AnteprimeVideogames

Project Starship X – Anteprima dello shoot’em up nostrano

Un'esperienza molto divertente!

Project Starship X è uno shoot’em up verticale di stampo retro con livelli procedurali, personaggi pieni di carattere ed un gameplay semplice ma solido.

Il gioco è stato sviluppato interamente da una sola persona, Matteo Gonano in arte Arabong, ed abbiamo avuto il piacere di provare la demo alla Milan Games Week 2019. Ci ha divertito così tanto che ci siamo fatti mandare una copia per poter approfondire maggiormente il titolo.

Ricordiamo che si tratta di una versione ancora in via di sviluppo, e molte osservazioni si basano su ciò che è disponibile attualmente, essendo impossibile dare un giudizio completo fino al rilascio ufficiale, che avverrà nel 2020.

Un gioco che non si prende troppo sul serio

Project Starship X, nonostante manchi attualmente di una selezione della difficoltà, si presta abbastanza bene a mani inesperte, permettendo di abituarsi rapidamente allo schema di controlli molto semplice ed intuitivo.

Ogni personaggio ha delle proprie caratteristiche: oltre le frasi personalizzate, hanno un numero di scudi (cioè vite) diverso ed un tipo di attacco variabile.

Una bossfight del gioco

Ad esempio Garret dispone di un fuoco semplice e lineare, mentre Gwen ha un attacco a ventaglio capace di colpire più nemici contemporaneamente, o gli attacchi a “shotgun” di Swagthulhu. Sì, Swagthulhu.

Uno dei punti forti di Project Starship X è infatti la sua comicità, un po’ volta al nonsense ma che di sicuro riesce a strappare un sorriso, mostrandosi nelle brevi frasi che compaiono in gioco ma anche nella semplice selezione del personaggio.

Le fondamenta per un gameplay solido

Project Starship X Provato Immagine di Gioco

Project Starship X si distingue dal prequel per la presenza della X Maneuver, una schivata multi-funzione. Oltre a dare qualche istante di invulnerabilità e permettere di schivare gli attacchi nemici, è possibile utilizzarla per schiantarsi contro dei nemici e danneggiarli, oppure usarlo a catena per dei movimenti rapidi.

Nonostante i differenti tipi di attacchi degli eroi disponibili, in generale si tende comunque a rimanere molto vicino al nemico, specialmente quando si affronta i boss, una feature molto differente da altri shmup.

È possibile farlo in totale sicurezza poiché ogni attacco è ben telegrafato e dunque facilmente prevedibile e schivabile, specialmente utilizzando la modalità Focus attivabile nelle impostazioni, che mette ancora più in rilievo tutto ciò che può fare danno portando in secondo piano tutto ciò che non è rilevante.

Project Starship X Provato Immagine di Gioco

La struttura procedurale del gioco è sia un pregio che un difetto, poiché riesce a donare una componente di rigiocabilità elevata, ma al tempo stesso toglie la possibilità di creare stage più difficili da manovrare con cura.

Di conseguenza, il gioco è molto più adatto ad un pubblico casual piuttosto che a giocatori appassionati di shmup.

Un elemento che gradiremmo fosse introdotto è un tutorial iniziale che spieghi velocemente la struttura di Project Starship X. Anche se il titolo è abbastanza semplice a livello di comandi, una spinta iniziale non guasterebbe!

Qualche problema nel comparto tecnico

Trattandosi di una versione in via di sviluppo, e sperando sia questo il motivo, abbiamo trovato diversi problemi nel reparto tecnico del gioco.

Il problema più grosso è quello della risoluzione: è attualmente impossibile selezionare la risoluzione della finestra del gioco, ed in qualunque caso l’area di gioco è limitata. Se si vuole giocare in modalità finestra, modificare la risoluzione della finestra manualmente fa sì che ogni tanto, durante il gioco, la finestra ritorni a schermo intero.

È inoltre impossibile scollegare il controller se si vuole giocare solo con la tastiera, dando luogo ad eventuali conflitti di controlli. Un’altra impostazione assente è la possibilità di rimuovere il tremolio dello schermo.

Il sistema minimalistico dei controlli composto da soli due pulsanti rende difficoltose alcune azioni. Ad esempio, è impossibile utilizzare il proprio oggetto senza prima effettuare una X Maneuver, dovendo premere il tasto di schivata due volte di fila – ed ogni tanto neanche funziona.

Al tempo stesso, l’unico modo per avere un fuoco continuo senza attivare la modalità di focus fire è continuando a premere il tasto d’attacco, rendendolo oltremodo scomodo.

È assente un sistema di top score per partita o per stage: il gioco mostra solo un high score cumulativo che non offre al giocatore la possibilità di battere il proprio punteggio.

Tirando le somme

Project Starship X Provato Immagine di Gioco

Project Starship X è un ottimo gioco che vale assolutamente di essere provato nonostante i suoi problemi, tutto sommato molto piccoli e facilmente risolvibili.

È un titolo godibile sia da novizi degli shmup che dagli appassionati, nonostante non offra la stessa difficoltà di altri titoli per quest’ultimi. Ha un enorme potenziale e l’idea di base è molto apprezzabile, ma deve ancora essere ben sviluppata. Presenta inoltre una colonna sonora chiptune accattivante e dinamica. Attendiamo con ansia l’uscita nel 2020, sperando di vedere miglioramenti.

È possibile provare una demo di Project Starship X sulla pagina ufficiale di itch.io. Ricordiamo che si tratta di una versione demo e meno aggiornata rispetto alla versione provata dalla redazione di GameIndustry.it, ed è possibile che vi siano differenze!

Tags

Ybes

Aspirante gamedev appassionato di videogiochi sin dalle età più tenere. Mastica principalmente RPG. Grande amante di Fire Emblem, Final Fantasy, Monster Hunter e Valkyria Chronicles. Fiero possessore di diversi arnesi arcade per Rhythm Game, di cui si ritiene un ottimo fruitore (ma con scarsi risultati).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close