News

League of Legends – Rivelate le abilità di Syndra, Vladimir, Annie e Zyra

Tante modifiche alle Teamfight Tactics!

Con il 10° anniversario di League Of Legends, Riot sta portando varie aggiunte alla modalità Teamfight Tactics, tra cui 4 nuovi campioni e le loro abilità.

Syndra e Vladimir

I primi due eroi rivelati sono stati Syndra e Vladimir, che faranno parte della nuova classe Mage.
L’incantesimo di Syndra si chiama Hydro Sphere ed evoca una sfera d’acqua che fa danno ad area ai nemici al interno del suo raggio d’azione.

Vladimir invece può usare l’incantesimo Drain che gli permette di assorbire vita dal nemico colpito.

Entrambi i campioni sono stati presentati dallo Youtuber Sp4zie, spiegando che Riot ha permesso a vari streamer e creatori di contenuti di rivelare elementi di gioco precedentemente nascosti.

Annie e Zyra

Infine sono stati presentati Annie e Zyra come nuovi eroi che faranno parte della classe Inferno-Summoner.

L’ultimate di Annie si chiama Tibbers. Questa funziona esattamente come il Tibbers della modalità classica: una vota evocato, infliggerà danni fisici e danni ad area in base ai nemici presenti nel suo cono d’azione.

Parlando di Zyra, l’ultimo eroe rivelato, può evocare due piante sputafuoco a lato dell’arena che non potranno essere colpite dal nemico, infliggendo danni ai nemici più vicini a loro.

A presentare Annie e Zyra è stato lo Youtuber turco Dora Özsoy.

Ha inoltre rivelato la nuova origine “Desert“, la quale fornirà unità con una percentuale di penetrazione armatura che può variare dal 50% al 90% in base al numero di eroi in campo che la avranno.

Per ulteriori informazioni sugli annunci dell’anniversario, vi invitiamo a leggere i nostri articoli dedicati a Project FProject L, The Legend of Runeterra ed al trailer della serie animata.

Fonte: Dot eSports

Tags

Mario Cofano

Appassionato di cultura Videoludica e animazione, in particolare predilige i giochi di stampo orientale. Apprezza molto quando un titolo dà la giusta importanza sia a gameplay, trama e grafica senza però eccedere troppo in nessuno di essi.

Lascia un commento

Close