Battlerite Royale è l’ultimo gioco sfornato da Stunlock Studios, studio indipendente situato a Skövde in Svezia.

Dopo aver rilasciato dall’accesso anticipato Battlerite, gli sviluppatori decisero di saltare sul treno ormai morente dei “Battle Royale” dando vita a quest’ultimo titolo, annunciato inizialmente come una modalità all’interno di Battlerite, per poi essere venduto come gioco a parte.

Un Battle Royale, ma diverso

Battlerite Royale recensione

La prima schermata che vedremo non appena apriremo il gioco

Battlerite Royale si tratta di un Battle Royale con la peculiarità di avere personaggi e gameplay molto più simili ad un MOBA. Visuale isometrica e tante abilità, diverse e caratteristiche per ogni personaggio, cercano di dare un aria di freschezza ad un genere in caduta libera.

Una volta aperto il gioco, ci si troverà davanti al menù principale, che sarà diviso in quattro pagine. La prima, presenterà le ultime novità riguardanti il gioco, la seconda invece, ci mostrerà le tre modalità di gioco presenti, Battle Royale, contro le IA ed il Tutorial.

La terza pagina sarà adibita alla personalizzazione della collezione di personaggi e cavalcature presenti all’interno del gioco, mentre nella quarta ed ultima pagina si potranno controllare le missioni giornaliere, le opzioni e la classifica dei giocatori.

Tale menù, preso pari pari da Battlerite Arena, si presenta bene all’occhio, senza essere troppo esuberante con dettagli inutili e rimanendo molto intuitivo fin dalla prima occhiata.

Una volta esplorato per bene il menù di gioco, sarà necessario giocare il Tutorial prima di potersi buttare nel gioco vero e proprio.

Battlerite Royale recensione

Il tutorial ci mostrerà in modo completo come gestire abilità e oggetti

Il Tutorial coprirà bene o male tutto ciò che c’è da sapere sul gioco, come muoversi, usare le abilità a nostra disposizione e come riconoscerle, l’utilizzo dei mercanti e le tipologie di forzieri.

Infatti ogni slot abilità sarà contrassegnato da un simbolo, così che quando romperemo forzieri o sconfiggeremo altri giocatori, anche se staranno utilizzando personaggi differenti potremo comunque riempire i nostri slot di abilità del nostro personaggio.

Una volta completato il tutorial potremo finalmente gettarci nella mischia, premendo su Gioca e scegliendo Battle Royale come modalità ci verrà presentata la schermata in cui potremo scegliere quale personaggio usare fra i vari disponibili, e una volta scelto, avviare il matchmaking.

Quasi tutti i personaggi, esclusi alcuni che si potrà notare avere un design un poco più piatto di altri, sono caratteristici e ben differenziati sia nelle abilità che nelle varie frasi e animazioni di ognuno.

Diversi personaggi, tutti unici

Battlerite Royale recensione

Nonostante non siano tanti ogni personaggio è a suo modo unico

Per chi ha giocato a Battlerite Arena noterà fin da subito che il kit di abilità dei vari campioni è stato modificato, mantenendo comunque lo stile distintivo di ognuno, a causa di un necessario bilanciamento che tutto sommato poteva essere fatto molto meglio.

Una volta avviato il matchmaking e trovato una partita verrà presentata la mappa di gioco tramite un piccolo filmato, che potrà fin dà subito essere saltato, per poi ritrovarsi nella lobby iniziale di ogni partita.

Appena arrivati su questa “isola preparatoria” apparirà una finestra in cui avremo la possibilità di comprare due delle cinque abilità del personaggio scelto, senza contare ovviamente l’attacco base sul tasto sinistro che avremo sempre senza necessità di comprarlo, più qualche consumabile quali pozioni di cura o rocce da tirare agli altri giocatori.

Battlerite Royale recensione

Sull’isola non avremo granché da fare a parte continuare a colpire gli altri giocatori

Fatto ciò non rimane granché altro da fare sull’isola a parte colpire gli altri giocatori con le abilità appena acquistate, sarà necessario aspettare che tutti i giocatori si connettano alla partita, o come accadrà molto più spesso, aspettare due interi minuti prima di potersi lanciare sulla mappa di gioco vera e propria.

Finalmente eccoci, in groppa ad una enorme “Viverna della Tempesta”, un grosso drago orientale munito di due paia di ali, mentre sorvoliamo l’intera mappa di gioco scegliendo con cura dove buttarci.

Fin da subito si potrà notare come le texture e i modelli, sia della viverna che della mappa sottostante siano ben fatte e gradevoli da vedere, questo sarà molto più lampante per chi già giocava a Battlerite Arena, ma si capisce facilmente la cura che è stata messa nel creare la mappa e tutto ciò che la popola.

Benvenuti sull’isola di Talos

Battlerite Royale recensione

La maestosa Viverna della Tempesta mentre sorvola la mappa

Una volta atterrati saremo nel bel mezzo dell’azione, e qui inizierà ad affiorare la prima grande pecca di questo gioco, la fortuna.

Come in tutti i Battle Royale la fortuna è una componente intrinseca in Battlerite Royale, ma a differenza dei colossi del genere qui tale fattore si sentirà in modo molto più pesante, infatti capiterà fin troppo spesso che negli scrigni che apriremo non troveremo abilità, oppure troveremo upgrade di quelle che abbiamo acquistato a inizio partita, lasciandoci così inermi contro coloro che al contrario hanno avuto la fortuna di trovare qualche abilità in più per il proprio personaggio.

Battlerite Royale recensione

Un’intenso combattimento contro una Jamila per la conquista di un forziere leggendario

Ovviamente questo vale anche per la situazione contraria, se saremo noi ad avere la fortuna di trovare abbastanza abilità da sovrastare gli avversari, ciò che ci rimarrà sarà la sensazione di aver picchiato un manichino senza vita, a causa appunto della loro inabilità a reagire ai colpi.

Se la fortuna ci ha favorito e siamo in qualche modo riusciti a far passare un pò di minuti, mentre ci faremo strada verso i cerchi che si stringono sempre di più, ci balzerà all’occhio subitoil secondo grande problema di questo Battlerite Royale, il bilanciamento.

Un bilanciamento che si ritrova ad essere una lacuna enorme per questo gioco, fin dopo poche partite potremo notare subito come solo alcuni personaggi verranno utilizzati all’interno del gioco, proprio a causa di un bilanciamento imperfetto nel loro kit.

Inoltre, un altro enorme problema sempre dovuto ad un pessimo bilanciamento è quello del livello dell’equipaggiamento.

Battlerite Royale recensione

Appena atterrati ci aspettano subito dei nemici pronti a prendersi i nostri oggetti

Aprendo gli scrigni posizionati all’interno della mappa non solo troveremo abilità per il nostro personaggio, ma anche oggetti e consumabili; Tralasciando quest’ultimi, tutto il resto influirà sul livello dell’equipaggiamento del nostro personaggio.

Tutti gli oggetti e le abilità hanno quattro differenti livelli di rarità: comune, non comune, raro e leggendario, e ovviamente in base alla rarità andranno ad incrementare in modo differente il numero che determina la potenza di ciò che indossiamo.

Questo numerò sarà visibile per tutti, come allo stesso tempo noi potremo vedere quello dei nostri avversari, e noteremo fin da subito che quello che sembrerà un minuscolo divario di due o tre livelli di equipaggiamento sarà in realtà una montagna insormontabile, ritrovandoci a fare quasi danno nulla e quindi lasciandoci ancora la frustrante sensazione di essere stati sconfitti senza aver avuto la possibilità di poter reagire.

Il problema del livello dell’equipaggiamento sarà molto più lampante negli ultimi cerchi, e sarà ancora una volta solamente una questione di fortuna, poiché anche comprando i pochi equipaggiamenti leggendari disponibili dai mercanti disseminati per la mappa, non basteranno lontanamente per competere con coloro che ne hanno anche trovati durante la partita.

Battlerite Royale recensione

Non si sa mai cosa si può trovare all’interno di un edificio, a volte scrigni… a volte nemici!

Un punto a favore del gioco è che i consumabili sono molto vari per effetti e divertenti da usare, peccato solo che la loro effettiva utilità all’interno di una partita diventa praticamente nulla dopo i primi cinque minuti.

Passando ora ad un lato un po’ più tecnico, come detto in precedenza texture e modelli sono ottimamente curati nei limiti del motore grafico, rimanendo comunque gradevoli da guardare, lo stesso non si può dire delle musiche, la BGM del menù diventerà presto fastidiosa a causa del nostro spesso tornare al menù e facendola quindi ripartire da zero, per contrario invece la musica di background all’interno del gioco sarà molto di accompagnamento, facendosi dimenticare facilmente così da non risultare monotona anche dopo un po’ di partite di seguito.

L’audio di effetti e voci è eseguito in modo eccelso, permettendo spesso di rintracciare nemici invisibili grazie alla loro voce, in aggiunta a ciò ci sarà un suono specifico quando qualcuno nella mappa verrà eliminato, e sarà più o meno intenso a seconda dalla distanza da noi.

L’ultima parte da coprire è la personalizzazione dei personaggi e la valuta di gioco, completando delle partite accumuleremo punti esperienza sia per il nostro account che per il personaggio che abbiamo usato, facendoli salire di livello otterremo dei forzieri, delle monete d’oro o dei gettoni.

A tutti piacciono i lootbox

Battlerite Royale recensione

Alla fine di quasi ogni partita ci aspetteranno scrigni da aprire!

Nei forzieri troveremo dei cosmetici per i vari personaggi, che non avranno alcuna influenza sul gameplay vero e proprio, le monete d’oro invece, serviranno per acquistare gli scrigni nominati in precedenza, ed infine i gettoni serviranno a comprare direttamente i cosmetici. I gettoni sarà possibile ottenerli anche trovando dei doppioni all’interno degli scrigni.

L’ultima valuta sono i diamanti, acquistabili solamente tramite microtransazioni, ci permetteranno anch’esse di ottenere direttamente i cosmetici per personalizzare i nostri personaggi, da notare che i diamanti non potranno in nessun modo acquistare scrigni, un ottima mossa vedendo i tempi che corrono.

Battlerite Royale recensione

Armi, vestiti cavalcature e pose vittoriose, sarà tutto personalizzabile a nostro piacimento!

Conclusioni

Battlerite Royale si ritrova ad essere un gioco che, nonostante la cura lampante che ci è stata messa nella creazione, ha enormi lacune soprattutto dal punto di vista del bilanciamento e del gameplay, d’altronde un gioco che cerca di fare dell’abilità del giocatore il suo punto cardine non può assolutamente basarsi così tanto sulla fortuna.

Nonostante ciò rimane un gioco a tratti godibile, che ogni tanto lascerà qualche buona soddisfazione quelle poche partite in cui si sentiranno poco i problemi sopracitati.

Inoltre c’è da tenere conto che il gioco è ancora in accesso anticipato, lasciando così sperare che nel giro di poche patch vengano risolti i difetti attualmente presenti.

 

Voto
Consumabili vari e divertentiOttimo comparto tecnicoHa margine di miglioramento essendo in accesso anticipato
Pessimo bilanciamento fra equipaggiamenti e personaggiLa fortuna influisce in modo esagerato sul gameplay
6Overall Score
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: