RecensioniVideogames

Takoway – Recensione della versione per smartphone iOS

Cerchiamo di fuggire dalla nostra prigione!

Hexagoon Studios ci ha dato la possibilità di provare Takoway, il primo gioco prodotto da loro per Smartphone di genere puzzle game. Ci avrà colpito? Scopriamolo insieme!

Voglio tornare a casa!

La trama è alquanto semplice: il nostro personaggio è un giovane polipo che vive con la sua famiglia, tuttavia un giorno viene catturato da un umano e messo in un laboratorio.

Durante il periodo di cattività subirà qualche esperimento, guadagnando abilità come il teletrasporto.

Con questi nuovi poteri cercherà di scappare risolvendo vari enigmi, i quali apriranno ad ogni passaggio una porta che lo riporterà, alla fine, a ricongiungersi con i suoi genitori.

Un gameplay rilassante ma anonimo

I rompicapi funzionano sulla logica del Cubo di Necker (un cubo che rappresenta una bidimensionalità ambigua) e di un altro famoso puzzle game noto come “Monument Valley“, sempre basato sulla prospettiva, angolazione e bidimensionalità dell’ambiente.

Per muovere il nostro polipetto basterà cliccare sui pallini bianchi nello schermo, mentre per modificare l’angolazione del piano in cui camminerà basterà un trascinamento da destra a sinistra.

Durante il viaggio ci saranno nuovi elementi come “sfere di campo” che bloccheranno i nostri movimenti, ma saranno benissimo eliminabili con l’aggiunto di nuovi personaggi che ci aiuteranno.

Nel complesso i puzzle, esclusi gli ultimi livelli, sono molto facili e non riescono a dare un senso reale di difficoltà, anche se per il target del gioco, ovvero un pubblico di età bassa, si può dire che svolga il suo lavoro.

Un design ok?

Come già accennato, il gioco è mirato per un target di giovani, motivo per il quale gli sviluppatori hanno cercato di rendere i personaggi e l’ambiente di gioco più cartoon possibile.

Questo fatto in sé non è affatto male, anche se, al contrario di Monument Valley, non riesce ad esprime molta profondità nelle ambientazioni e nemmeno una trama più interessante/”fiabesca”.

In poche parole, è carino esteticamente ma non ha abbastanza mordente.

In conclusione

Takoway è un gioco che non vuole essere pretenzioso, non mira a significati nascosti e non è visivamente affascinante come “Monument Valley”, tuttavia riesce nell’intento di intrattenere per qualche ora.

Un gioco molto consigliato per dei genitori che vogliano intrattenere il proprio figlio spendendo pochi soldi durante un viaggio (si parla di 2,69 €).

Come primo gioco per gli Hexagoon Studio non riteniamo comunque che sia affatto male, ci aspettiamo di dare un’occhiata a dei titoli futuri.

Takoway è disponibile per iOS ed Android.

Takoway

Riassumendo

Takoway è un gioco senza troppe pretese che riesce a intrattenere durante i periodi di noia.

Lo consigliamo soprattutto per i genitori che vogliono affidare ai propri figli più piccoli un prodotto a basso costo che li possa tenere incollati al cellulare per qualche ora.

Overall
6.5/10
6.5/10

Pros

  • Buon character design
  • Ottimi rompicapi nel finale

Cons

  • Lo stile generale è un po’ anonimo
  • Difficoltà estremamente bassa
Tags

Victor Velasquez

Amante dei videogiochi e dei film fin da tenera età. Si impegna sempre nel recensire nella maniera più oggettivamente possibile.

Lascia un commento

Close