New Brain Training – Annunciato ufficialmente per Nintendo Switch

Nintendo a sorpresa annuncia New Brain Training: Nintendo Switch Training for Adults per Nintendo Switch.

Il Dr. Kawashima si prepara a fare il suo ritorno

New Brain Training: Nintendo Switch Training for Adults sarà disponibile in Giappone il 27 Dicembre al costo di 3.480 Yen in bundle con il pennino (motivo per cui nell’update 9.0.0 della console è stato introdotta la “modalità stilo”), oppure potrete scaricarlo in formato digitale da Nintendo e-Shop al costo di 2.680 Yen.

La serie Brain Training fa la sua comparsa nel 2005 e dopo 7 anni dall’ultimo capitolo uscito su Nintendo 3ds si appresta a tornare su Nintendo Switch.

Ecco tutte le novità introdotte con New Brain Training: Nintendo Switch Training for Adults:

  • Supporto alla modalità verticale e da tavolo.
  • Nuovi esercizi che utilizzano la videocamera ad infrarossi.
  • Modalità versus per due giocatori.
  • Possibilità di creare una sveglia per programmare i propri allenamenti che sfrutterà il led di notifica presente nel joy-Con destro.
  • Possibilità di poter aver un riepilogo via mail.
  • Sarà presente una classifica online con annessi tornei.

Viene inoltre precisato che cinque degli esercizi totali presenti nel gioco non potranno esser svolti su Nintendo Switch Lite a causa della mancanza del sensore infrarossi e dell’impossibilità di poter sganciare i Joy-Con. Nemmeno il Pro controller non sarà compatibile.

Di seguito troverete il trailer di annuncio, un trailer promozionale ed una galleria con diverse immagini del gioco:

https://youtu.be/Tjtvl2-cpb8

Al momento l’uscita è confermata per il solo mercato giapponese, ancora non sono state rilasciate novità per il mercato europeo.

Se siete interessati ai titoli che vi tengono in allenamento mentale e fisico, vi consigliamo di dare un’occhiata al nostro articolo sulla nuova esperienza di Nintendo.

Fonte: Gematsu

 

Avatar

Nato ad Acireale il 28 giugno del 1996, cresce con le passioni dei videogames e della pasticceria grazie anche ai genitori che gliele hanno tramandate. Due mondi completamente opposti ma che in un modo o nell’altro riesce a farli incastrare. Adora gli RPG ma non disdegna gli altri generi, soprattutto quelli mai esplorati.

Leave a Reply