GamesRecensioniFeatured

Gal Metal – Recensione

Chi l'avrebbe detto che il Metal avrebbe salvato il pianeta?

Una razza aliena è all’attacco e dobbiamo salvaguardare la Terra: come fare? Molto semplice, con il potere del Metal!

Ci troviamo questa volta a recensire un titolo che decide di approdare in Occidente e lo fa in maniera molto inusuale; parliamo di Gal Metal, un titolo che abbiamo avuto modo di provare su Nintendo Switch e che non vediamo l’ora di raccontarvi.

gal metal recensione
Immagine promozionale con il logo del titolo

 

Vi racconto di quella volta che il Metal salvò il pianeta…

Gal Metal è un titolo Rhythm Game inizialmente uscito in Giappone il giorno 8 febbraio 2018 e prodotto dallo studio Marvelous, gruppo fondato nel 2011 a Tokyo e produttore di famose serie del calibro di Senran Kagura, Harvest Moon e Rune Factory.

Il progetto dietro a Gal Metal nasce con l’intento di creare un Rhythm Game coinvolgente e divertente, in grado di unire un umorismo molto semplice ad un gameplay che tiene molto alla creatività del giocatore stesso.

La trama del titolo è piuttosto semplice e viene narrata seguendo lo stile di un fumetto, che con il susseguirsi degli eventi si aggiorna sempre con nuove vignette che compaiono sullo schermo; questo stile di narrazione serve anche a contestualizzare lo stile artistico e umoristico del titolo, che in entrambi i casi è molto semplice e spesso ridotto all’osso.

Il tutto comincia con un ragazzo che vaga di notte con la sua bicicletta, sulla via di ritorno verso casa; ciò che non si aspetta è il trovare una ragazza incosciente a terra, e una voce misteriosa che gli dice di essere stato scelto per un grande destino.

La voce continua a farsi sentire finché la ragazza non si sveglia e non compaiono dei misteriosi alieni dalle fattezze di un polipo, che incolpano i due di aver distrutto il loro pianeta con un’arma di distruzione, il Disco D’oro.

Sebbene i due non sappiano come difendersi da queste accuse, gli alieni prendono il tutto sempre più sul personale, finendo col fondere i due in un’unico corpo per prepararli a fronteggiare la loro razza in una sfida di conquista; qualcosa tuttavia sembra respingere temporaneamente gli alieni, ossia della musica Metal proveniente da non molto lontano ma sufficiente ad infastidirli al punto da mandarli in ritirata.

Che sia dunque questa l’arma più forte della Terra per fronteggiare gli alieni? Il risveglio non rende le cose migliori, perché il ragazzo si rende conto di essere ancora nel corpo della fanciulla, che riesce misteriosamente a comunicare telepaticamente con lui e a tutti gli effetti rappresentare una seconda coscienza.

La giornata prosegue a scuola, dove si scopre che la ragazza altri non è che la Presidentessa del club Metal scolastico, e decide di recarvisi per scoprire qualche dettaglio a riguardo.

Veniamo a conoscenza dei membri del club Metal, cominciando dall’addetta al Synthesizer Kia Bansui e di seguito alla bassista Mani Kurobarain, alla chitarra ritmica Erii Kurafuto e alla chitarra principale Shiimi Shindori; queste ragazze sono da sempre amiche della Presidentessa, e saranno la chiave per la salvezza del pianeta.

Riusciranno le nostre eroine a salvare il pianeta e a incendiare gli animi del pubblico con il potere del Metal?

gal metal recensione
Solo il potere del Metal potrà salvarci!

Comincia l’avventura

Il titolo si sviluppa su una serie di capitoli o “Gigs“, i quali si articolano in una fase esplorativa e di potenziamento, per poi chiudersi con un concerto Live che andrà a chiudere ogni arco narrativo.

All’inizio di ogni capitolo il gioco ci offrirà una breve storia a fumetto condita sempre da umorismo e stereotipi di vita nipponica, senza ovviamente farci mancare qualche incursione aliena che minaccerà la Terra e ci spronerà ad allenarci e fare pratica con le nostre compagne.

La fase successiva è sempre legata ad una chat di gruppo con gli altri membri, dove in un’interfaccia in prima persona vedremo il nostro smartphone e una conversazione che a volte può cambiare a seconda delle nostre risposte, essendo la Presidentessa del club dotata di potere decisionale.

L’esperienza di gioco di Gal Metal comincia dalla fase di esplorazione e interazione, che ci pone davanti una mappa della città con molti punti d’interesse a disposizione, nei quali spesso potrebbero essere presenti alcune nostre compagne di club.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Come mostratoci nel gioco, utilizzare le ore a disposizione per la giornata ci permetterà di migliorare come gruppo e avvicinarci alle nostre amiche spendendo del tempo nei luoghi di interesse nella mappa; se spenderemo del tempo assieme alle nostre compagne miglioreremo il nostro rapporto con loro, e arrivati ad un certo livello di intimità potremo conoscerle meglio attraverso delle piccole scene dedicate che approfondiranno meglio ogni personaggio seppur in maniera comica e superficiale.

I parametri ampliabili dalla fase esplorativa sono visti attraverso un grafico composto da 5 attributi: Kvit, Morality, Guts, Activity e Passion.

Passare del tempo con le proprie amiche non migliorerà soltanto il proprio rapporto con esse, ma ci offrirà la possibilità di guadagnare delle medaglie, che sono semplicemente dei trofei collezionabili ottenibili dopo aver soddisfatto determinate condizioni durante i concerti oppure durante la fase esplorativa.

La parte fondamentale di tutto il titolo rimane ovviamente quella dedicata al suonare con la propria band, che inizia sempre con delle prove nella fase di esplorazione se si decide di fare pratica prima del prossimo Live, dove si potrà imparare qualche combinazione utile ad ampliare il proprio repertorio.

Le prove possono essere delle semplici ripetizioni di combinazioni oppure una vera e propria simulazione di un Live, dove si avrà a disposizione tutta la durata di una canzone per provare delle combinazioni.

Gal Metal offre diversi approcci per suonare, che sono rispettivamente con l’ausilio del Touch Screen e dei due Joy-Con; l’esperienza di gioco sarà diversa, ma in entrambi i casi ci saranno lati positivi e negativi.

Gal Metal recensione
Il gioco cerca di risultare immersivo e ci permette di simulare la batteria con i due Joy-Con

Il punto centrale di tutto sta nei concerti Live, che ci permetteranno di sfoggiare le nostre doti e mettere in scena ciò che impareremo nel corso del gioco e spesso potendo combinare intelligentemente diverse combinazioni e venire premiati facendolo.

Gal Metal recensione
Ciò che compare quando si suona in un concerto

Come vi mostriamo qui sopra questa è la schermata che compare nel momento in cui si suona, con dunque tutti quelli che sono i principali strumenti di una batteria; la batteria sarà infatti la nostra migliore alleata, e prendere confidenza con essa sarà la chiave per divertirsi su questo titolo.

Se per la modalità Touch Screen possiamo dire di esserci trovati a nostro agio, non possiamo dire lo stesso della funzione Joy-Con; il controllo non è dei migliori, essendo complicato gestire la sensibilità e la risposta del gioco, e alcune combinazioni famose per essere molto lunghe o veloci saranno piuttosto complicate da eseguire.

Tutto questo è un peccato se consideriamo che il gioco si basa sul suonare una batteria e l’intento era quello di creare un senso di immersione, ma a differenza di titoli del calibro di Taiko no Tatsujin non possiamo ritenerci soddisfatti.

Il titolo offre inoltre due modalità di gioco aggiuntive, ovvero Pratica e Free Play; Pratica è l’esatta simulazione delle prove pre-concerto che si possono fare durante ogni arco narrativo, mentre Free Play è una modalità che consente di affrontare diversi avversari.

Ogni avversario della modalità Free Play ci sfiderà sulla base di una canzone, nella quale il nostro compito sarà quello di totalizzare un punteggio richiesto generalmente molto alto; è una di quelle modalità intese per i più esperti del titolo che cercano un’ulteriore sfida.

gal metal recensione
Come si mostra la modalità Free Play

Qualcosa non ci ha convinti

Gal Metal è riuscito nonostante tutto a farsi strada fino al mercato occidentale e ad affermarsi come un gioco di nicchia che sa intrattenere, ma sfortunatamente i difetti tecnici sono molti, e nel complesso non ci riteniamo soddisfatti per molte cose che potevano essere migliorate.

Andando per ordine partiamo dalla prima impressione che il gioco ci dona, ovvero il Menù Principale di gioco; davanti a noi vediamo un menù spoglio, senza musica e con solo il suono di un leggero vento che soffia su un cielo azzurro e il logo del titolo davanti ad un palco vuoto.

gal metal recensione
Come si presenta il Menù Principale di gioco

Andando poi a tastare il fulcro del gioco, ovvero suonare una canzone con la batteria, cominciamo a notare i primi difetti; capita spesso di avere dei problemi a giocare con i Joy-Con in quanto poco precisi,e quindi si annulla completamente la speranza di poter giocare seriamente come se si stesse suonando una batteria.

Suonare inoltre non è semplice una volta che si avanza nel gioco, dove possiamo vedere a poco a poco come la curva di apprendimento delle combinazioni diventi sempre peggiore e la frustrazione aumenti; se inizialmente sembrerà tutto semplice e divertente, e le diverse combinazioni saranno ben gestibili, arrivati alla prima metà di gioco si comincerà a sudare per poter essere originali e variegati.

Va comunque considerato che il gioco premia molto l’essere creativi e nota quando riusciamo a trovare il ritmo e le combinazioni che più si adattano alla canzone, ma non sempre gli input saranno precisissimi e sarà dunque complicato riuscire sempre a replicare cosa si vuole suonare.

Gal Metal pecca anche in altro,essendo piuttosto scarno e ripetitivo nella fase esplorativa, dove ci limiteremo soltanto a vagare di luogo in luogo per aumentare le nostre statistiche e eventualmente sbloccare qualche scenetta con le nostre compagne di band col proseguire della nostra amicizia.

Le scene sbloccabili saranno come delle piccole recite teatrali, che aggiungeranno ben poco contenuto al titolo e non doneranno dettagli particolari sui personaggi, che sebbene siano sempre presenti saranno poco caratterizzati e molto stereotipati dai classici standard nipponici.

La suddivisione dei capitoli è abbastanza carina, con pagine di fumetto che raccontano di strane creature e dei loro piani malvagi per conquistare il pianeta, ma non ci sarà alcun risvolto di trama particolarmente interessante o comunque comico; nel complesso lo standard della trama di gioco si tiene piuttosto basso e non supera mai questa soglia.

gal metal recensione
Esempio di come il titolo introduce ogni Gig di trama

Ogni capitolo ha una determinata sequenza di eventi e non si distacca mai da essa, ricordandoci in ogni momento di come dovremo fare determinate cose per avanzare, come fossero dei compiti e non veri e propri momenti di divertimento; momenti che perlopiù non saranno troppo lunghi, essendo la durata del titolo piuttosto bassa.

Il titolo conta una storia della durata di circa 15 ore, e una volta finita questa toccherà passare alla modalità Free Play o cercare di ottenere le restanti medaglie e migliorare i rapporti con il resto della band.

Giudizio Finale

Gal Metal è un gioco che avrebbe potuto regalare molto di più, essendo già munito di una propria identità che avrebbe reso molto meglio se almeno il lato tecnico del gioco fosse stato immacolato.

L’orientamento della grafica e dell’umorismo di Gal Metal è piuttosto semplice e infantile, e sebbene non sia necessariamente un male non riesce comunque a colpire particolarmente.

Le canzoni del titolo sono piuttosto anonime ed il titolo ha una durata piuttosto insignificante, essendo pressoché privo di particolari contenuti aggiuntivi che lo rendano longevo o che spingano il giocatore a rigiocarlo più volte, dando ben poche soddisfazioni al di fuori del suonare.

Confidiamo che DMM GAMES ci offrirà contenuti di migliore qualità e caratterizzati da una forte personalità, ma nel momento non ci sentiamo di premiare con queste caratteristiche Gal Metal.

Se volete darci suggerimenti, o scambiare opinioni su videogiochi, anime, serie tv e tanto altro, potete unirvi alla nostra community oppure registrarvi sul canale notizie di Telegram, per essere sempre sulla cresta dell’onda!

 

 

Gal Metal

Riassumendo

Gal Metal è un titolo che può sicuramente attrarre una nicchia di persone che sarebbe disposta a lodarlo, ma i difetti sono davvero troppi e delle più svariate nature, non rendendo effettivamente l’esperienza di gioco piacevole per la maggioranza dei giocatori.

Overall
5.5/10
5.5/10

Pros

Possibilità di suonare diverse canzoni come più ci aggrada.

Il gioco premia la creatività nel creare combinazioni.

Proseguendo nel gioco si ha un buon grado di sfida.

Cons

Il gioco risulta essere frustrante per la sua curva di difficoltà squilibrata.

Non c’è stabilità e precisione nei comandi della modalità Joy-Con.

Avanzare con la trama risulterà ripetitivo e poco soddisfacente.

Breve durata di gioco e poco contenuto aggiuntivo.

 

 

 

Tags
Vedi altro

Nicholas Adrati

Nicholas, ragazzo appassionato di Game Design e sonoro. Comincia il suo viaggio con Super Mario Bros 1 per Gameboy Advance, e da quel momento sta ancora marciando! Probabilmente sta ancora lodando Keiichi Okabe..

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close