AnteprimeFeaturedVideogames

Pokémon Spada e Scudo – Provato della demo alla Milan Games Week 2019

Una demo che ci ha saziato poco!

Manca poco all’uscita di Pokémon Spada e Scudo, titolo che promette di rivoluzionare la serie, in uscita il 15 Novembre 2019 in esclusiva su Nintendo Switch.

Fra i molti vantaggi della nuova console Nintendo, ricordiamo la possibilità di potere giocare in modalità fissa e un hardware già più prestante rispetto al 3DS.

Abbiamo avuto modo di provare una demo del titolo alla Milan Games Week 2019, che ci ha dato un’idea di cosa è stato fatto a livello di produzione.

Ovviamente, non possiamo fornirvi un giudizio completo o totalmente preciso, quindi ci limiteremo a descrivervi le nostre prime impressioni in merito.

Qualche informazione sulla demo

La demo proposta era a tempo e prevedeva il completamento della palestra di Azzurra, capopalestra specializzata nel tipo Acqua.

Il protagonista è davanti alla capopalestra Azzurra

La nostra squadra era composta da 6 Pokémon, inclusi gli immancabili 3 starter e altri 3 Pokémon che invece hanno riscosso molto successo tra i fan, cioè Yamper, Wooloo e Corviknight.

Sfortunatamente, non era possibile aprire il menù dello zaino, dato che era stato bloccato all’interno della demo.

Passiamo quindi a parlarvi della nostra esperienza! La palestra non era il massimo per una demo a tempo, dato che alcune parti puzzle non erano proprio immediate per i giocatori più giovani o comunque erano abbastanza dispendiose in termini di tempo rispetto al resto della palestra.

Puzzle della palestra

Non sono mancati ovviamente degli allenatori da affrontare, tutti abbastanza semplici e spesso evitabili. Infatti, basta non incrociare il loro sguardo come al solito, anche se in questo caso Spada e Scudo introduce la possibilità di incrociarli anche in diagonale!

Allenatore da affrontare

Dopo la prima fase del livello, arriveremo allo stadio, dove affronteremo Azzurra. Lo scontro è abbastanza facile, ma serve più che altro per dimostrare le potenzialità del Dynamax, una nuova meccanica che rende il nostro Pokémon gigante e dà accesso a nuove mosse con utili effetti secondari.

Azzurra cerca di portare la vittoria a casa con il Dynamax

In particolare, abbiamo avuto modo di affrontare un Drednaw in forma Dynamax, che si è rivelato piuttosto utile per vedere dal vivo di più su questa nuova particolare meccanica.

Dreadnaw Dynamax di Azzurra

Il solito comparto tecnico poco convincente

Il lato tecnico è da sempre uno dei punti più deboli della serie Pokémon e anche qui possiamo dire lo stesso, sebbene si tratti di una versione assolutamente parziale e provvisoria.

Non abbiamo riscontrato grossi problemi durante le battaglie, se non del consistente lag contro Azzurra, che onestamente ci lascia dubbiosi sulla qualità dello scontro in modalità portatile.Grookey vs Dreadnaw

Siamo anche rimasti delusi dalle texture presenti e dalle animazioni, ma non esprimiamo ancora un giudizio aspro in merito dato che si tratta solo di una demo.

Le nostre impressioni prima dell’uscita

Tirando le somme, Pokémon Spada e Scudo sono sicuramente dei titoli che rivoluzioneranno la serie, ma sentiamo già che saranno presenti alcuni dei soliti problemi che affligono il franchise da anni.

Stiamo indubbiamente parlando del lato tecnico, che ci è sembrato ancora una volta il punto più debole della produzione. Nonostante ciò, la mole di contenuti promessa è sufficiente per lasciarci sperare che si tratti di un gioco che potrà dire la sua nel franchise.

Per altre news sui mostriciattoli tascabili date una occhiata al nostro articolo sullo streaming di 24 ore ed ai due controller a tema Pokémon Spada e Scudo in arrivo per festeggiare il lancio del gioco.

Fonte: Pokémon Spada e Scudo Sito Ufficiale.

Tags
Vedi altro

Marco Giordano

Grande fan dei generi di stampo orientale, predilige quasi ogni genere purché motivato da scelte estetiche o da una trama solida. Attratto non solo dal lato informatico dei videogiochi, ma anche dal loro aspetto stilistico ed economico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda pure

Close
Close