Francesco e Maurizio De Angelis sono due fratelli amanti dei videogiochi, che avevano uno scopo: creare il loro gioco. E ci sono riusciti con Detective Gallo.

Detective Gallo è un’avventura grafica punta e clicca, come The Inner World The Last Wind Monk, ispirata vistosamente dalle celebri avventure grafiche degli anni ’90, come la saga di Broken Sword, oppure La Maledizione di Monkey Island, per citarne di fra i più famosi, avente però un carattere molto improntato sullo stile dei paperi della Disney.

Il team principale è composto da sole quattro persone. Può un progetto del genere riuscire a soddisfare la critica e i giocatori stessi? Vediamolo insieme in questa recensione.

Regola #101 di Gallo: Non sparare sentenze, spara proiettili!

detective gallo recensione

In una città qualunque, in un giorno qualunque, un detective riceve una chiamata da un pennuto disperato. Sono state assassinate 5 rarissime piante esotiche. Il pluripianticidio porta il nostro eroe pennuto Detective Gallo e la sua fidata assistente Spinaalla ricerca del pericoloso killer seriale di piante.

La storia è sciocca, ma non puerile, cerca e riesce a tenere un’ambientazione scherzosa e allo stesso tempo noir, la quale viene ammorbidita dai disegni e dalla caratterizzazione dei personaggi.

Il personaggio principale è un burbero Gallo adulto, che si da un infinità di regole dandy, come per volersi autolimitare. Avrà a che fare anche con teppisti poppanti, tassisti prepotenti e venditrici di dolciumi stalker.

Questa non è Paperopoli…

detective gallo recensione

Come già anticipato prima, Detective Gallo è un avventura grafica punta e clicca, e sia per gli appassionati del genere, che per i novizi, le meccaniche saranno semplici ed immediate. Muovendo l’indicatore in lungo e in largo per lo schermo potremo interagire con lo scenario e i personaggi presenti.

detective gallo recensione

Il gameplay è lineare e statico, e per chi non conosce il genere potrebbe sembrare eccessivamente legato, ed infatti è così, almeno per la maggior parte di questi giochi. Lo scopo del gioco sarà quello di seguire la storia esattamente come hanno voluto i programmatori. Sbagliando un’azione avremo il dito puntato contro di noi da parte di Detective Gallo, che sfonderà la quarta parete prendendoci in giro o commenterà i nostri errori.

Per avanzare nella storia dovremo agire mutuamente con lo scenario attraverso il puntatore, esaminando, interagendo o raccogliendo alcuni oggetti che potremo anche stoccare nel nostro inventario.

Potremo parlare con gli altri personaggi del gioco o mostrando loro oggetti precedentemente raccolti, portandoci anche a dialoghi interattivi, che ci serviranno per scovare nuovi indizi.

I comandi sono molto semplici, e potremo usare il gioco in modalità TV o portatile.

  • muovendo lo stick sinistro o toccando lo schermo potremo interagire con lo scenario
  • con B potremo osservare gli oggetti, mentre con A li potremo raccogliere o interagire con essi
  • andando in cima al quadro potremo accedere all’inventario
  • premendo ZR attiveremo il “Senso di Gallo

Dovendo cliccare sullo schermo, saremo molto facilitati nella ricerca usando il sopracitato “Senso di Gallo”, che evidenzierà i punti di interesse, coi quali potremo interagire.

Questa scelta ci permetterà di velocizzare molto la ricerca, ed evitare di toccare cose a caso per cercare una soluzione all’enigma.

Penne, pistole e natura morta…

In termini di grafica, Detective Gallo è una gioia per gli occhi. L’idea originale era quello di creare il gioco in bianco e nero, ma a seguito dei colori di Mauro Sorghienti, i due fratelli si sono ricreduti, donandoci un coloratissimo mondo di gioco.

I disegni colorati dello sfondo, esattamente come i personaggi, danno carattere all’opera, non smielando però l’atmosfera di gioco, seriosa, ma non infantile.

detective gallo recensione

Punto dolente sono le animazioni dei personaggi, non sufficientemente curate e poco fluide. Sopratutto all’inizio della partita, quando muoveremo il nostro eroe pennuto in giro per lo scenario, potremo notare la povertà delle animazioni. Tutto ciò però non fa cadere in rovina l’atmosfera di gioco, e dopo un po’, chiuderemo un occhio al riguardo di questo piccolo problema tecnico.

Jazz per tutti i pulcini

La colonna sonora di Detective Gallo è sublime. Omaggiando il jazz, la musica ci travolgerà in un vortice armonico, trasportandoci all’interno del gioco, facendoci respirare un allegro e frenetico clarinetto, sempre adatto ad ogni schema.

Conclusioni su Detective Gallo

Cosa dire alla fine della prima opera dei Footprints Games? Fantastico ed assolutamente consigliato.

Chi come me è cresciuto a pane e Topolino, amerà questa scherzosa parodia di Colombo, dalla prima all’ultima piuma. Degno di nota è anche il fatto che i due fratelli De Angelis sono riusciti a completare il gioco mantenendosi nel frattempo con i loro lavori secolari, quindi hanno creduto nel loro progetto, dedicandoci molto del loro prezioso tempo libero.

Compratelo assolutamente se siete amanti delle avventure grafiche, e se non lo siete fateci un pensiero, che vale l’acquisto.

Se volete potete comprare Detective Gallo per PC su Steam e GOG, per Nintendo Switch e Sony PlayStation 4.

Detective Gallo
Disegnato e colorato in maniera sublimeColonna sonora jazz ritmicaI personaggi hanno carattere e formaSerioso e con una massiccia dose di humor
Animazioni non proprio fluideUn po' troppo breve
8.3Voto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: