Anteprime

Lucca Comics 2019 – Panel di Marvel’s Avengers

Lo sviluppatore di Crystal Dynamics rilascia ulteriori dettagli riguardo il gioco

Durante la seconda giornata di Lucca Comics & Games 2019, abbiamo avuto la possibilità di poter partecipare al Panel Marvel’s Avengers, titolo sviluppato da Crystal Dynamics e pubblicato da Square Enix su PlayStation 4, Xbox One e PC e Stadia il 15 Maggio 2020.

Al panel erano presenti Scot Amos e Velerio Schiti

Poster disegnato da Valerio Schiti per Lucca Comics 2019

Al panel dedicato al titolo erano presenti Scot Amos, Head of Studios di Crystal Dinamics e Valerio Schiti, disegnatore Marvel che per l’occasione ha partecipato alla realizzazione del poster commemorativo dell’evento.

Che cos’è che rende grande un videogioco sugli Avengers?

Con questa domanda Scot Amos apre il panel iniziando a parlare di Marvel’s Avengers e di come Crystal Dynamics si sia approcciato al progetto.

Questa è la prima domanda che ci siamo posti durante la progettazione del titolo. La cosa più importante è realizzare la fantasia dei giocatori di poter incarnare diversi personaggi Marvel.

L’altro aspetto chiave è inoltre quello di raccontare una storia originale, costruita prendendo ispirazione dagli ottant’anni di storia Marvel.

Non è solo una questione di trama ma anche di mondo da esplorare e personaggi da poter sviluppare e personalizzare in maniera del tutto personale.

Subito dopo questa risposta da parte di Scot Amos, parte un trailer che mostra l’inizio di Marvel’s Avengers.

Il titolo di Crystal Dynamics, si apre con la celebrazione dell‘A-Day, giornata creata allo scopo di inaugurare il nuovo quartier generale degli Avengers a San Francisco insieme all’annuncio di un nuovo reattore a cristalli terrigeni.

Durante l’evento però, qualcosa va storto e Capitan America è costretto a sacrificarsi per il bene di tutti.

Capitan America A-Day

Dopo i tragici eventi dell’A-Day e dopo esser stati accusati dell’esplosione avvenuta a San Francisco, gli Avengers si sciolgono, prendendo strade diverse.

Bruce Banner si incolpa degli eventi accaduti e non riesce più a trasformarsi, Tony Stark ha perso tutto ciò che aveva, Vedova Nera è riuscita a salvare molti civili ma non è riuscita a salvare Capitan America e per questo decide di tornare a fare la spia, infine Thor non si sente più degno di impugnare Mjollnir e si ritira ad Asgad.

AIM organizzazione di difesa umana

Dopo lo scioglimento degli Avengers, viene fondata una nuova organizzazione chiamata A.I.M, Avanzate Idee Meccaniche.

La AIM promette ai cittadini di voler proteggere il pianeta e nei cinque anni successivi dell’A-Day, sostituisce i supereroi con robot avanzati. Secondo l’azienda i supereroi sono il vero male da estirpare dal nostro mondo.

Dopo quest’introduzione, Scot Amos ha parlato della supereroina Kamala Khan, ovvero Miss Marvel. La scelta di inserire un personaggio poco conosciuto, non è stata affatto casuale.

Amos ha infatti sottolineato come anche Stan Lee ci tenesse a precisare che “Il fumetto che state leggendo potrebbe esser il vostro primo fumetto” e che quindi ogni fumetto dovesse presentare personaggi con cui il pubblico potesse facilmente relazionarsi.

Per questa ragione, Crystal Dynamics, dopo un attento lavoro di ricerca tra tutti gli eroi Marvel, svolto in collaborazione con Bill Rosemann, ha optato per Kamala Khan.

Copertina Valerio Schiti Kamala Khan

Kamala calza a pennello nel ruolo di personaggio extra per Marvel’s Avengers, grazie sopratutto alle sue origini. Khan nasce come fan degli Avengers, proprio come i videogiocatori e nel gioco avrà il compito di riunirli per poter salvare il mondo da una nuova minaccia.

A causa dell’esplosione avvenuta durante l’A-Day, la ragazza è stata esposta alla nebbia terrigena, donandole dei poteri straordinari. Cinque anni dopo Kamala riesce a scoprire alcune prove che scagionerebbero gli Avengers da ogni accusa.

Toccherà quindi noi giocatori, ad aiutare Kamala nell’impresa di riunire i vecchi eroi e di sconfiggere la vera minaccia.

Scot Amos ha dichiarato che:

“Per la prima volta saremo noi a salvare i supereroi”.

Inoltre viene menzionato che Marvel’s Avengers potrà esser giocato interamente sia in single player che in multiplayer ed i giocatori avranno la possibilità di poter personalizzare i propri eroi tramite abilità e costumi diversi e unici.

Q & A con Scot Amos e Valerio Schiti

Dopo una panoramica sul gioco, Scot Amos e Valerio Schiti hanno risposto ad alcune domande riguardanti la creazione di Marvel’s Avengers.

  • Com’è stato creare un gioco che ha a che fare con un brand così importante come quello degli Avengers?

Scott Amos: Per noi di Crystal Dynamics è un sogno che diventa realtà il poter lavorare su un gioco legato ad un brand del genere. Amavamo il mondo Marvel ancor prima di lavorare al titolo.

  • Valerio, tu che rapporto hai con il mondo degli Avengers?

Valerio Schiti: Io ho avuto modo di lavorare con gli Avengers in passato. Ho infatti disegnato due serie degli Avengers: Mighty Avengers e New Avengers e grazie a Crystal Dynamics ho avuto modo di creare il poster commemorativo dell’evento odierno.

Per poter lavorare al poster, ho ricevuto il materiale di gioco avendo così modo di dare un’occhiata la character design e alle armature che sono state create per Marvel’s Avengers. Posso assicurarvi che c’è una grande cura del dettaglio dietro questo lavoro.

Io ho disegnato le copertine della serie Miss Marvel e in questi giorni ho ricevuto anche degli studi di Kamala Khan di Crystal Dynamics riuscendo a vedere come sono riusciti a renderla più viva e reale.

  • Da dove si comincia quando si deve creare una storia legata agli Avengers?

Scot Amos: L’universo Marvel è costituito da 9000 personaggi e buona parte di loro è stata almeno una volta parte degli Avengers. La vera sfida è stata quella di scegliere gli eroi più adatti per raccontare la nostra storia.

Il nostro direttore creativo e BIll Rosemann di Marvel si sono seduti a un tavolo per scegliere quali personaggi avrebbero preso parte nel gioco. Kamala è stata fin da subito il personaggio più adatto per il ruolo.

Infatti viene subito inserita in lista grazie alla sua narrativa e al fatto che si tratta di un personaggio nuovo nell’universo Marvel.

  • Oltre a Kamala sono presenti altri eroi e questo lavoro di selezione è stato esteso ad altri cinque personaggi, giusto?

Scot Amos: Ogni singolo personaggio è stato gestito in modo tale da far sì che ognuno di loro restituisse un’esperienza differente e coerente con l’eroe in questione.

Ad esempio Thor utilizza il Mjollnir, Kamala può allungare le sue braccia per catturare un nemico distante etc..

I primi minuti di gioco saranno molto lineari proprio perché questi funzioneranno da tutorial, permettendovi così di poter provare e conoscere tutti gli eroi giocabili.

Inoltre li potrete personalizzare sia dal punto di vista del gameplay sia dal punti di vista del look. Abbiamo attinto a 80 anni di storia della Marvel, creando dei costumi completamente originali.

Valerio Schiti: Io ho avuto modo di vedere i vari costumi che hanno creato e vi assicuro che il lavoro svolto è eccezionale. Troverete anche delle chicche davvero interessanti.

I 5 classici eroi

  • Come avete gestito i vari personaggi e la loro potenza?

Scot Amos: Ogni personaggio rispecchierà fedelmente le proprie caratteristiche peculiari, quindi se impersonerete Hulk percepirete la potenza di un personaggio che può distruggere qualsiasi cosa, senza alcun freno.

Il gioco offrirà due modalità: le Hero Mission, focalizzate sul singolo personaggio, create per mettere in luce le caratteristiche uniche di ogni eroe, e le War Zone, in cui potrete scegliere un qualsiasi personaggio e rivivere lo stesso livello attraverso punti di vista differenti.

  • Ci saranno Quick Time Even nel titolo?

Scot Amos: Si, li abbiamo inseriti nella parte iniziale del gioco, ma procedendo con l’avventura saranno meno frequenti e avrete più libertà di movimento.

Avengers riuniti

  • Scot qual è il tuo eroe preferito?

Scot Amos: Domanda difficile, diciamo che dipende. Se ho bisogno di spaccare tutto, allora è Hulk, se devo avanzare silenziosamente è Vedova Nera.

  • Valerio, e il tuo?

Valerio Schiti: Capitan America. Mi piace per lo spirito del personaggio e per il fatto che non sia soltanto un eroe offensivo ma anche e sopratutto difensivo, grazie al suo scudo è molto versatile. Lui vuole principalmente difendere i più deboli.

  • Dopo il lancio del gioco, verranno rilasciati nuovi contenuti?

Scot Amos: Il gioco conterrà sei eroi e la campagna principale. In futuro però aggiorneremo il titolo aggiungendo nuovi contenuti gratuiti come skin, eroi, abilità e nuove missioni della campagna incentrate su nuove storie e supereroi.

  • Com’è stato lavorare con Marvel?

Scot Amos: Abbiamo collaborato con molte aziende e brand ma l’esperienza avuta con Marvel è stata unica. Venivano a farci visita ogni settimana per discutere del nostro lavoro e darci nuovi consigli.

Abbiamo mandato loro alcune versioni del gioco e loro hanno mandato i feedback il più velocemente possibile.

Inoltre quando avevamo domande specifiche su determinati eroi, hanno fatto in modo di farci entrare in contatto con i creatori o con gli autori che li seguono.

  • Per tutto questo tempo abbiamo parlato degli eroi, ma i villain?

Scot Amos: Abbiamo già visto Abominio, la A.I.M e Taskmaster. La AIM ha molta tecnologia e questa creerà situazioni davvero interessanti. Per il momento, non possiamo rivelare altro.

  • Dovremo completare la campagna per poter partecipare alle War Zone?

Scot Amos: Dopo il tutorial avrete accesso alle War Zone ed al multiplayer, ma incorrete ad alcuni spoiler della trama. Per questo noi consigliamo di completare prima la campagna, in modo tale da prendere dimestichezza con tutti gli eroi.

Sarà una vostra scelta, avrete la piena libertà sotto questo punto di vista.

Con quest’ultima domanda si chiude il panel dedicato a Marvel’s Avengers, svoltosi presso la chiesa di San Francesco durante il Lucca Comics & Games 2019.

Per chiudere, vi lascio una gallery con alcune foto scattate durante l’evento:

Se siete interessati al titolo, vi consigliamo di dare un’occhiata al nostro nostro provato di Marvel’s Avengers durante la Gamescom 2019.

 

Tags
Vedi altro

Gianpaolo Di Mauro

Nato ad Acireale il 28 giugno del 1996, cresce con la passione dei videogames affievolita una volta conosciuto il mondo della pasticceria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close