanto i felini hanno resistenza infinita per muoversi velocemente.
  • Uno smacco al Maccao!: il nostro obiettivo è uccidere 10 Maccao, dei raptor coperti da un piumaggio verde, sparsi per tutta la mappa.
  • La vendetta della miadama: questa volta i nostri bersagli saranno i Jaggi, piccoli raptor dalla pelle arancio-viola. Dovremo eliminarne 10, ma attenzione: le Jaggia, loro controparte femminile dalla corporatura molto più robusta non conteranno nel totale.

Una volta completate queste quattro missioni, sbloccheremo la nostra prima urgente: Agile Fuorilegge. Il Gran Maccao, capo dei Maccao, è il nostro primo mostro grande, più forte dei suoi minion e con una grande cresta gialla sulla testa.

Bisogna fare attenzione alle sue cariche improvvise, ma ha un punto debole: colpendolo sulla coda mentre si tiene in equilibrio su di essa lo farà sbilanciare e cadere a terra.

Completando questa missione, avremo accesso alle missioni di Rango 2.

villaggio basso rango di monster hunter generations ultimate

Rango 2

  • Rhenoplos scalmanato: un altro incarico semplicissimo, ci basterà stanare ed uccidere 5 Rhenoplos.
  • Ingorgo di Gendrome: questa è la nostra prima missione in una nuova mappa, le dune! Qui è consigliato portarsi sempre le bevande fresche, o il caldo soffocante abbasserà la nostra salute. Il nostro avversario è il Gendrome, un grande raptor dalla pelle giallo-marrone. Come il Gran Maccao è molto agile, le sue zanne sono intrise di veleno paralizzante e chiederà spesso l’aiuto dei suoi minion.
  • Lo squalo di terra: Il Cephadrome passa la maggior parte del suo tempo sotto la sabbia, per uscire solo ogni tanto con degli attacchi a sorpresa. Utilizzando una bomba sonica, o un corno da caccia con la melodia onde sonore, sarà possibile costringerlo ad uscire e stordirlo per un po’.
  • Caccia grossa: di nuovo alle dune, dovremo liberarci di 5 hermitaur, delle specie di granchi rossi con una corazza bianca.

È già di nuovo il momento della missione urgente, Zanne Capricciose! Il Tetsucabra frutta le sue enormi zanne per scavare nel terreno e lanciarci addosso enormi massi. Esse possono essere rotte, per indebolire alcuni suoi attacchi.

Il suo ruggito ci stordirà per alcuni secondi, ma è annullabile schivando al momento giusto, con la schivata speciale dello stile valoroso, col buff bianco-arancio del falcione insetto, parando con un’arma provvista di scudo, o con l’abilità tappo orecchi (attivabile accumulando 10 punti “udito” nell’armatura).

villaggio basso rango di monster hunter generations ultimate

Rango 3

  • Fauna molesta: lo Yian-Kut Ku è un mostro simbolo della serie. È in grado di attaccare sia con cariche improvvise, sia sputando palle di fuoco. In fase di rage, farà entrambe le cose contemporaneamente.
  • Germogli dell’abisso: questa missione, che prevede la consegna di 8 funghi abissali, ha una particolarità. Non partiremo al campo base, ma nella zona 10, e ci troveremo immediatamente faccia a faccia con un Glavenus. I giocatori più esperti potranno provare a cacciarlo per ottenere subito alcuni materiali, ma è anche possibile ignorarlo completamente.
  • Gigante in agguato: il nostro obiettivo è il Daimyo Hermitaur, una versione più grande dei piccoli Hermitaur. Il teschio di mostro che porta sulla schiena è molto resistente e le nostre armi rimbalzeranno facilmente su di esso. Bisogna prestare particolarmente ai suoi attacchi a sorpresa quando va sottoterra.
  • Il ghiottone del deserto: Il Nibelsnarf è un mostro che lascia fuori dalla sabbia solo la sua enorme testa, che usa per mordere e soffiare potenti getti di sabbia. Quando ci carica, è possibile spingerlo ad ingoiare una bomba botte grande precedentemente posizionata: in questo modo si stordirà, e sarà possibile “pescarlo” per costringerlo a stare inerme fuori dalla sabbia per un po’.
  • Bagnati fradici: Questa missione diverrà disponibile solo dopo aver completato “Germogli dell’abisso”. Il nostro obiettivo è un Ludroth reale, leviatano in grado di accumulare acqua all’interno del proprio collare spugnoso. Quest’ultimo può essere rotto due volte.
  • Bottino luccicante: Il Gypceros combatte in maniera simile allo Yan Kut-Ku, ma con due differenze: è in grado di sputare veleno al posto di fiamme, e la cresta sulla sua testa è in grado di sparare potenti flash. Se si viene colpiti da questi, si rimarrà storditi per qualche secondo, ma con uno scudo o una schivata al momento giusto è possibile evitarne gli effetti. Se si colpisce la testa la cresta si romperà, ma il mostro continuerà a cercare di eseguire, inutilmente, quell’attacco. Quando si trova in fin di vita, farà finta di morire, per poi rialzarsi all’improvviso facendo danno ai cacciatori vicini, quindi attenzione! Infine, è immune alle trappole a scossa.

Una volta completati tutti questi incarichi, è di nuovo tempo di missione urgente, questa volta contro il Malfestio. Questo subdolo gufo è in grado di infliggere lo status confusione tramite le scaglie dorate che rilascia dalle ali, condizione che invertirà i comandi di direzione.

Il villaggio basso rango di Monster Hunter Generations Ultimate

Questo status diventa particolarmente pericoloso quando lancia il suo attacco ipnotico, un cono di luce azzurrina che ci addormenterà se lo attraverseremo. Da questo momento in poi, il ruggito di tutti i mostri ci stordirà se non saremo preparati, come col Tetsucabra.

Incarichi extra prima di proseguire

È giunto il momento di compiere alcune missioni che ci siamo lasciati indietro. Benchè finora non sia stato obbigatorio per noi completarle, più avanti saranno necessarie per poter sbloccare alcune missioni chiave. Esse sono:

  • 2* Che grana sei, Velociprey!: Uccidi 10 Velociprey.
  • 2* Caccia il Velocidrome: Dovremo uccidere un Velocidrome, il mascio alfa dei piccoli Velociprey. Il suo stile di combattimento è molto simile a quello del Gendrome.
  • 2* Uccidi il Giaprey: Uccidi 10 Giaprey.
  • 2* Il domatore della montagna: Dovremo uccidere un Bulldrome, mostro dall’aspetto di un enorme cinghiale. Sebbene faccia solo cariche frontali facili da evitare, può fare enormi danni.
  • 2* Ciao ciao, Jaggia: Uccidi 8 Jaggia.
  • 2* Il principe Arzuros: Uccidi un Arzuros.
  • 3* Minaccia locale: Uccidi uno Yian Kut-Ku.
  • 3* S.O.S.: Uccidi un Ludroth Reale.
  • 3* L’ombra nelle montagne: Il Khezu è una viverna bianca completamente cieca, col collo allungabile e capace di generare elettricità. Il suo ruggito è più potente degli altri mostri, infatti solo 10 punti in tappo orecchie non sarà sufficente ad annullarlo. Le zone in cui vive sono grotte molto fredde, quindi è consigliabile usare una bevanda calda per evitare di ridurre la propria resistenza massima.
  • 3* Nella tana del wyvern: ci ritroveremo immediatamente faccia a faccia con l’Astalos, mentre cerchiamo di rubare due uova di wyvern dal suo nido. Mentre trasportiamo un uovo non possiamo rotolare e dobbiamo evitare di essere colpiti o di cadere da dislivelli eccessivi, o si romperà.
  • 3* Richiamo profondo: i Popo sono docili mostri erbivori, ma dovremo ucciderli per ricavarne 3 lingue di Popo e consegnarle al campo base. A cercare di impedircelo, comparirà una possente Gammoth.
  • 3* Rissa nei boschi: il bersaglio è una nostra vecchia conscenza, il Bulldrome. Purtroppo, nell’area gira anche un pericoloso Mizutsune.

villaggio basso rango di monster hunter generations ultimate

Rango 4

  • L’ira della Rathian: la Rathian è una viverna verde, in grado di sputare palle di fuoco e avvelenarci tramite la sua coda. Quando è in volo alle nostre spalle bisogna spostarsi lateralmente, o ci colpirà con i suoi aculei velenosi.
  • Occhi di fuoco: il Nargacuga sfrutterà la sua immensa velocità per colpirci, costringendoci a schivare molto spesso. Il suo attacco più potente consiste nel girarsi di 180° e schiantare la possente coda a terra, ma al termine della mossa rimarrà scoperto per un nostro contrattacco.
  • Samba serpentina: il Najarala ha due metodi di attacco: prima ci lancerà delle scaglie che farà poi esplodere, stordendoci. Poi proverà a stritolarci nelle sue spire, paralizzandoci se cerchiamo di fuggire. In questo caso la schivata in tuffo (premendo B mentre corriamo lontando dal mostro) può salvarci la vita, consentendoci di fuggire dalla sua stretta.
  • Racconti della palude: Uccidi un Khezu
  • Infatuazione crostacea: lo Shogun Ceanataur è un cugino del Daimyo Hermitaur che vive soprattutto nelle zone vulcaniche. I suoi arti affilati possono infliggere lo status sanguinamento, che ci farà perdere vita costantemente a meno che non consumiamo della carne o ci accucciamo per un po’. Attenzione! Il mostro va assolutamente catturato, ucciderlo porterà al fallimento della missione.

La quest urgente questa volta sarà Tempi bui, che ci vedrà contro uno Yian Garuga. Dall’aspetto sembra uno Yian Kut-Ku viola, ma non fatevi ingannare. È molto più veloce e forte del suo cugino, e la sua coda è intrisa di veleno. Sfrutterà spesso i suoi ruggiti per stordirci e attaccarci a tradimento col possente becco.

villaggio basso rango di monster hunter generations ultimate

Rango 5

  • L’artiglio tonante: l’Astalos è tornato, ed è nostro compito cacciarlo. Durante la missione alcune sue parti del corpo si caricheranno di elettricità, potenziando i suoi attacchi. Colpendo ripetutamente quelle parti sarà possibile scaricarle, staggherandolo o addirittura bloccandolo a terra.
  • L’incrollabile colosso: La Gammoth possiede un elevatissimo numero di hp, quindi la battaglia potrebbe risultare molto lunga. Tramite la sua proboscide è in grado di sputare blocchi di neve capaci di congelarci o immobilizzarci.
  • L’incantevole danzatore: il Mizutsune è un mostro unico, in grado di generare bolle di sapone sul quale scivolare agilmente. Se verremo colpiti da una di esse guadagneremo un bonus ai frame d’invulnerabilità durante le schivate, ma hanno una controindicazione: se verremo colpiti una seconda volta subiremo lo status “saponato”, in cui il nostro cacciatore non riuscirà a reggersi in piedi scivolando di continuo.
  • Il nemico del pescatore: il Lagiacrus è un grande leviatano elettrico, che ci attaccherà con numerosi attacchi a distanza capaci di coprire anche ampie aree di terreno. A distanza ravvicinata non va comunque sottovalutato.
  • Il re con vesti fumanti: il Rathalos è la controparte maschile della Rathian. Dotato di scaglie rosse, il veleno è contenuto negli artigli delle zampe piuttosto che nella coda, e passa molto più tempo in volo. È consigliabile portarsi dietro delle bombe lampo per accecarlo e farlo cadere in questi casi.
  • La furia del vulcano: il nostro obiettivo è l’Uragaan, un wyvern brutale col corpo coperto di minerali. È capace di secernere un gas soporifero, appallottolarsi per rotolare contro di noi a tutta velocità e lanciare rocce esplosive. Se spinto a cadere, è possibile usare il piccone per estrarre minerali dalla sua schiena.

La nostra avventura nel Basso Grado si avvicina alla conclusione con La spada rovente, missione che ci chiederà di abbattere il Glavenus. Egli userà la possente coda come se fosse uno spadone per attaccarci, fermandosi talvolta per affilarla.

Quest’ultima può essere tagliata, ma solo mentre si trova nello stato incandescente. Se la gola del mostro è rossa incandescente, è possibile colpirla per creare un’esplosione che farà cadere il mostro per un po’.

villaggio basso grado di monster hunter generations ultimate

Rango 6

  • Le ali dell’oscurità: il misterioso Gore Magala sarà il nostro avversario. Questo drago completamente cieco usa le scaglie che sparge in giro per percepirci. Entrare in contatto con esse ci farà subire lo status virus: se riusciremo a debellarlo facendo abbastanza danno al mostro verremo ricompensati con un bonus all’affinità dell’arma, altrimenti perderemo temporaneamente la parte rossa della barra della vita, annullando la possibilità di rigenerarci da parte dei danni subiti.
  • Territorio violato: in questa missione dovremo cacciare lo Zinogre, wyvern zannuto che attira sulla propria schiena numerosi insetti folgore per caricarsi di elettricità statica. I momenti in cui si ferma per accumulare energia sono un’occasione per attaccarlo, ma attenzione all’esplosione elettrica che segna il passaggio dalla prima fase alla seconda.
  • Tigrex per la coda: questa volta tocca al Tigrex, mostro dai ruggiti così potenti che subiremo danno se gli saremo di fronte. Egli attacca con diverse cariche rettilinee, rimanendo scoperto dopo ognuna di esse.
  • Mille scaglie di paura: il nostro obiettivo è il Seregios, un wyvern volante molto agile capace di attaccare dalla distanza tirandoci le sue scaglie affilatissime. Come lo Shogun Ceanataur, è in grado di infliggere il sanguinamento.
  • Brachydios mio!: la penultima missione del basso grado ci chiede di affrontare il wyvern brutale Brachydios. Egli secerne una melma esplosiva con cui ricopre i propri arti anteriori. Se verremo colpiti dalla melma, subiremo il blastblight, per cui dovremo rotolare in fretta 3 volte per terra o subiremo una potente esplosione.
  • Ferma il ciclo di morte: lo Shagaru Magala è la forma adulta del Gore, che abbiamo già affrontato in precedenza, per cui condividono molte caratteristiche. Essendo un drago anziano, tuttavia, sarà completamente immune alle trappole.

villaggio basso rango di monster hunter generations ultimate

Attività extra prima del passaggio di grado

Tuttavia non finiscono qui le cose da fare in questa sezione del gioco. Infatti completando tutte le missioni dei primi 5 ranghi, escluse quelle esclusive della modalità cacciamiao, sbloccheremo un nuovo incarico molto speciale.

La missione “Avanzata: Dalla padella…” è uno scontro in arena contro il Deviljho solitario, e poi contro un Tigrex e un Nargacuga contemporaneamente. Completarla ci ricompenserà con la Piuma Hayabusa, un elmo dotato di ben 15 punti nell’abilità Occhio Critico.

Solo equipaggiando questo elmo, quindi, attiveremo istantaneamente l’abilità Affinità+2.

Con questo si concludono le missioni di Basso Rango del villagio. Nella prossima parte della guida vedremo la missione urgente per sbloccare gli incarichi di Alto Rango, assieme alle missioni chiave per superarlo.

Vi invitiamo a iscrivervi a Monster Hunter Italian League, il gruppo numero uno in Italia di Monster Hunter e a seguire la pagina de La taverna del Cacciatore.

Tags
Vedi altro

Alberto Marcuzzi

Amante dei videogiochi di ogni genere fin dalla tenera età, è inevitabilmente attratto dai titoli provenienti dalla terra del Sol Levante. Quando inizia un nuovo gioco, non è soddisfatto finché non ne ha sviscerato tutte le meccaniche.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close