GamesRecensioniFeatured

HITMAN 2 – Recensione

L'Assassino di Io Interactive è finalmente tornato!

La serie Hitman ha subito un cambiamento, che abbiamo potuto appurare con il primo esperimento di due anni fa di Io Interactive, con una struttura molto familiare negli ultimi tempi, ovvero quella di rilasciare il titolo con una base solida e che man mano veniva espansa dai singoli episodi nei mesi a venire.

Il risultato, noto come Hitman 2, è sicuramente piaciuto sia a noi della stampa che ai videogiocatori, in quel titolo si riusciva a palpare la voglia di rinnovare un brand, utilizzando tutte quelle tecnologie moderne che si hanno a disposizione nei giorni nostri.

Nonostante i duri colpi che il team di sviluppo aveva subito nel corso degli anni, quest’oggi si ritrova qui con un nuovo publisher che è stato pronto ad accoglierlo nel momento del bisogno, abbandonando così le ormai usurate mani di Square-Enix e affacciandosi verso Warner Bros Interactive Entertainment, che ha permesso lo sviluppo di questo secondo capitolo di Hitman con la stessa struttura.

Un ritorno aspettato

La storia dell’Agente 47 riprende proprio da dove l’avevamo lasciata, il gioco ci permette di ripassare un po’ la trama del primo episodio attraverso un filmato in computer grafica molto dettagliato. Questa prima stagione del secondo capitolo di Hitman prevede ben sei missioni, un ricco pacchetto al livello contenutistico, abbandonando in parte il modus operandi della vecchia stagione ad episodi.

In questo capitolo Diana insieme il nostro amato assassino sono alla ricerca di un gruppo segreto governato da gente dell’alta borghesia, un associazione che governa all’insaputa di tutto e tutti, rimanendo così discreti e belli all’apparenza del pubblico esterno.

Visto che il passato dell’Agente 47 è avvolto dalla nebbia dovuta a una sorta di amnesia, pian piano il gioco affonderà le sue radici all’interno di questo aspetto, esplorando così una parte del suo passato e dando una maggiore chiarezza al giocatore in cerca di risposte.

Hitman 2 Recensione providence

La narrazione è un elemento secondario – come è anche accaduto con il primo capitolo – nonostante registicamente parlando è ben strutturata, sono presenti diversi filmati interessanti e il tutto è ornato da un doppiaggio convincente ma soprattutto espressivo.

L’unica nostra lamentela per i filmati è dovuto al fatto che si tratta principalmente di scene statiche, mosse solo dall’inquadratura e dagli effetti particellari della scena. Ci è piaciuta l’impostazione della nuova storia, anche se ci aspettavamo qualche approfondimento in più sul protagonista, anche se fortunatamente ci sono molti spunti che fanno pensare ad un futuro terzo capitolo.

La durata complessiva della campagna è veramente esigua, ma studiata per essere giocata più volte a causa della valutazione.

Hitman 2 Recensione

Legacy Pack e Gameplay

Se non avete giocato al primo capitolo ma volete comunque provare quell’esperienza, beh, il team di sviluppo ha pensato proprio a voi con il Legacy Pack.

Il pacchetto include tutte le missioni della prima stagione ma giocabili sul secondo capitolo. Inoltre, sarà possibile sbloccare anche i trofei originali del titolo all’interno della scheda di Hitman 2, il quale vanta ben oltre cento trofei. Un offerta molto appetitosa e che rende il titolo realmente immenso.

L’elemento più importante è indubbiamente il gameplay, il quale da sempre ha giocato un ruolo fondamentale all’interno del brand e anche questa volta le cose non sono cambiate. Strutturalmente il titolo si affaccia al suo predecessore, cercando di migliorare ogni singolo elemento ed espandendolo a nuovi orizzonti.

Come sempre, avremo a disposizione un obiettivo (o più) da eliminare per portare a termine la nostra missione, e potremo servirci di moltissimi metodi. L’obiettivo primario non è solo quello di far fuori il nostro target, bensì di effettuare l’uccisione nel modo più spettacolare possibile ottenendo i punti che ci permetteranno di livellare e con una conseguente valutazione finale.

Hitman 2 Recensione

Completare una singola volta la missione è come toccare solo superficie del titolo, la struttura che ci viene proposta è focalizzata sulla rigiocabilità. Il nostro focus è quello di provare le varie “storie”, ovvero la metodologia con il quale è possibile uccidere la nostra vittima, oltre che usando una certa discrezione non faremo altre che agevolare il nostro punteggio da assassini.

Studiare per bene le nostre prede è fondamentale per la buona riuscita del colpo, dato che permette di approcciarsi in modo diretto e sicuro.

L’elemento I.A. qui ha subito un netto miglioramento, i nemici sono molto reattivi anche ai rumori meno sospetti, lanciando al videogiocatore il giusto mordente per una sfida ostica e appagante. Vi confessiamo che molte volte abbiamo dovuto riavviare la missione dall’inizio poiché l’approccio scelto ci ha inevitabilmente condotti in un tunnel senza via di uscita.

E’ anche possibile attuare un attacco diretto verso l’obiettivo, che porterà solo ad una confusione colossale e ad una fuga senza fine verso l’uscita, distruggendo l’anima del gioco, il quale è studiato per effettuare degli omicidi di classe.

Hitman 2 Recensione

Una grande Community

A condire l’offerta ci pensano i contratti, personalizzabili anche dall’utenza, che offrono delle esperienze uniche grazie anche al supporto alla community. Ci sono pure gli eventi gestiti direttamente dagli sviluppatori, ovvero i Bersagli elusivi, cioè delle vittime che sono disponibili solo per un breve periodo e il cui adempimento della missione porterà delle risorse importanti al giocatore.

Il primo Bersaglio Elusivo è il talentuoso attore Sean Bean, annunciato giusto qualche settimana fa dagli sviluppatori.

Finalmente è stata introdotta una modalità multigiocatore chiamata Modalità Fantasma, la quale affibbia al giocatore il compito di dover uccidere – insieme ad altri giocatori – un bersaglio selezionato. Allo stesso tempo gli utenti in sessione non condivideranno lo stesso “luogo d’azione”: difatti ognuno agirà nel suo mondo parallelo e chi porterà a termine la missione nel miglior modo si aggiudicherà la vittoria.

Al momento questa modalità è in versione Beta e l’offerta proposta è veramente scarna, presentando solo la mappa di Miami e preannunciando un senso di ripetitività.

Hitman 2 Recensione bersaglio elusivo

E’ anche possibile giocare alla modalità Sniper Assassin, in sostanza, la versione beta che abbiamo avuto modo di provare negli scorsi mesi.

Per chi non lo sapesse, in questa modalità useremo un fucile di precisione e sarà possibile affrontare delle missioni da soli o insieme a degli amici, dove dovremo eliminare dei target nel modo più silenzioso possibile, raggiungendo così alla fine l’obiettivo finale della missione.

Rispetto alla Beta ci sono stati veramente solo dei piccoli miglioramenti tecnici; per il resto è rimasta tale e quale a quella di qualche mese fa.

Hitman 2 Recensione fucile di precisione

Tecnicamente superbo

Le mappe di Hitman 2 sono molto ben curate, ricche di elementi e sempre originali. Vi possiamo assicurare che si è fatto un passo in avanti rispetto alla stagione precedente, la varietà scenica è veramente imparagonabile.

Il Glacier Engine riesce a mostrare in tutto e per tutto i suoi muscoli, anche nei modelli poligonali, che non spiccano per la loro originalità e caratterizzazione. Bisogna anche dire che il merito è dovuto alla programmazione, rendendo l’ambiente sempre molto dinamico e vivo, ricco di elementi con cui interagire.

Il doppiaggio inglese esegue un lavoro magistrale, principalmente perché riescono a donare quel giusto spessore e profondità durante i dialoghi, trasmettendo il pathos della scena dove viene riprodotta la voce. E’ vero, un po’ ci manca il doppiaggio italiano, ma quello inglese riesce a farsi amare.

Hitman 2 Recensione folla

Commento Finale

Il secondo capitolo di Hitman ci ha colpiti nel profondo, si tratta di un miglioramento netto della prima stagione, portando con sé una varietà unica d’azione. La rigiocabilità è così valida che porta via tantissime ore senza nemmeno accorgersene, facendosi rapire completamente dall’Agente 47. L’unico nostro augurio è quello che il team possa espandere e migliorare i comparti destinati al multigiocatore, rendendoli ancor più validi di adesso. Per noi Hitman 2 è un titolo assolutamente da avere.

HITMAN 2

Riassumendo

In sostanza il secondo capitolo di Hitman 2 è un gran successo, gli sviluppatori sono riusciti a fare centro con un titolo di qualità. Siamo rimasti piacevolmente sorpresi dalla varietà delle missioni che sono disponibili in questa nuova stagione. Consigliato!

Overall
8.5/10
8.5/10

Pros

Tantissimi modi di approcciarsi nelle missioni

Le missioni sono sempre divertenti da rigiocare

La storia lancia degli spunti interessanti sul passato dell’Agente 47 ma…

Finalmente una modalità multiplayer, anche se…

Cons

… non vengono approfonditi, purtroppo

…andrebbe espansa, trattandosi ancora di una Beta

Tags
Vedi altro

Federico Molino

Ha viaggiato in innumerevoli mondi, ha combattuto i peggiori nemici e alla fine è giunto qui. E' ossessionato dagli JRPG e in un altra vita si pensa che fosse uno Shiba Inu.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close