Speciali

Console Android – Vale la pena acquistarle nel 2019?

Diamo un'occhiata alle console Android

Da quando esiste il sistema operativo Android, si è cercato di portare il gaming ad un livello successivo creando nuovi device basati proprio su questo OS (sistema operativo).

Ne sono nati tanti di dispositivi basati su Android e per quanto riguarda il gaming sono state anche create tante console che utilizzavano il famoso robottino verde, come la celebre OUYA o l’ibrido smartphone/console MUCH G2.

Ma attualmente ha senso acquistare queste console dal core verde?

 

La Android-Console Much G2

La risposta è sfortunatamente no.

Per quanto il loro hardware sia invidiabile e abbiano delle loro particolari funzioni, necessiterebbe anche di un ottimo software e Android, nonostante le sue molte possibilità, non lo è.

Ha moltissimi problemi che lo rendono l’OS peggiore per il gaming: anzitutto, il suo store ufficiale nasconde in bella vista delle vere e proprie perle videoludiche, non tutti i dispositivi possono essere aggiornati all’ultima versione del sistema operativo e questo causa l’incompatibilità di alcuni giochi con smartphone o console che non lo sono.

Inoltre è un grave fattore anche la pirateria, che è onnipresente su Android.

La stessa cosa vale anche per gli smartphone da gaming, diretti concorrenti di questi dispositivi. Nell’ultimo periodo non sono nemmeno state rilasciate nuove console Android e quelle già presenti sul mercato sono ormai obsolete, se non nell’hardware almeno nel software.

Ma c’è ancora speranza per questi dispositivi. Ultimamente sembra che Google voglia puntare molto di più sul gaming mobile, probabilmente dopo aver visto l’annuncio di Apple Arcade, infatti anche il colosso di Mountain View ha annunciato un nuovo servizio ad abbonamento mensile chiamato Google Play Pass.

Ma cosa offre questo servizio e può migliorare il lato gaming di Android?

Il Google Play Pass offre un catalogo di 350 giochi e app per la produttività, quindi è anche un servizio che offre qualcosina in più. Non a caso Google pubblicizza questo servizio come adatto per tutta la famiglia, quindi dal papà videomaker al ragazzino appassionato di videogiochi.

Ma ciò che ci interessa sono i videogiochi, quindi direi di vedere alcuni dei più importanti giochi presenti nel catalogo:

Titan Quest

Lanciato originariamente su PC nel 2006, Titan Quest è un ARPG dall’ambientazione mitologica. E’ certamente un gioco che ha superato la sua gloria passata, ma può ancora essere divertente e intrigante per i nuovi videogiocatori.

Titan Quest è un action RPG di ambientazione mitologica. Scappati dalla loro prigione, i titani sono intenzionati a distruggere la Terra. Gli dei, da soli, non riescono a fermarli: solo un vero eroe potrà affrontare questa epica lotta, il cui esito segnerà il destino dell’umanità e dell’Olimpo.

Game Dev Tycoon

  

Uscito inizialmente su PC nel 2013, Game Dev Tycoon è un gestionale dalle  meccaniche semplici ma che sapranno offrire ore di divertimento. In questo titolo dovremo guidare al successo una compagnia videoludica.

In questo gioco di simulazione aziendale dovrai avviare la tua attività di sviluppo videogiochi negli anni Ottanta. Crea i giochi più venduti, cerca nuove tecnologie per potenziare la tua attività e inventa nuovi tipi di giochi. Diventa leader del mercato e guadagnati fan in tutto il mondo.

Star Wars: Khight of The Old Republic

Uscito originalmente su PC, Mac e Xbox nel 2004, Star Wars: KOTOR è uno dei giochi di Star Wars più amato tra i fan della serie e il suo sviluppo ha poi portato BioWare alla realizzazione della serie di Mass Effect.

Nonostante il chiaro peso degli anni il titolo è comunque perfettamente godibile anche al giorno d’oggi.

Ambientato 4000 anni prima dell’Impero Galattico, sta a te guidare un gruppo di eroi e cattivi in un’epica lotta per salvare la galassia. Crea il tuo personaggio e gioca a modo tuo. Che tu preferisca agire con furtività o utilizzare dinamiche hacking, combattere con la spada laser o usare i poteri della Forza, c’è sempre più di un modo per affrontare una situazione.

E tanti altri, tra cui:

  • 60 Seconds
  • Evoland
  • Risk
  • Wayward Souls
  • Stardew Valley
  • Thimbleweed Park
  • This is the Police
  • Terraria
  • Shadow Fight 2: Special Edition
  • Reigns: Game of Thrones
  • Monument Valley 2
  • Mini Metro
  • Lumino City
  • Old Man’s Journey
  • Limbo
  • .projekt
  • Neighbours from Hell Stagione 1 e 2
  • Reigns: Game of Thrones

Se le premesse sono queste, vuol dire che ci troviamo davanti un buon catalogo, proprio come quello di Apple Arcade.

Riteniamo quindi che le console Android oggigiorno non siano un buon acquisto, perchè i vari problemi che affliggono Android, il loro sistema operativo, rendono questo mercato insicuro e vacillante.

I numerosi dispositivi usciti non hanno riscosso un gran successo, ma hanno invece hanno deluso il pubblico.

Però, c’è ancora la possibilità che le console Android tornino a proliferare e sta volta non solamente grazie agli emulatori, che tra l’altro sono aumentati e migliorati su Android, ma grazie ad un bel parco titoli che è finalmente uscito allo scoperto.

Eccovi inoltre il nostro articolo sull’annuncio del nuovo servizio di Google.

Tags
Vedi altro

Luca Pio Valerio

Aspirante grafico e programmatore in Python che si è tuffato nel mondo videoludico con la prima Playstation (modificata ovviamente). La sua più grande passione sono la musica eurobeat e i giochi musicali (Stepmania, DjMax e simili) e odia profondamente le micro-transazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close