GamesRecensioniFeatured

Tetris Effect – Recensione

Tetris come non l'avete mai visto prima!

Tetsuya Mizuguchi e i puzzle game, un binomio indissolubile e vincente: Lumines, Gunpey, Every Extend Extra e Meteos hanno dimostrato le capacità del game designer nel creare giochi tanto vincenti lato gameplay quanto ricercati nel comparto audiovisivo. E anche con titoli del calibro di Sega Rally o REZ non se l’è cavata male direi…
Tetris Effect rappresenta una sfida ancora più ambiziosa, combinare la propria visione videoludica con l’immortale capolavoro di Aleksej Leonidovič Pažitnov non è certo impresa facile, basti pensare che negli anni si sono succedute tantissime rivisitazioni di Tetris e non tutte pienamente riuscite.

Sogno a blocchetti

Un elegantissimo menù principale ci accoglierà proponendoci subito due scelte, modalità Journey e modalità Effect.

La modalità Journey è una vera e propria modalità Storia, ci muoveremo su una mappa nella quale le varie aree sono rappresentate sottoforma di costellazioni, bisognerà completare ogni livello di ogni area per sbloccare le costellazioni successive.

La presenza di tre livelli di difficoltà garantisce una sfida adeguata sia ai novizi sia ai veterani di Tetris, potremo inoltre sfruttare la modalità Pratica per prendere confidenza con i comandi ed affinare le nostre abilità.

Giocare a Tetris Effect è come immergersi in un’altra dimensione, si passa dal muovere blocchi in un pacifico fondale marino a scenari futuristici senza farsi mancare una sortita in Giappone magari assistendo a strani rituali a base di musica elettronica!

La componente artistica dell’opera Resonair e Monstars è fuori parametro per un puzzle game, ogni scenario è stato curato all’inverosimile e l’andamento della partita andrà in accordo con esso; man mano che elimineremo righe dalla schermata o accumuleremo un certo punteggio il tema musicale avanzerà di una battuta oppure cambieranno i colori a schermo e così via in un continuo susseguirsi di sorprese.

Non ho avuto modo di provare il gioco con il PlayStation VR ma chi ha provato la beta con il visore ha assicurato che l’immersione sia totale.

Mizuguchi è spesso stato estremo nelle sue opere nell’accostare colori ed effetti di varia natura e il suo Tetris non fa eccezione, alcuni livelli tuttavia sono così ricchi di effetti da rendere più difficoltosa la lettura della situazione pur non pregiudicandone la godibilità.

tetris effect recensione

Squadra che vince… potrebbe cambiare

Tetris è l’esempio più noto di “Easy to learn, hard to master“, è immediato entrare nell’ottica di dover eliminare più righe possibili evitando di riempire lo schermo ma il sottobosco di tecniche esistenti per giocare ad alti livelli è impressionante.

L’introduzione della modalità Zona in questo senso conferisce alla struttura classica di Tetris un ulteriore livello di profondità.

tetris effect recensione

Ripulendo lo schermo la barra Zona si riempirà, una volta arrivata al massimo premendo R2 entreremo in questa modalità e prima che scada il tempo dovremo cancellare più righe possibili fino ad un massimo di dodici per ottenere un cospicuo bonus in termini di punteggio.

Inutile dire che sarà necessario gestire al meglio possibile un vantaggio così grande, sarà essenziale tener presente sia il pezzo in arrivo sia i blocchi già presenti, la Zona potrebbe dare la spinta decisiva oppure peggiorare il tutto, quindi attenzione!tetris effect recensione

Let’s Tetris together!

Dove Tetris Effect dà letteralmente il meglio di se è nella modalità Effect nella quale il giocatore potrà letteralmente sbizzarsi per la grande quantità di contenuti presente.

Avete voglia di qualcosa che vi metta alla prova? La modalità Maratona in cui cancellare almeno 150 righe saprà soddisfarvi. Giocare a Tetris per voi è come respirare? Provate a fare un grande punteggio in modalità Master con i pezzi che cadono a velocità molto più elevata del normale.

Avete poco tempo ma non volete rinunciare a giocare? Ecco per voi una serie di sfide dove fare del vostro meglio in un lasso di tempo ragionevole. Volete semplicemente rilassarvi per riprendervi da una giornata no? Tante modalità sono disponibili anche in una variante senza Game Over, potreste anche voler esplorare le varie playlist tematiche.

La modalità Effect viene presentata come una opportunità, per l’utente, di scegliere cosa fare in base al proprio umore e l’obiettivo è stato pienamente raggiunto, qualsiasi sia il vostro stato d’animo in quel momento e qualsiasi quantità di tempo abbiate a disposizione troverete sempre la soluzione più adatta.

tetris effect recensione

La possibilità di osservare gli altri giocatori della nazione fluttuare attorno al pianeta Terra sottoforma di creature di tutti i tipi rappresenta al meglio il senso di comunione e di divertimento spensierato che ogni videogioco dovrebbe garantire.

A livello di community ogni weekend si svolgerà un evento speciale in cui, nel caso in cui il gruppo di giocatori di un determinato paese dovesse raggiungere il punteggio totale richiesto, a questi ultimi verrà regalato un avatar speciale.

In generale Tetris Effect è pieno di contenuti sbloccabili tra avatar, tracce musicali e nuovi scenari e sbloccare tutto richiederà di sfruttare al meglio tutte le modalità presenti.

Ciò che mi ha lasciato perplesso è la mancanza del multiplayer online, è possibile che il competitivo venga aggiunto in seguito ma rimane una mancanza curiosa. Sono comunque disponibili le canoniche classifiche per confrontare i punteggi.

tetris effect recensione

Arte videoludica

Il gioco si serve dell’Unreal Engine 4 e il risultato finale è di qualità, 60 FPS fissi nonostante in certi frangenti la presenza di tantissimi elementi a schermo e le stesse animazioni presenti negli sfondi sono realizzate con cura.

Il comparto sonoro si avvale di tracce che spaziano dall’elettronica spinta all’ambient minimalista, nota di merito per effetti sonori realizzati ottimamente e con pulizia, il fatto che ogni traccia si adegui all’andamento della partita è una ulteriore nota di merito.

tetris effect recensione

Il lupo perde il pelo ma non il vizio, Mizuguchi con Tetris Effect si è preso un grandissimo rischio ma è riuscito a uscirne nettamente vincitore. Tetris Effect è una festa per gli occhi e per i polpastrelli, è adatto tanto a chi vuole avvicinarsi al mondo di Tetris sia a chi ha giocato a tutte le versioni possibili e non ne ha mai abbastanza, un’esperienza che specialmente in VR è capace di restituire la pace dei sensi senza però perdere in divertimento.

tetris effect recensione

Tetris Effect

Ricapitolando

Tetris Effect prende il classico Tetris, lo veste a festa, lo amplia con un numero invidiabile di modalità e contenuti sbloccabili e diventa una perla di questa generazione di puzzle game. Semplicemente irresisitibile!

Overall
8.5/10
8.5/10

Pros

Il gameplay non perderà mai il suo smalto

La modalità Zona dona ulteriore profondità

Tantissime modalità e sbloccabili

A livello audiovisivo ha pochi rivali

Cons

In alcune situazioni c’è un po’ troppa confusione a schermo…

Il multiplayer online non sarebbe stato male

Tags
Vedi altro

Giammarco Giummo

Tante le cose che lo appassionano: i videogiochi, la musica, l'informatica, il calcio, il basket... Cerca sempre di valorizzare i prodotti meno in vista e di analizzare ciò che lo circonda in maniera da avere sempre nuovi punti di vista e nuove idee.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close