FeaturedRecensioniVideogames

Super Neptunia RPG – Recensione di una Gamindustri diversa dal solito

Neptunia si mostra sotto nuove vesti

Da tempo aspettavamo che Super Neptunia RPG arrivasse anche da noi in Occidente e finalmente è giunto quel momento!

Vi confessiamo che siamo stupiti da questo esperimento prodotto in collaborazione con lo studio canadese Artisan Studio che ha voluto provare un qualcosa di alternativo e diverso rispetto agli standard della serie principale, cioè Hyper Dimension Neptunia.

Non solo, è la prima volta nella storia che Neptunia sbarca su Nintendo e viene prodotto da uno studio occidentale!

Cosa ha di diverso Super Neptunia RPG?

Facciamo un passo indietro e spieghiamo per bene di che titolo si tratti. A differenza dei soliti titoli facenti parti della serie, siamo di fronte a un JRPG in cui è possibile muoversi a scorrimento laterale all’interno dei dungeon.

Ma non solo, le battaglie saranno infatti condotte in tempo reale premendo i tasti assegnati ai personaggi e consumando AP, cioè i punti necessari per agire. Avremo infatti a disposizione una barra con dei numeri, che andrà diminuendo man mano che eseguiremo le sopracitate azioni.

Non mancheranno le fasi platform, che richiederanno coordinazione nei salti e nel come ci approcciamo ai nemici. Oltre agli scontati salti, sarà possibile effettuare scatti sia a terra che in aria, per dare maggiore dinamicità alle fasi di esplorazione.

Inoltre, Neptune non potrà raggiungere sin dall’inizio del gioco alcune piattaforme all’interno dei dungeon. Per questo motivo, sarà in seguito usabile Puddingo e il doppio salto.

Neptune che salta sopra Puddingo dentro un dungeon

Per certi versi, il gioco ricalca lo stile di alcuni tipi di JRPG che adottavano anche uno stile platform e un combat system in stile laterale con un pulsante per personaggio. In parole povere, questo titolo ci ha ricordato anche i bei tempi del primo Valkyrie Profile, ma ovviamente non regge il paragone tra i due!

Elemento caratteristico della serie che invece è notevolmente ridotto è proprio il fanservice, che risulta praticamente assente in Super Neptunia RPG.

Neptune e Blanc che guardano Noire in un vestito bianco e blu

Per precisare, questa componente è in realtà presente ma quasi snaturata rispetto ai titoli principali, visto che sembra quasi una forzatura piuttosto che un qualcosa che si incastra naturalmente nell’essenza del gioco!

Neptunia è da sempre stata una serie fortemente impregnata di fanservice e notevoli riferimenti alla cultura pop e purtroppo Super Neptunia RPG non riesce ad afferrare questo concetto.

Un sistema di combattimento usato male

Come accennato poco sopra, il sistema di combattimento è tutto meno che noioso e fallimentare. Il problema principale risiede nel come è stato personalizzato in questo caso specifico.

I personaggi che potremo usare non avranno mosse particolari o uniche che li differenzieranno dagli altri, al contrario di quanto accadeva con gli Hyperdimension. Titoli di questo tipo necessitano per forza di quel tono spesso poco serio e mai noioso.

Scontro contro un mostro dentro un livello di gioco

Per chi si stesse domandando se è presente molto farming, la risposta non può essere che negativa. Sicuramente non potrete pretendere di andare avanti nel gioco senza del sano grinding, ma vi garantiamo che ci sono veramente molti modi per guadagnare esperienza.

In nostro soccorso per i numerosi scontri che affronteremo vengono le formazioni, cioè delle strategie basate su un membro che sceglieremo come leader. In base a chi designeremo, potremo ricevere interessanti bonus che ci permetteranno di fare strage di nemici.

Formazione con Neptune, Blanc, Noire e Vert

Uno dei difetti di cui vi vogliamo parlare riguarda l’apprendimento delle tecniche. Infatti, è possibile apprenderle usando i vari pezzi di equipaggiamento che incontreremo durante la nostra avventura, per poi passare al prossimo pezzo in lista e così via.

Nonostante tutto, si può affermare che il sistema di combattimento di Super Neptunia RPG parta da un’ottima idea di fondo ma si perda durante l’esecuzione. Ad ogni modo, resta pur sempre un sistema abbastanza profondo per via delle combo e del cambio di formazioni.

Ottimizzazione che lascia a desiderare ma visuale mozzafiato

Abbiamo provato la versione Nintendo Switch, che ci ha dato non pochi problemi sotto tanti punti di vista.

I comandi non sono certamente ottimali, ma non risultano nemmeno scomodi dopo qualche ora di gioco.

Dentro i dungeon e durante le fasi di battaglia abbiamo riscontrato fastidiosi rallentamenti e sgranature nelle texture, elementi che in un gioco di questo tipo sono veramente molto importanti. La poca stabilità del framerate non è un dramma, però influisce negativamente sul nostro giudizio.

Panorama di Lastation su Super Neptunia RPG

Nonostante la scarsa ottimizzazione, è possibile riscontrare con gioia che le ambientazioni e gli scenari sono visivamente suggestivi, in tutta la loro espressività bidimensionale.

Nep Nep alla riscossa!

Super Neptunia RPG è un gioco che poteva dire sicuramente la sua, ma non ci è riuscito. Sebbene le ambientazioni siano molto suggestive e l’idea di fondo sia ottima, l’esecuzione è molto scarna e frettolosa.

I vecchi fan di Neptunia potrebbero anche sentirsi traditi dall’assenza di anima che caratterizza questo esperimento. Tra l’altro, molti personaggi secondari non sono altro che dei veri e propri pozzi di missioni secondarie e niente di più!

Purple Heart , la forma divina di Neptune

Ci aspettavamo una versione portatile per Nintendo Switch più curata e rifinita sotto molti punti di vista.

Se siete fan hardcore di Nep Nep potreste considerarne comunque l’acquisto, visto che il gioco riesce benomale a intrattenere!

Riassumendo

Super Neptunia RPG tradisce l’essenza dei titoli tradizionali della serie e tenta qualcosa di nuovo. Sfortunatamente, non tutti gli esperimenti vanno a buon fine.

Consigliato solo ai veri fan della serie che possono sopportare sia i difetti tecnici che le molte occasioni mancate.

Overall
6.2/10
6.2/10

Pros

  • Ambientazioni visivamente suggestive
  • Ottima idea di fondo

Cons

  • Scarsa esecuzione in generale
  • Insapore rispetto ai titoli principali della serie
  • Cali di framerate e scarsa ottimizzazione
Tags
Vedi altro

Marco Giordano

Grande fan dei generi di stampo orientale, predilige quasi ogni genere purché motivato da scelte estetiche o da una trama solida. Attratto non solo dal lato informatico dei videogiochi, ma anche dal loro aspetto stilistico ed economico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close