GamesRecensioniFeatured

Scribblenauts Mega Pack – Recensione

Il nome Scribblenauts non è propriamente una novità oggigiorno, visto che il primo titolo uscì nel lontano 2009 per Nintendo DS sviluppato da 5th Cell e pubblicato da Warner Bros. Interactive.
La novità introdotta da Scribblenauts anni fa nel mondo videoludico è stata quella della possibilità di “scarabocchiare” le proprie idee e vederle apparire sullo schermo attraverso il taccuino magico del protagonista, Maxwell.

Quello che abbiamo oggi non è altro che un remake dei due titoli più di successo della saga: Scribblenauts Unlimited (2012) e Scribblenauts Unmasked: A DC Comics Adventure (2013). Il MegaPack è uscito il 28 Settembre per le console di nuova generazione PlayStation 4, Xbox One e Nintendo Switch.

Trama

La trama di Scribblenauts: Unlimited è pressoché semplice e ha come obbiettivo principale quello di accompagnare il gameplay. La storia inizia con la presentazione di due avventurieri che si innamorano, si sposano e che mettono su una numerosa famiglia composta da 42 figli. Tra questi figli, ci sono Maxwell e Lily. Maxwell ricevette un taccuino magico dove ogni parola che scrive diventa realtà, mentre Lily ricevette un globo magico che permette al possessore di teletrasportarsi all’istante ovunque volesse.

Maxwell utilizzava il proprio taccuino per prendersi gioco delle persone e per fare dispetti, creando diversi problemi, fino a quando non finì per fare un dispetto ad una strega. La strega maledì la sorella che iniziò pian piano a diventare pietra. L’unico modo per curarla sarebbe stato utilizzare gli Starites, delle stelle che vengono rilasciate dalle persone felici. E così inizia il tentativo di Max di rendere tutte le persone felici, raccogliere gli Starites e salvare Lily dal terribile incantesimo.

Per quanto riguarda Scribblenauts Unmasked: A DC Comics Adventure, Maxwell dovrà combattere a fianco degli eroi DC, contro i nemici più famosi della casa di fumetti in un gioco simile al precedente ma in un mondo che, come si è ben capito, ha la licenza ufficiale DC Comics.scribblenauts mega pack recensione

Cosa rende Scribblenauts unico?

Scribblenauts è un gioco dalla grafica piacevole, narrazione simpatica e dalle meccaniche uniche. Queste ultime consistono nello scrivere nomi di oggetti ed aggettivi per poi vederli apparire sullo schermo, oppure abbiamo la possibilità di modificare gli oggetti già esistenti in gioco. Infatti l’obiettivo principale del titolo è quello di rendere gli NPC felici risolvendo i loro problemi e le loro richieste attraverso il magico taccuino di Maxwell.

Prendiamo come esempio il tutorial iniziale dove una signora ha bisogno di aiuto a recuperare il suo gattino che, spaventato, non riesce a scendere dall’albero. Ci sarà chi creerà una scala e raggiungerà il micio, ci sarà chi darà delle ali a Maxwell ed andrà a recuperare il gattino. Ci sarà chi darà le ali al gatto stesso che scenderà da solo. E poi ci sarà chi lo renderà malvagio e lo farà diventare enorme causando il disastro in città. Insomma tutte le possibilità sono nelle mani del giocatore e del taccuino del protagonista.scribblenauts mega pack recensione

Ed ora?

Ed ora inizia la parte divertente. Con un dizionario di 28.000 vocaboli (tranne parole protette da copyright o volgari), si può dare sfogo alla propria fantasia per risolvere tutte le richieste proposte dai simpatici personaggi presenti nelle tante mappe. Ognuno con diversi problemi e diversi modi per risolverli. La risoluzione delle quest passa dalla creazione di oggetti semplici alla creazione di oggetti con speciali aggettivi che modifichino aspetto o utilizzo dello stesso.

In poche parole, qualsiasi sia il problema incontrato da Max e qualsiasi sia il modo in cui immaginate di risolverlo, altrettante sono le soluzioni che il gioco accetterà.
In Scribblenauts Unmasked: A DC Comics Adventure invece ci sarà una lista di vocaboli che se utilizzati penalizzeranno il giocatore. Si tratta però di vocaboli che renderebbero il gameplay troppo semplificato, come per esempio l’utilizzo della parola “invincibile” come aggettivo per Maxwell.scribblenauts mega pack recensione

Grafica

La grafica è veramente molto piacevole. Lo stile grafico è minimale, i colori sono vivaci e si adattano allo stile allegro e spensierato del gioco. I personaggi hanno lo stesso stile squadrato con i bordi arrotondati e tutti condividono le stesse animazioni buffe.

La scelta stilistica ha molto probabilmente come obiettivo quello di essere leggera e personalizzabile per permettere la vasta creazione di oggetti e la modifica degli attributi più disparati come colore, grandezza, materiale e simili.

scribblenauts mega pack recensione

Il Bello, il Simpatico ed il Cattivo

Il gioco, seppur sia un ottimo titolo a livello tecnico, nonostante giri in modo fluido sulle console, presenta un problema. Non è un grosso problema alla fine, perché si tratta di “prenderci la mano”. L’inserimento delle parole nelle prime versioni del gioco veniva affidato direttamente alle tastiere, fisiche o digitali. In questo MegaPack invece l’inserimento avviene attraverso un Sistema a Girasole che limita la velocità di immissione e sembra limitare la fantasia guidando il giocatore nella scrittura delle parole.

scribblenauts mega pack recensione

 

 

 

Scribblenauts Mega Pack

Riassumendo

E quindi cosa dire, Scribblenauts non fa altro che riaffermarsi con i suoi due titoli di maggior successo attraverso un remake degno di nota, riportando il suo vivace mondo ed i suoi abitanti a splendere sulle console di questa generazione. Se si è alla ricerca di un gioco che possa intrattenere senza diventare troppo pesante, Scribblenauts MegaPack è il titolo adatto, che propone le due principali avventure di Maxwell per un bel po’ di ore di divertimento assicurato.

Overall
7/10
7/10

Pros

Divertente da giocare

Meccaniche interessanti

Ottimizzazione buona

Stuzzica la fantasia del giocatore..

Cons

..ma l’inserimento delle parole limita la fantasia

Tags
Vedi altro

Andreas Szekely

Classe 1997. Gamer e Sviluppatore di Videogames. Appassionato alla tecnologia. Quando non è immerso nei mondi virtuali apprezza la musica ed il cibo.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close