GamesAnteprimeFeatured

Jump Force – Provato

Jump Force è un titolo sviluppato da Spike Chunsoft tramite la famosa Publisher Bandai Namco.

In questo titolo picchiaduro vedremo combattere i nostri protagonisti preferiti delle serie anime più famose come Dragon Ball, Naruto, One Piece, Bleach e molte altre.

Il gioco, che venne inizialmente presentato alla conferenza E3 di Giugno, creò un’onda di aspettative e speranze che ancora oggi si fa sentire.

Jump Force ci proporrà una trama che vedrà come protagonista assoluto il nostro personaggio, che in un lunga battaglia per il bene si troverà a fronteggiare numerosi nemici iconici accompagnato dagli altrettanto iconici protagonisti del vasto mondo Anime.

Ecco a voi il trailer di presentazione che venne mostrato per il titolo:

Abbiamo avuto modo di testarne le dinamiche di gioco al Games Week 2018 di Milano e tramite la Closed Beta, che ricordiamo essere stata il giorno 12 Ottobre dalle ore 15:00 alle ore 17:00, il giorno 13 dalle ore 06:00 alle 08:00 e dalle 19:00 alle 21:00 ed infine il giorno 14 dalle 06:00 alle 08:00.

Jump Force provato
Come la Open Beta si presentò

L’esperienza di gioco

Jump Force è un titolo dinamico, frenetico e pieno di colore; il tutto si sviluppa su un personaggio che ha la possibilità di effettuare diversi tipi combo concatenabili a quattro specifiche Mosse Speciali, tra le quali una Mossa Finale.

Il gioco sfrutta molto l’effetto dei particellari per creare un vortice di colori molto d’impatto, che adorna qualsiasi azione o movimento del personaggio; la presenza di questi ultimi è davvero sovrabbondante per un titolo come Jump Force.

Il combattimento è molto semplice, composto infatti da round nei quali il sopravvissuto porterà a casa la vittoria della sua squadra, composta sempre da 3 membri.

E’ interessante il fatto che, come visto in altri giochi simili, i personaggi possano intercambiarsi per essere utilizzati come attaccanti di supporto o per essere controllati in battaglia, con la possibilità di creare quindi un team che possa coprire ogni tipo di situazione.

Le combo si effettuano in maniera molto semplice, ed è possibile anche combinarle per creare diversi stili di combattimento. Anche se le combo sono molto rapide e d’impatto, rimangono purtroppo legnose e molto ripetitive.

Le Mosse Speciali sono invece eseguibili se si ha a disposizione abbastanza energia, che viene ricaricata combattendo o rimanendo fermi per caricarsi con un tasto apposito.

Uno dei problemi sin da subito evidenti in questo vortice di colori è sicuramente l’eccesso; Eccesso è la parola chiave per definire quello che a noi è parso un tentativo di voler sfondare nel mondo dei picchiaduro in maniera esplosiva e colorata, ma che ha risultato con l’essere un miscuglio disomogeneo di particellari e flash colorati, spesso utili solo ad offuscare la visuale del giocatore.

Altra serie di problemi decisamente evidente in questa beta si è vista nei server sempre intasati e nel grande calo di frames, che spesso faceva degenerare il tutto in un vero e proprio freeze nelle partite online contro altri giocatori.

Questo slideshow richiede JavaScript.

La realizzazione dei personaggi

Il titolo sfrutta molto l’immagine di tantissimi personaggi famosi nell’universo Anime e Manga e dunque la loro realizzazione influisce fortemente come elemento chiave per il gradimento generale del gioco.

Possiamo dire di aver visto diversi stili riproposti in questo gioco e non tutti i personaggi giocabili sono realizzati in modo certosino.

Jump Force Provato
Ecco il modello di Freezer

Alcuni di questi sono ben realizzati nel complesso, ma se prendiamo esempi quali Rukia, notiamo il tentativo di usare uno stile decisamente surreale per un gioco che cerca di fondere il reale con il fittizio, creando un risultato non all’altezza delle aspettative.

Per quanto riguarda il nostro personaggio avremo inizialmente poche possibilità di personalizzazione, in quanto la versione Beta offriva 6 diversi avatar predefinti tra cui scegliere, che tuttavia fanno intendere come potrebbe essere presente la possibilità di creare un buon mix di fattori vari nella creazione del nostro alter-ego.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Nel complesso possiamo dire che Jump Force è un titolo pieno di energia e voglia di stupire, ma che rischia di diventare un semplice “accalappia-fan“, in quanto sembra che sotto il punto di vista tecnico ci sia ancora molto su cui lavorare, specialmente sulla resa generale dei server di gioco e sul bilanciamento grafico negli scontri.

I colori sono vividissimi e sgargianti grazie ad Unreal Engine, ma sarebbe un peccato se non ci fossero dei miglioramenti per l’eccesso di luci e particellari, che risultano solo un ostacolo per il giocatore.

Il picchiaduro di Bandai Namco uscirà in tutto il mondo il 15 febbraio 2019 su PlayStation 4, Xbox One e PC.

Siamo ormai vicini al rilascio del gioco, e non possiamo che sperare che Jump Force sappia entusiasmare e sfruttare le grandi risorse che ha impiegato, così da diventare il grande gioco che tante persone sperano possa essere.

 

Volete rimanere aggiornati su questo gioco e altri titoli? Registratevi sul nostro canale notizie su Telegram per potere rimanere sempre sulla cresta dell’onda per quanto riguarda anime, videogiochi, film e tanto altro!

Tags
Vedi altro

Nicholas Adrati

Nicholas, ragazzo appassionato di Game Design e sonoro. Comincia il suo viaggio con Super Mario Bros 1 per Gameboy Advance, e da quel momento sta ancora marciando! Probabilmente sta ancora lodando Keiichi Okabe..

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close