Speciali

Speciale – Top 10 migliori giochi musicali

La nostra personale classifica dei migliori rhythm game!

Dovete sapere che nei primi anni duemila scoppiò la moda dei giochi musicali, il boom fu così ampio che qui in Italia si venne a creare una community gigantesca che ha portato all’attenzione anche la Rai.

Potete infatti trovare su internet un servizio di Rai 2 riguardo a questo fenomeno dei primi anni del millennio. Ovviamente all’epoca il successo di questo genere portò alla realizzazione di numerosi rhythm game come il celebre In The Groove 2 o Guitar Freaks.

Ma quali sono i migliori giochi musicali? In questo articolo vi elencheremo quali secondo noi sono i dieci migliori giochi musicali, quindi play the music.

Stepmania

Stepmania è un clone del famosissimo Dance Dance Revolution di Konami, ed è disponibile su Windows, MacOS, Linux e ReactOS. Lo scopo del gioco è quello di premere le quattro frecce presenti su schermo a tempo di musica e più siamo precisi nel farlo più il nostro punteggio sarà alto.

Il suo gameplay è identico a quello di DDR ma è possibile utilizzare dei modificatori sulle canzoni per avere un’esperienza di gioco diversa, inoltre con le ultime versioni è possibile giocare ad altri giochi musicali come il Pump It Up, il ParaParaParadise e il BeatmaniaIIDX.

Oltretutto, Stepmania è open source, quindi è facile apportargli delle modifiche. Ciò ha permesso la creazione di numerosi brani, interfacce grafiche e nuovi modi di giocare.

DJMax Respect

DJMax Respect è il ventesimo gioco della serie DJMax uscito in esclusiva su Playstation 4, ed è considerato il reboot della sfortunata serie di rhythm game sud coreana.

Per certi versi il suo gameplay è molto simile a quello di BeatmaniaIIDX, però di base ci permette di personalizzare il nostro modo di giocare.

Tra le modifiche effettuabili troviamo ad esempio la possibilità di giocare con 4 tasti invece di 7, oppure di cambiare la velocità del gioco e di scegliere l’aspetto delle note (quei rettangoli bianchi e blu) e del gear, tra l’altro, queste skin alternative le possiamo ottenere solo giocando, senza spendere una lira!

Questo DJMax comprende molte canzoni dei precedenti giochi della serie come ad esempio DJMax Portable, quindi se siete fan della serie preparatevi a riascoltare i migliori brani tratti dai titoli precedenti. Infine è presente sia il multiplayer locale che online, con tanto di partite classificate.

Osu!

Osu è un porting per PC di Osu! Tatakae! Quendan! Ma contiene anche O2JAM e Taiko no Tatsujin.

Proprio come Stepmania, Osu è facile da modificare, quindi esistono numerosi temi che cambiano lo stile grafico, numerose canzoni e delle vere è proprio modalità di gioco come Osu!Diva.

Inoltre è possibile utilizzare dei modificatori, come su Stepmania e DJMax Respct.La vera ciliegina sulla torta è sicuramente la community: sempre attiva, piena di giocatori e capace di essere davvero competitiva.

Hatsune Miku: Project Diva X

Project Diva X è il quinto capitolo della serie Project Diva, nata su PSP nel 2009 e approdata con questo capitolo su PS4 e PSVITA nel 2016 e ha come protagonisti i sintetizzatori vocali più famosi del mondo ovvero i Vocaloid Miku, Kaito, Meiko, Lukka, Rin e Len.

In Project Diva X, ma anche negli altri capitoli, non abbiamo delle corsie dove arrivano le note ma l’intero schermo a nostra disposizione e in questa gigantesca area di gioco dovremmo premere non solo i quattro tasti classici della Playstation ma anche la croce direzionale.

Il gioco ha una curva di apprendimento abbastanza rapida quindi è accessibile un po’ a tutti. Ma il punto di forza di Hatsune Miku: Project Diva X è la personalizzazione di Miku e soci, infatti ci sono una marea di costumi per ogni singolo personaggio e proprio come su DJMax Respect, questi elementi grafici si sbloccano giocando.

Rock Band: Unplugged

Spin-off della serie Rock Band uscito in esclusiva su PSP, ed è stato il primo capitolo portatile della celebre nemesi di Guitar Hero.

Questo spin-off non è il solito Rock Band o clone di Guitar Hero, questo perché durante ogni canzone dovremmo “suonare” quattro strumenti: la batteria, la chitarra, il basso e la voce, saltando da uno strumento all’altro con la pressione di L ed R.

Questa scelta di gameplay ha reso il gioco un po’ più difficile di un qualsiasi capitolo principale di Rock Band. Il gioco offre una modalità single player che ci fa vestire i panni di un gruppo rock, che possiamo personalizzare con giubbotti di pelle, acconciature bizzarre e strumenti molto costosi.

Ma in questa modalità abbiamo anche uno scopo che è quello di diventare la band più famosa al mondo e finire sulla rivista Rolling Stone. Il tutto è accompagnato dalle canzoni che hanno fatto la storia del rock, del pop-rock, del metal e della musica punk.

Beat Saber

Beat Saber è un rhythm game in VR (realtà virtuale) disponibile per HTC Vive, Oculus Rift, Oculus Quest e Playstation VR.

Lo scopo è quello di affettare blocchi luminosi con due spade laser: una rossa e un’altra blu, ogni blocco ha un colore e una freccia disegnata sopra che ci indica la direzione da dare alle spade, ma in questo marasma di luci e blocchi luminosi dovremmo anche schivare muri di energia e bombe.

Beat Saber offre tre modalità di gioco:

  • Party-game: sfideremo i nostri amici in locale, uno alla volta e passandogli il casco quando sarà il loro turno
  • Standard: è la modalità classica
  • No arrow: è identica alla modalità standard ma più semplificata
  • One Saber: in questa modalità tutti i brani dovranno essere eseguiti in modalià expert e con un solo spada laser

Per di più, nella versione PC possiamo anche giocare mappe create dalla community.

Lanota

Lanota è un gioco musicale indie pubblicato su iPhone, Android e Nintendo Switch.

Lanota presenta una storia che ci viene raccontata come un libro illustrato e per avanzare nella storia bisogna completare le varie canzoni.

Il gioco si svolge in un mondo simile al mondo reale nel quale una gigantesca calamità chiamata “Al Niente” si è verificato molto tempo fa, rendendo la maggior parte della terra priva di suoni e colori. Le aree sono in grado di mantenere il loro colore solo grazie al “Notalium”, una fonte di energia cristallina creata artificialmente lasciata da antichi predecessori.

Il processo di creazione del Notalium è attualmente sconosciuto; tutto il Notalium è fornito dall’Amministrazione Notalium. Al giocatore viene assegnato il compito di controllare i due personaggi principali, Fisica e Ritmo, per “sintonizzare” il Notalium che si è indebolito nel tempo.

Diversi personaggi compaiono all’interno della storia:

  • Ritmo: un energico e autoproclamato “Starlight Shooter” che trascorre il suo tempo a scrivere musica e suonare il liuto, nonostante manchi di talento musicale. È l’unico che può usare il Notalium Tuner.
  • Fisica: un genio riservato e premuroso che ha sviluppato il Notalium Tuner. Le piace leggere libri e cucinare la ratatouille.
  • Nero: un membro della Silence Border Guard.
  • Rossa: un membro della Silence Border Guard.

Il campo da gioco è un gigantesco piatto con al centro un ingranaggio da cui escono le note da tappare quando raggiungono i bordi di questo piatto, inoltre, il campo da gioco può cambiare dimensioni o spostarsi sullo schermo durante la partita e il giocatore deve adattarsi di conseguenza. Anche qui, si può personalizzare l’area in cui giochiamo e modificare la velocità del gioco.

Dynamix

Dynamix è un rhythm game disponibile esclusivamente su Android e iOS.

3 dei 4 bordi dello schermo sono l’area di gioco. Invece di generare semplicemente le note dalla parte superiore dello schermo e farle scorrere verso il basso, si genereranno anche al centro e si sposteranno a sinistra o a destra. Infine le canzoni vanno sbloccate salendo di livello o acquistandole dallo store.

Samba de Amigo

Samba de Amigo è un rhythm game uscito originalmente come cabinato da sala poi è approdato su Sega Dreamcast e Nintendo Wii.

I brani di Samba de Amigo sono principalmente latino-americane ma sono presenti anche brani pop non latini.

Il gioco funziona con due maracas che nella versione per Wii vengono simulate dal Wii Remote e dal Nunchuk. Il giocatore dovrà agitare queste maracas a diverse altezze e a volte dovrà anche fare delle pose, con le maracas tenute in varie posizioni.

Sullo schermo sono presenti sei anelli colorati che formano un esagono: due rossi in alto, due gialli al centro e due verdi in basso. Alcuni pallini blu appaiono al centro della figura e si muovono verso gli anelli colorati; appena questi punti blu toccano uno degli anelli il giocatore deve agitare una o entrambe le maracas in quel punto, a quell’altezza.

Samba de Amigo ha diverse modalità:

  • Arcade: in cui dovremmo scegliere delle canzoni e giocare a ritmo di musica
  • Party: contiene una serie di minigiochi come Guacamole (simile ad “Acchiappa la talpa” e un gioco di parole con il nome inglese “Whack-a-mole”), Strike a Pose (una lunga sequenza di pose da effettuare) e 1-2-Samba (dove i cerchi devono essere colpiti in sequenza).
  • Challange: qui dobbiamo completare una serie di obbiettivi per andare avanti nei livelli.

Vibes

Come ultimo rhythm game abbiamo Vibes, un vecchio Minis per la PSP. Questo gioco è diverso rispetto ai soliti rythm game, perché controlliamo un puntatore che dovremmo indirizzare verso le note che corrispondono ai quattro tasti frontali della PSP. Inoltre, con la pressione di L o R possiamo cambiare cursore.

Il nostro speciale finisce qui ma vi invitiamo a leggere il nostro articolo riguardo i migliori titoli indie provati durante la Gamescom di quest’anno!

Tags

Luca Pio Valerio

Aspirante grafico e programmatore in Python che si è tuffato nel mondo videoludico con la prima Playstation (modificata ovviamente). La sua più grande passione sono la musica eurobeat e i giochi musicali (Stepmania, DjMax e simili) e odia profondamente le micro-transazioni.

Lascia un commento

Close