AnteprimeVideogames

GRID – Provato alla Gamescom 2019

Un nuovo promettente racing game

Codemasters, lo studio di sviluppo che continua a stupirci anno dopo anno con i titoli Formula 1, reinterpreta il genere dei giochi di corsa con nuovi obiettivi. Quest’ultimo titolo è infatti conosciuto per il suo realismo e la sua fedele riproduzione dell’ambiente dominato da McLaren, Ferrari e altri grossi nomi. Cosa cambia con GRID?

Un racing game con nuove idee

GRID è stato definito da molti player che lo hanno provato come il gioco in cui cimentarsi fra una partita di simulazione di corsa e l’altra. Quest obiettivo viene raggiunto incentrando il nuovo titolo sul dramma che ogni gara avrà da offrirci e non troppo sul realismo.

Ci è stato infatti garantito che i vari fattori a cui gli sviluppatori hanno lavorato intensamente renderanno ogni corsa unica e memorabile. I fattori da prendere in considerazione sono: l’intelligenza artificiale, gli eventi casuali durante le gare, la collaborazione con un partner di gara e così via.

Gara in GRID 2019

Partendo dall’intelligenza artificiale, ci è stato spiegato come siano state create a mano 400 profili di intelligenze diverse, come se si trattasse di altrettanti piloti, ognuno con le sue caratteristiche.

Tra le caratteristiche troviamo ad esempio l’aggressività o la calma alla guida, la paura o l’audacia, la capacità di cooperare o la voglia di individualismo e molto altro ancora. Tutti questi aspetti, sommati fra di loro, serviranno a tenere lontana la ripetitività e monotonia dal giocatore.

Un titolo con elementi inaspettati

Gli eventi casuali, d’altro canto, potranno includere: un testacoda catastrofico da parte di un pilota, un incidente grave o anche minore, ruote che scoppiano, motori mal funzionanti e così via.

I partner con cui andremo a collaborare in gara potranno invece ricevere comandi da parte nostra, come ad esempio la richiesta di spingere in avanti e cercare di prendere posizione o di gareggiare in modo difensivo e conservativo.

La quantità di macchine a disposizione ci ha stupiti molto. Vedrete dai classici alle macchine moderne da GT ed il fattore più bello è che sentirete la differenza fra queste due categorie quando guiderete rispettivamente l’una o l’altra. Ciò è stato reso possibile tramite una dettagliata riproduzione della manovrabilità e potenza di ogni macchina.

Gara in GRID 2019

Nonostante GRID sia più un titolo dedicato a chi vuole un maggior intrattenimento e non un maggior realismo da un gioco di corsa, è comunque possibile selezionare fra una miriade di opzioni all’interno delle impostazioni di difficoltà.

Questo ci dà la possibilità di, ad esempio, utilizzare i flashback in quantità infinita, limitata o per niente. I flashback permettono al giocatore di tornare indietro nel tempo di alcuni secondi, in modo tale da evitare un incidente, prendere meglio una curva e così di seguito.

In conclusione

Avendo potuto raccogliere esperienza di prima mano giocandoci alla Gamescom, possiamo garantire che tutto ciò che abbiamo descritto in questo articolo è presente e funzionante.

Con una grande quantità di possibili personalizzazioni, un parco macchine molto ricco, un’esperienza di gioco altamente intrattenente e un comparto tecnico che ci ha convinti, GRID promette e sembra fornire ai giocatori molto. E voi, cosa ne pensate? Vedremo in giro per il web momenti epici quali incidenti, lotte con nemici aggressivi e tutto ciò che ci è stato garantito?

GRID sarà disponibile su PlayStation 4, Xbox One e PC a partire dall’11 Ottobre 2019.

Se siete interessati alla Gamescom 2019 vi consigliamo di dare un’occhiata al nostro sguardo in anteprima di Cyberpunk 2077 e Remothered: Going Porcelain e ai nostri provati di Marvel’s Avengers, Darksiders Genesis e Blair Witch.

 

Tags
Vedi altro

Michele Gruosso

Comincia a giocare a GTA 2 alla tenera età di 4 anni. I videogiochi lo accompagneranno in ognuno dei 7 traslochi. Parla 4 lingue (Italiano madrelingua, Tedesco madrelingua, Inglese madrelingua e Spagnolo B2). Affamato di conoscenza, ama la filosofia e la psicologia collegandole ad altri settori. Fan di Carpenter Brut e di Negan (principalmente di quello dei fumetti).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close