GamesRecensioniFeatured

Alwa’s Awakening – Recensione

Cosa succede quando una banda di nerd si riunisce per creare un gioco? Nasce Alwa’s Awakening, progetto di Elden Pixel.

Elden Pixel è uno studio nato dall’idea di passare il tempo con alcuni amici per qualche progetto secondario, ma vedendo i risultati il gruppo ha preso la cosa sul serio, arrivando al gioco che vi proponiamo oggi.

Progettato in origine solo per PC, il gioco è stato adattato anche per Nintendo Switch, nonostante abbia subito un lieve ritardo rispetto alla data originale.

Tipicamente ispirato ai giochi del NES, Alwa’s Awakening è un metroidvania a due dimensioni, che promette di essere un gioco che richiede un certo grado di impegno da parte del giocatore per poter riuscire nell’impresa.

A questo punto però, sorgono le solite spontanee domande. Alwa’s Awakening è la solita scopiazzata di titoli di grande successo che hanno segnato un’era? Ne vale la pena d’acquisto?

Se volete saperne di più, vi consigliamo di leggere le nostre opinioni nella nostra recensione, come al solito accurata e precisa!

Il risveglio di Alwa

Nel regno di Alwa il malvagio Vicario ha imposto la sua dittatura di terrore, rubando gli emblemi magici del paese e seminando il caos nelle vaste terre di Alwa tramite i suoi quattro fidati custodi. I sudditi di Alwa però non si sono arresi, ed hanno cercato aiuto invocando la giovane Zoe, una maga di un altro regno.

In questo mondo fantasy possiamo trovare la giovane maga come il classico stereotipo dell’eroe che cresce e diventa più forte sbloccando varie magie, che le permetteranno di avanzare nei vari quadri.

Alwa's Awakening recensioneIspirato dallo stile di Metroid, all’inizio del gioco la maggior parte delle zone dei quadri saranno preclusi da ostacoli apparentemente insormontabili. Tuttavia, avanzando nel gioco e recuperando le magie giuste e potenziandole, potremo esplorare le aree che prima sembravano impossibili da raggiungere.Alwa's Awakening recensioneAlwa, rappresentato da una vasta mappa, è colmo di passaggi segreti e scorciatoie adottabili tramite il connubio fra le varie magie. Una peculiarità della versione per Nintendo Switch, è l’utilizzo dell’HD Rumble della console ibrida. Più ci troveremo in vicinanza di un passaggio nascosto, più le vibrazioni si faranno sentire, in modo tale da non rendere frustrante la ricerca del passaggio segreto.

La peculiarità delle scorciatoie sono un punto di forza del gioco, che inciterà il giocatore ad eseguire speedrun. Durante la stesura di questa recensione il record mondiale è di 38 minuti e 3 secondi, volete cimentarvi anche voi in questa impresa?

Ambientarsi ad Alwa

Una volta avviato un nuovo gioco, dopo la deliziosa introduzione in pixel art al titolo, verremo catapultati nel mondo di gioco, senza un minimo preavviso. Tuttavia, proprio come decantato dal team di sviluppo, sarà facile imparare a muovere Zoe lungo lo scenario.

Alwa's Awakening recensione
Per superare determinati quadri dovremo trovare la magia giusta.

Essendo un gioco d’azione a due dimensioni, avremo la possibilità di muoverci a destra o sinistra e semplicemente un tasto per attaccare, ed uno per saltare. Una volta imparata una magia, basterà premere il tasto dell’attacco insieme alla direzione in alto per lanciare l’incantesimo. Imparate le altre, basterà premere il tasto dedicato a cambiare l’incantesimo da usare.

Come abbiamo spiegato all’inizio, Alwa’s Awakening è ispirato ai giochi del NES,ed avendo dedicato alla mappatura dei tasti solamente 4 pulsanti, sentiremo il tempo tornare indietro di 30 anni, regalandoci le emozioni di un tempo.

Il gioco sarà impegnativo, ma non frustrante come i Megaman classici, per citare un titolo NES, e nonostante la difficoltà non sia elevata come immaginavamo, abbiamo goduto di un’esperienza divertente col titolo di Elden Pixel.

Alwa's Awakening recensione
Impegnativo non significa frustrante!

Parliamo di grafica e sonoro…

Pixellato e colorato, con una colonna sonora di chiptune travolgenti, Alwa’s Awakening fa palesemente sentire l’effetto nostalgia, riuscendo ad affascinare i più giovani e a rilassare i giocatori di vecchio stampo.

Girando per Alwa, potremo avventurarci in un villaggio di superstiti, con casupole rovinate dalla guerra, oppure in antichi templi governati da antichi e pericolosi mostri. Le animazioni saranno sempre fluide, senza rallentamento alcuno, e lo sfondo sarà curato nei minimi dettagli.

Alwa's Awakening recensione
Lo sfondo, Zoe ed i nemici sono curati in maniera impeccabile…

Anche la colonna sonora si difende bene, presentando i vari scenari come ci si aspetta. Il villaggio rovinato avrà una musica di sottofondo triste, il sacrario avrà una musica più imponente, mentre il cimitero una più malinconica.

Il verdetto finale

Il ridicolo prezzo di listino di 9,99 € per Nintendo Switch e Steam, rende obbligatorio l’acquisto ai fanatici di retrogaming ed anche ai giocatori che vogliono un certo grado di sfida, ma senza rimanere frustrati dalla difficoltà di gioco.

Se vi piacciono i bei giochi di un tempo, Alwa’s Awakening è quello che fa per voi, se invece siete troppo giovani per aver giocato all’epoca a questi giochi, provatelo ed innamoratevene anche voi, come abbiamo fatto noi…

Riassumendo

Se vi piacciono i bei giochi di un tempo, Alwa’s Awakening è quello che fa per voi, se invece siete troppo giovani per aver giocato all’epoca a questi giochi, provatelo ed innamoratevene anche voi, come abbiamo fatto noi…

Overall
9/10
9/10

Pros

irato alla perfezione

Impegnativo, ma non frustrante

Colonna sonori ed effetti acustici in chiptune nostalgici

Pixel art deliziosa e curata nei minimi dettagli

Cons

Non è difficile come è stato decantato

Tags
Vedi altro

Giovanni Panoga

Videogiocatore di non troppa vecchia data e appassionato di viaggi mal organizzati. Nel tempo libero lavora.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close