Guide & Soluzioni

God Eater 3 – Guida alle basi del sistema di combattimento

Tutto quello che c'è da sapere per iniziare a cacciare

Il sistema di combattimento di God Eater 3, all’apparenza molto semplice, è composto da diverse meccaniche che bisogna tenere sempre a mente durante gli scontri per ottenere le valutazioni più alte e le ricompense migliori.

In occasione della sua uscita su Nintendo Switch noi di GameIndustry.it abbiamo pensato di spiegarle in questa guida, per tutti coloro che lo prenderanno sulla console ibrida, come per chi ha intenzione di acquistarlo sulle altre piattaforme.

Se tuttavia non siete ancora sicuri se procedere con l’acquisto, potete leggere la nostra recensione per capire meglio se questo gioco può interessarvi.

I tasti descritti si riferiscono alle impostazioni di default su Nintendo Switch, mentre su PlayStation 4 e PC cambia unicamente il nome dei pulsanti. Dalle impostazioni del gioco è possibile modificare i tasti impiegati per certe azioni, e assegnare alcuni di questi comandi al D-Pad.

Tipi di attacco

Un attacco a mezz'aria con la Lama Corta

In God Eater 3 tutte le armi, chiamate God Arc, seguono lo stesso schema di comandi, con alcune di esse aventi accesso a delle mosse extra peculiari.

Premendo in successione il tasto Y si esegue una serie di attacchi leggeri, mentre col tasto X gli attacchi pesanti. A seconda della categoria di arma equipaggiata, i due tipi di attacchi avranno delle serie di colpi più o meno lunghe.

Queste due tipi di combo inoltre possono essere mischiati a piacere. Per esempio, premendo il tasto X subito dopo due attacchi leggeri, verrà eseguito il terzo colpo della rispettiva combo, anzichè il primo. Questo sistema permette di creare combo personalizzate con qualsiasi arma, evitando le animazioni più lente o che infliggono meno danni.

Lo stesso si applica mentre ci si trova a mezz’aria. Tuttavia con la maggior parte delle armi l’attacco pesante porta ad atterrare immediatamente, per cui è preferibile usarlo per concludere la combo aerea. Dopo uno scatto è inoltre possibile premere uno dei due imput d’attacco per eseguire un attacco in passo, che può essere seguito da un normale attacco.

L'attacco caricato della Luna Pesante

Alcune armi hanno azioni speciali premendo contemporaneamente i tasti R ed Y, ed altre hanno un attacco caricato eseguibile tenendo premuto il tasto Y.

Infine certi attacchi consumano resistenza per poter essere eseguiti, ma ciò dipende dal tipo di God Arc equipaggiata.

I fucili e la barra PO

Premendo il tasto R potremo trasformare la nostra God Arc dalla forma melee in uno dei quattro tipi di fucili, a seconda di quale avremo equipaggiato. Premere nuovamente il tasto ci permetterà di ritornare alla nostra arma corpo a corpo.

Mentre imbracciamo un fucile, premendo i tasti X o Y spareremo il proiettile assegnato a quel pulsante. Tenendo premuto uno dei due pulsanti si aprirà un menù rapido che ci consentirà di cambiare al volo il tipo di munizione corrispondente.

Premendo contemporaneamente i tasti R ed X spareremo un Proiettile Link Burst, che volerà verso uno dei nostri compagni per alzare il suo Livello Burst. Approfondiremo come ottenere questi proiettili e cosa comporta il livello Burst nell’apposita sezione più avanti.

Infine premere contemporaneamente R ed A ci consentirà di eseguire un’azione speciale che dipende dal tipo di fucile equipaggiato.

Ricordate che i proiettili normali consumeranno una parte della barra OP verde, per cui quando sarà esaurita non potrete più usare il vostro fucile. Per ricaricare la barra OP è sufficiente colpire un Aragami con l’arma corpo a corpo.

I proiettili personalizzati non consumano la barra OP, ma hanno un numero di utilizzi limitati nel corso della missione.

Manovre evasive

Un tuffo con lo scudo alzato

Il modo più semplice di evitare un attacco è allontanarsi dall’Aragami, correndo tenendo premuto il tasto R, e consumando la propria resistenza nel farlo.

Premendo il tasto A è possibile usare una piccola parte della propria resistenza per compiere uno scatto. Questa azione possiede solo 4 frame di invincibilità, ma è estremamente rapida e consente di rispondere immediatamente con un attacco in passo.

Premendo contemporaneamente R ed A si estrae uno scudo in grado di parare i colpi. Ne esistono di tre tipi, ognuno dei quali con una riduzione dei danni più elevata ma anche con un’animazione di estrazione più lenta del precedente.

Estraendo lo scudo un istante prima di essere colpiti si eseguirà una Guardia Perfetta, che annullerà qualsiasi danno e contraccolpo si sarebbe subito altrimenti.

Premendo contemporaneamente ZR e B infine si potrà compiere un tuffo in avanti con lo scudo alzato. Questa manovra consente non solo di avvicinarsi velocemente al bersaglio, ma proteggerà da qualsiasi attacco in arrivo grazie allo scudo e può anche infliggere danni se ci si scontra contro un Aragami.

Divorare, livello Burst e le Arti Burst

Un attacco divorante

L’attacco divorante non solo infligge danni al bersaglio, ma consente anche di attivare il primo livello di Burst, e creare un proiettile Burst.

Per eseguire una divorazione basterà tenere premuto il tasto X, ed una volta caricato al massimo lasciarlo andare per riempire completamente la propria barra Burst. Premendo R ed X contemporaneamente sia a terra che a mezz’aria si eseguirà un’animazione molto più veloce, che tuttavia infliggerà meno danni e fornirà solo metà barra.

Mentre si è in stato di Burst si ricevono diversi benefici: innanzitutto si ottiene un bonus sia all’attacco che alla difesa, oltre a ottenere un salto a mezz’aria utile per riposizionarsi e continuare la propria serie di attacchi aerei. Infine solo in stato di Burst è possibile utilizzare le Arti Burst, di cui parleremo fra poco.

Eseguendo delle divorazioni si può solamente attivare e mantenere solo il primo livello di Burst. L’unico modo di accedere ai due livelli successivi, caratterizzati da bonus alle statistiche e durata più alti, è avere un compagno che ci colpisce con un Proiettile Link Burst.

Le arti Burst sono degli attacchi speciali che modificano gli il moveset di base delle armi. Essi possono andare dal donare degli effetti aggiuntivi ai nostri attacchi normali, al trasformarli in colpi completamente diversi.

Una Arte Burst della Lancia

Dal Terminale è possibile equipaggiare una Arte Burst per gli attacchi a terra, una per gli attacchi a mezz’aria e una per gli attacchi step. Da qui è possibile anche modificare gli effetti secondari di ciascuna Arte Burst.

Utilizzando spesso una certa Arte Burst è possibile farla salire di livello, aumentandone così il danno.

Grilletti Acceleratore ed Attacco

I Grilletti Acceleratore forniscono abilità e potenziamenti temporanei quando certe condizioni sono soddisfatte. Essi possono andare dall’aumentare una certa statistica al fornire effetti aggiuntivi a certe mosse, mentre le condizioni spaziano tra l’effettuare un certo numero di attacchi al curare un alleato.

Dal Terminale è possibile vedere la lista completa di Grilletti Acceleratore a propria disposizione e sceglierne uno da equipaggiare. Attivandone continuamente uno durante le missioni è possibile farlo salire di livello, aumentandone la durata dell’effetto.

L’Attacco permette di condividere numerosi potenziamenti con i propri alleati, premendo ZL e ZR contemporaneamente quando compare il prompt sullo schermo. Perchè questo avvenga, sarà necessario caricare una barra sempre visibile sulla testa dei compagni, che si riempirà stando vicino ad essi durante gli scontri.

L'Attacco viene attivato

Una volta che l’Attacco è stato attivato, i due God Eater Adattivi condivideranno il livello di Burst e gli effetti dei rispettivi Grilletti Acceleratore se attivi. Inoltre anche l’Attacco fornisce ad entrambi dei buff unici, selezionabili sempre tramite il Terminale.

Usare gli oggetti

Sempre grazie al Terminale possiamo scegliere fino a 12 tipi di oggetti di portarci in battaglia. Essi possono essere non solo diversi tipi di cure, ma anche trappole, granate e vari buff temporanei.

Durante una missione premendo il tasto + si aprirà un menu rapido, che è possibile scorrere usando i tasti L ed R. Premendo il tasto Y quindi si userà l’oggetto, ma attenzione: non è possibile muoversi durante l’animazione di utilizzo, quindi scegliete un posto sicuro prima di consumarlo o potrete essere colpiti da un Aragami nel mentre!

Affrontare gli Aragami

I vari Aragami hanno il corpo diviso in varie sezioni, ognuna con le proprie statistiche di difesa fisica ed elementale. Grazie alla visualizzazione su schermo dei danni che infliggiamo, è molto facile capire quali parti sono più vulnerabili ai nostri attacchi.

Infliggendo abbastanza danni su una singola parte sarà possibile romperla, evento segnalato dall’apparizione di numerosi effetti particellari arancioni. Così facendo non solo si potrà far tentennare l’Aragami costringendolo a rimanere immobile per qualche secondo, ma le difese di quella parte diminuiranno permanentemente.

Un havakiri con una delle sue parti del corpo rotte

Infine certe ricompense possono essere ottenute solo rompendo determinate parti del corpo. Rompendo almeno due o più parti del corpo di un Aragami in una singola missione, si riceveranno un maggior numero di ricompense una volta conclusa.

Alcuni avversari, denominati Aragami Cinerei, sono in grado di divorare ed entrare in modalità Burst esattamente come i God Eater Adattivi. I loro attacchi divoranti, ben riconoscibili per la lunga animazione di preparazione, vengono eseguiti solo mentre sono in stato di rage, e non possono essere bloccati normalmente. L’unico modo per evitarli è allontanarsi dall’Aragami oppure eseguire una Parata Perfetta.

Mentre un Aragami è in Burst, otterrà nuove mosse ed un incremento al proprio attacco, ma la sua difesa fisica si abbasserà. Tuttavia subire un attacco divorante ci toglierà qualsiasi buff avessimo attivo in quel momento, e infliggerà lo status Corruzione. Mentre è attivo alcuni tipi di attacchi, alcune Arti Burst e i proiettili elementali faranno molto meno danno al bersaglio.

Anubis dopo essere entrato in Burst

Quando un membro del party perde tutti i suoi hp, viene persa una delle 9 barre dell’energia, visibili a destra subito sotto la mappa. Quando avviene si ha un limitato periodo di tempo per rianimarlo, altrimenti verrà trasportato al punto di partenza consumando altre 2 barre.

Così si conclude questa guida alle meccaniche principali del sistema di combattimento. Ricordate però che ciascuna arma possiede proprietà e abilità uniche, che possono cambiare completamente il modo in cui ci si approccia agli scontri.

God Eater 3 è disponibile su Nintendo Switch, PlayStation 4 e PC.

 

Tags
Vedi altro

Alberto Marcuzzi

Amante dei videogiochi di ogni genere fin dalla tenera età, è inevitabilmente attratto dai titoli provenienti dalla terra del Sol Levante. Quando inizia un nuovo gioco, non è soddisfatto finché non ne ha sviscerato tutte le meccaniche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close