RecensioniVideogames

Skullgirls – Recensione della versione mobile

Il miglior picchiaduro 2D per mobile

Benvenuti da Mobile Gourmet, la rubrica che prende in esame il mondo videoludico mobile e vi consiglia sempre nuovi titoli che valgono la pena di essere acquistati o che meriterebbero un maggiore riconoscimento, sia che siano recenti o meno.

Nell’articolo di oggi parleremo di Skullgirls, picchiaduro di Lab Zero Games datato 2012 che ha avuto un lungo percorso passando da Playstation 3 ed Xbox 360 a Pc, e infine per Mobile nel 2017 grazie a Hidden Variable Studio.

mobile gourmet skullgirls
Logo di Skullgirls

Come nasce Skullgirls e il suo percorso fino ad oggi

Skullgirls è un picchiaduro 2D dove il giocatore combatte contro un avversario con team da un massimo di tre personaggi, con l’obiettivo di sconfiggerlo o rimanere in miglior condizione dell’avversario allo scadere del tempo.

La serie venne concepita dall’immaginario di Alex Ahad, un illustratore che sin dai tempi del liceo disegnò dei personaggi che solo dopo collocò all’interno di un roster di combatenti grazie a Mike Zaimont, appassionato di picchiaduro che all’epoca si dilettava a creare un Engine per un suo ipotetico gioco; i due decisero di collaborare ed il progetto Skullgirls prese vita a partire dal 2008.

Il titolo venne rilasciato inizialmente sui rispettivi store digitali Playstation 3 e Xbox 360 da Aprile a Maggio 2012 in America, Europa, Australia e successivamente in Giappone solo su Playstation nel Febbraio del 2013 tramite lo studio CyberFront.

Nell’Agosto del 2013 Lab Zero Games sviluppa una versione per Pc con co-publishers lo studio Autumn Games e Marvelous; Il percorso continua con una versione arcade da cabinato giapponese prodotta da M2 nel 2015.

Arriviamo infine alla nostra versione per mobile, sviluppata dallo studio Hidden Variable e pubblicata dallo studio Line, rilasciata per Android e iOS nel Maggio del 2017.

La serie ha sempre avuto dei riscontri positivi dalla community che lo spesso nominato uno dei picchiaduro 2D moderni migliori che ci siano, con meccaniche divertenti e personaggi ben disegnati; a dimostrazione di ciò si vede la grande risposta del pubblico nelle numerose pubblicazioni della serie, che si è fatta strada di paese in paese e di dispositivo in dispositivo per arrivare sempre in forma smagliante nelle nostre mani.

Vi mostriamo qui di seguito il primo e storico trailer di Skullgirls:

E’ ora di parlare della versione mobile! Avrà mantenuto alti gli standard della serie?

Skullgirls Mobile, il ritorno della saga

La versione mobile del titolo ci offre una versione Lite di quelle che sono sempre state le meccaniche di combattimento delle versioni base, con quindi una squadra composta da un massimo di tre personaggi, moveset semplici ma divertenti e spettacolari Attacchi Speciali.

Il combat System offre dei combattenti di diverse rarità; Bronzo, Argento, Oro e Diamante ottenibili tramite un sistema Gacha che include la spesa di una valuta chiamata Crystals.

Vi mostriamo qui di seguito il menù principale del titolo, in modo da potervi spiegare i diversi aspetti di Skullgirls Mobile:

mobile gourmet skullgirls
Menù principale del titolo

Come potete vedere il titolo vanta di una Campagna, che si divide in capitoli affrontabili in 3 diverse difficoltà; ogni capitolo offre degli stage che verranno introdotto con un breve approfondimento di trama ed in seguito un combattimento.

Completare quanti più stage possibili ci aiuterà molto all’inizio del nostro viaggio, in quanto otterremo ricompense maggiori e più possibilità di ampliare il nostro roster.

In basso è possibile vedere la sezione Training, che ci permette di fare pratica con i moveset dei personaggi che possediamo e che desideriamo approfondire.

Un modo per ottenere cristalli e migliorare i nostri personaggi è tramite le due sezioni Daily Events e Prize Fights; la prima delle due offre delle missioni dedicate a dei personaggi specifici che si intercambieranno a rotazione a seconda del giorno, e completarne gli stage ci garantirà dei punti abilità spendibili per un determinato personaggio.

La sezione Prize Fights invece ci consente di fare delle battaglie classificate contro le squadre di giocatori reali, che se battute ci daranno dei punti e ci permetteranno di salire in graduatoria; più in alto saremo più otterremo premi succosi.

Come potete vedere esiste anche la sezione Missions, che ogni giorno offre diversi modi per ottenere cristalli e un piccolo scrigno al lato sinistro dello schermo, che ogni ora si aggiorna ed offre diverse ricompense acquistabili tramite semplici monete o Treasure Coins, una valuta speciale che viene donata all’inizio del gioco.

Se poi si cerca una sfida ancora maggiore bisognerà tenere duro fino al livello 25, dove si sbloccherà la modalità Rift; essa consiste in una serie di battaglie contro avversari sempre più forti e delle condizioni sempre più svantaggiose per il giocatore, che si ritroverà a dover fare ricorso a tutti i suoi combattenti più forti per continuare nella sua scalata.

In conclusione

Skullgirls Mobile regala un feeling dei comandi molto semplice ed intuitivo basato sul toccare e scorrere sullo schermo, con una grafica fresca e dei personaggi ben resi e fluidissimi.

Il sistema delle microtransazioni non è particolarmente limitante e l’elemento Pay-To-Win è tranquillamente trascurabile; la grande vastità di modalità e la cura degli sviluppatori nel continuare a curare la resa del titolo e portare continuamente novità e ricompense rende il titolo sempre appetibile e pieno di sorprese.

Skullgirls Mobile è semplicemente il miglior picchiaduro 2D sul mercato smartphone, e se siete amanti del genere vi consigliamo caldamente di dargli una chance!

Il titolo è acquistabile gratuitamente per App Store e Google Play.

Come sempre speriamo che questo capitolo di Mobile Gourmet vi sia piaciuto e che vi abbia convinti ad acquistare questo titolo, che merita sicuramente un po’ di amore e riconoscimento.

 

 

Tags
Vedi altro

Nicholas Adrati

Nicholas, ragazzo appassionato di Game Design e sonoro. Comincia il suo viaggio con Super Mario Bros 1 per Gameboy Advance, e da quel momento sta ancora marciando! Probabilmente sta ancora lodando Keiichi Okabe..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close