FeaturedSpeciali

Dragon Ball Z: Kakarot – Tutte le informazioni rilasciate

Tutto quello che è stato rivelato di Dragon Ball Z: Kakarot

Dragon Ball Z: Kakarot sta finalmente per uscire: è quindi ora di riguardare tutte le informazioni che sono state rilasciate sul titolo di Bandai Namco.

Un nuovo gioco dedicato a Dragon Ball Z

ll titolo, inizialmente rivelato all’E3 2019, si chiamava inizialmente Dragon Ball Project Z, ma ha poi ufficializzato il suo nome in Dragon Ball Z: Kakarot. La prima informazione rivelata sul gioco è che sarà un Action RPG ambientato durante la saga Z del famoso manga e anime di Akira Toriyama, Dragon Ball.

L’annuncio del titolo è stato seguito dalla pubblicazione di un lungo trailer dell’Open World (che potete vedere qui sopra) del titolo, confermando l’uscita per  PC, PlayStation 4 e Xbox One.

Sarà inoltre sviluppato da CyberConnect 2, già famosi per moltissimi giochi di Naruto, come la saga Ultimate Ninja Storm, e gli ultimi titoli picchiaduro delle Bizzarre Avventure di JoJo, e pubblicato da Bandai Namco. Il motore grafico utilizzato nella realizzazione del titolo è l’Unreal Engine 4 di Epic Games.

Diverse informazioni sui personaggi e sul loro aspetto

Piccolo di Dragon Ball Z: Kakarot

Il titolo sarà giocabile non solo utilizzando Goku, ma anche diversi altri personaggi, sia come supporti che utilizzandoli direttamente.

E’ stato infatti annunciato che ad accompagnarlo ci saranno personaggi giocabili come Gohan, Piccolo e Vegeta, quest’ultimo dalla saga sul Pianeta Namek. Inoltre, altri personaggi minori come Crilin, Yamcha e Tenshinhan daranno supporto al giocatore in battaglia.

Sono inoltre stati rivelati diversi screenshot del combattimento contro Radish, Nappa e Vegeta nell’arco dei Sayan di Dragon Ball Z, che introdurrà tutte le avventure della seconda stagione di Dragon Ball, così come il nuovo titolo RPG sviluppato da CyberConnect2.

Proprio sui personaggi di supporto si focalizza invece la seconda ondata di screenshot del gioco, con immagini di Yamcha, Tenshinhan e Chiaotzu (Jiaozi nella versione italiana).

Alcuni trailer per il titolo

A seguire, Bandai Namco ha rilasciato diversi trailer e ha illustrato nuove meccaniche del titolo.

Un gameplay di Piccolo

Il video è stato sfortunatamente privatizzato, ma il trailer, rivelato durante una rappresentazione teatrale ad Hong Kong, mostrava le mosse ed il modo di combattere di Piccolo (o Junior nella versione italiana) quando usato al posto di Goku come personaggio utilizzato dal giocatore.

La saga di Cell in Dragon Ball Z: Kakarot

Durante la Gamescom 2019, invece, è stato rivelato un trailer della Saga di Cell rivista in Dragon Ball Z: Kakarot. In particole il trailer spicca per aver mostrato molte scene di combattimento, tra cui l’iconico duello tra Gohan e Cell.

Nuovamente lo scontro tra Gohan e Cell

Bandai Namco ha poi continuato rivelando due trailer tramite il canale YouTube di IGN, nuovamente un gameplay dello scontro tra Gohan e Cell e uno ambientato nella saga dei Sayan, di ben 17 minuti, che illustra in modo approfondito le meccaniche del titolo.

Bandai Namco si è anche espressa sulla saga di Cell nel titolo tramite uno dei numeri di V-Jump. Durante questa fase del gioco, arco in cui Goku si scontrerà contro gli Androidi e Cell, il giocatore potrà utilizzare Gohan bambino e Trunks del futuro.

Saranno anche presenti due episodi completamente originali del gioco su Gohan e l’Androide 16, oltre ad essere presente un divertente mini-gioco di guida ispirato all’episodio di Dragon Ball Z in cui Goku e Piccolo tentano di prendere la patente.

Un personaggio originale di Akira Toriyama

Infine, V-Jump ha rivelato la presenza di un personaggio originale del titolo, Bonyu, aliena prosperosa ed ex-membro della squadra di Ginyu. Il personaggio è disegnato da Akira Toriyama e sarà molto importante in una delle missioni secondarie del titolo.

Artwork ufficiale del nuovo personaggio Bonyu

Molti screenshot dalla saga di Cell

La terza ondata di screenshot arriva dalla saga di Cell, e mostra ancora una volta immagini dall’iconico combattimento tra Gohan e Cell. Questi screenshot, così come Bonyu e i due trailer di IGN, arrivano direttamente dalla Gamescom 2019, tenutasi a Colonia ad Agosto.

Anche la saga di Majin Bu sarà giocabile

A seguire gli annunci sulla saga dei Saiyan e quella di Cell, Bandai Namco e CyberConnect2 hanno rivelato anche diversi gameplay e dettagli sulla saga di Majin Bu, che sarà giocabile in Dragon Ball Z: Kakarot.

Insieme al trailer dell’arco narrativo, è finalmente stata rivelata anche la data d’uscita del titolo: il 17 Gennaio. Sono inoltre state illustrate le varie edizioni del titolo, al tempo disponibili solo in Giappone, ma che ora sono disponibili anche nel Bel Paese.

Le varie edizioni del gioco

Il gioco sarà infatti disponibile nelle edizioni Ultimate, Deluxe e Collector’s con diversi bonus. Sono inoltre previsti dei bonus per il pre-ordine del titolo in qualsiasi delle sue edizioni.

La versione Deluxe del gioco permetterà di avere un oggetto speciale in gioco, oltre che il titolo e il suo Season Pass, che comprende due episodi originali e una nuova storia.

La Ultimate aggiunge a questo anche 11 brani tratti dall’anime e la Colonna di Taobaibai a Primavera 2020.

Per quanto riguarda la Edizione da Collezione, includerà un diorama, un artbook, la steelbox del gioco e una mappa del gioco.

Il preordine del titolo permette, se acquistate il titolo presso alcuni rivenditori, di ottenere anche la missione secondaria “Una sfida con gli amici”, un accesso anticipato all’Allenamento di Bonyu, oltre all’oggetto presente nelle versioni speciali del gioco.

Per sapere di più sulle varie edizioni, vi rimandiamo al sito ufficiale italiano del gioco.

Altri trailer e dettagli sul titolo dal TGS 2019

Quest’anno si è tenuto un altro importante evento videoludico, in particolare per i titoli giapponesi: il Tokyo Game Show 2019. Anche in questa occasione Dragon Ball Z: Kakarot ha rivelato diversi gameplay, con ben due eventi dedicati.

Vegeta si mostra allo stage di Bandai Namco

Il primo, tenutosi allo stage di Bandai Namco, il publisher del titolo, ha mostrato diverse scene di Vegeta, quando questi è usato dal giocatore, con particolare attenzione sulle sue varie mosse ed abilità, fuori e dentro i combattimenti del titolo.

Inoltre è anche stato mostrato il suo aspetto – Per tutto il video però Vegeta non indossa la sua solita tuta da Principe dei Saiyan, bensì una camicia rosa, cosa che fa capire che il gioco avrà anche una certa profondità di personalizzazione.

Goku e Gohan bambino allo stage di Sony

Il secondo evento si è invece tenuto allo stage di Sony, dove il titolo ha mostrato diverse fasi di gioco, utilizzando sia Goku che Gohan adolescente come personaggio del giocatore. In particolare, ancora una volta è stata data enfasi al mondo di gioco, le sue meccaniche e alle scene di combattimento.

Un altro corto trailer dal TGS

Dal TGS arriva anche un altro trailer più corto, rivelato poi sul canale YouTube di Bandai Namco, che mostra alcune delle scene già mostrate nei precedenti interventi, oltre che le prime fasi della saga di Cell e di Majin Bu.

Un’altra ondata di screenshot e dettagli sul titolo

Gohan sta correndo verso la scuola

Arrivano, poco dopo il TGS, altri nuovi screenshot. I primi di questi mostrano il mini-game del Home Run, che riprende l’episodio in cui Gohan deve giocare a baseball senza far scoprire le sue potenti abilità fisiche.

Fanno la loro comparsa in questo nuovo set di screenshot anche Bonyu, Gohan Adulto e il gigante rosa Majin Bu.

Altri due personaggi giocabili

Proprio Gohan adulto si rivela essere, insieme a Vegito, uno dei personaggi giocabili della saga di Majin Bu del titolo. Lo rivela Weekly Shonen Jump in uno dei suoi numeri, rivelando anche molti altri dettagli sul titolo.

Tra tutti, spicca la presentazione del Community System, che permette ai giocatori di posizionare i Soul Emblem che raccolgono sconfiggendo o aiutando i vari personaggi, in una Community Board, per avere bonus o potenziamenti speciali.

Ognuno degli emblemi avrà il volto del personaggio che li ha lasciati, e attivandoli in combinazione potrete sbloccare nuovi dialoghi con i loro personaggi.

Tra altri importanti dettagli, Shonen Jump ha rivelato che sarà presente la scena in cui Gohan estrae la Spada Z e Kid Bu sarà presente come boss nel titolo.

Bandai Namco ha poi seguito queste dichiarazioni con un trailer di Majin Vegeta, la forma che il potente personaggio assume quando prende il potere di Majin Bu, rivelando sempre di più sulla saga di Bu.

Arriva anche Kid Bu!

Screenshot di Dragon Ball Z: Kakarot (3)

Alcuni screenshot hanno rivelato infine l’aspetto di Kid Bu dentro a Dragon Ball Z: Kakarot, oltre che la potente terza forma Saiyan di Goku mentre questo combatte il boss.

Gotenks e Vegito contro Kid Bu

Tra gli altri personaggi, ad essere importanti protagonisti della saga di Majin Bu saranno anche Gotenks e Vegito, che sono stati mostrato in un trailer al Paris Games Week 2019, un altro importante evento videoludico.

Inoltre, il video mostra altri momenti salienti delle parti finali della saga di Majin Bu, dei gameplay di Gotenks e Vegito, che saranno personaggi giocabili nel titolo, e la vita comune di Gohan.

Sia Gotenks che Vegito sono poi stati mostrati nuovamente in una serie di screenshot rivelati da Bandai Namco riguardo al combattimento per sconfiggere Kid Bu.

Le molte località del titolo

La Kame House

Un altro set di screenshot rivelati da Bandai Namco ha invece rivelato molte delle località del gioco, tra cui la Kame House e il pianeta Namek.

Le sette sfere del drago Shenron

Di seguito, un numero di V-Jump ha rivelato diversi nuovi dettagli sul gioco, e in particolare sulle sfere del drago, le celebri Dragon Ball che danno il nome alla serie.

Il sistema di Soul Emblem, infatti, permetterà, dopo che chiederemo al drago Shenron di combattere nuovamente i nostri nemici, ottenere i loro emblemi. Sconfiggendoli, otterremo appunto i Soul Emblem, oltre che premi e punti esperienza.

Inoltre, sono stati introdotti dei nuovi tipi di nemici, detti “villainous” o malvagi in Italiano. Questi saranno più potenti dei nemici normali e avranno un’aura sinistra che li circonda.

L'immagine promozionale di Dragon Ball Z: Kakarot rivelata da V-Jump

Infine, è stata rivelata una nuova Key Visual (immagine promozionale) del titolo, con Goku e molti dei personaggi di Dragon Ball Z, dalla saga dei Saiyan fino a quella di Majin Bu.

In un comunicato stampa, successivamente, Bandai Namco ha rivelato ancora di più sulle così agognate sfere del drago.

Queste si troveranno sparse per tutto il mondo di gioco e, ottenendole, il giocatore potrà far ritornare in vita alcuni dei boss precedentemente sconfitti. Questi, inoltre, avranno linee di dialogo originali se evocati dopo aver sbloccato determinati punti della storia.

I combattimenti del gioco

Del titolo di CyberConnect2 sono poi state mostrate tutte le particolarità del sistema di combattimento in un trailer rivelato sul canale YouTube di Bandai Namco. In particolare, hanno mostrato gli allenamenti, i vari modi di potenziare i nostri personaggi, e l’albero delle abilità.

Il progresso del personaggio

In una notizia di pochi giorni fa un altro trailer mostra il sistema di progressione del nostro personaggio. Ci saranno vari modi per potenziarlo, infatti. Per salire di livello ci basterà sconffigere i nostri nemici in combattimento.

Per quanto riguarda le statistiche, potremo mangiare diversi cibi, e dandoli a dei cuochi o al personaggio Chichi questi ne cucineranno dei piatti, che aumenteranno di moltissimo i loro effetti sul nostro personaggio.

Per migliorare tecniche e le abilità dovremo raccogliere le Sfere Z disseminate nei vari scenari. Utilizzando questi particolari oggetti potremo sbloccare le varie tecniche, tranne alcune che potranno essere sbloccate a seguito di un allenamento intensivo.

Come già citato precedentemente, potremo utilizzare la Community Board per ottenere nuove abilità. Sia aiutando personaggi amichevoli che sconfiggendo i nostri nemici per una seconda volta, otterremo i loro Soul Emblem. Questi ci daranno potenti abilità e potranno essere combinati tra loro.

Altri due trailer

Infine, Bandai Namco ha rivelato due nuovi trailer del gioco e una serie di screenshot su tre dei personaggi di supporto da cui il giocatore potrà essere aiutato in battaglia.

Un trailer e screenshot sulla saga di Cell e degli Androidi

Protagonista del Jump Festa 2019, evento legato alle saghe di Shonen Jump, è Trunks del futuro, arrivato per salvare Goku e i suoi amici dalla minaccia degli Androidi.  E’ stato infatti rivelato un trailer di gameplay sul suo stile di combattimento.

Trunks del futuro sarà infatti un personaggio giocabile e utilizzabile dal giocatore durante la saga degli Androidi.

C-18 e Crilin

L’androide 18 è invece presente, insieme a Goten e Trunks in una serie di screenshot legati a questi tre personaggi usati come supporti in battaglia. Scopriamo inoltre dalle dichiarazioni di Bandai che questi saranno utilizzabili dopo aver terminato la trama del titolo.

“Lo scopriremo nel prossimo episodio di Dragon Ball Z!”

E’ poi stato rivelato un trailer chiamato “This time on Dragon Ball Z: Kakarot“, che mostra alcune particolarità non esplorate nei giochi precedenti.

Ad esempio, viene mostrata la pesca, diverse scene di Trunks, Cell e degli Androidi, e in particolare anche scene non presenti nell’opera originale.

Vi ricordiamo quindi che Dragon Ball Z: Kakarot è in uscita il 17 Gennaio su PlayStation 4, Xbox One e PC.

Con il day one sono state rilasciate due patch (1.01 e 1.02) che hanno aggiunto 11 subquest. Potete trovare tutti i dettagli nel nostro articolo dedicato.

Inoltre, qualche settimana dopo il day one è stata rilasciata una patch che migliora diversi aspetti del gioco. In particolare, ha apportato i seguenti cambiamenti:

Patch versione 1.04

  • Ridotti i tempi di caricamento durante i viaggi tra un’area e l’altra
  • Apportati diversi aggiustamenti alla sub-story “Telekinesis Training”
  • Apportati diversi aggiustamenti alla sub-story “Goten’s Growth”
  • Risolto problema che, solo su Xbox One, impediva all’opening del gioco di partire portando il giocatore direttamente nel menu di gioco

Fonte: Account Twitter ufficiale

Potete consultare ognuno degli articoli a cui abbiamo rimandato per maggiori dettagli.

 

Tags

Artem Nemchynskyy

Giocatore fin da piccolo, ha sviluppato attrazione per diversi generi videoludici, in particolare titoli provenienti dall'oriente. Adora gli RPG, con una predilezione per il Dark Fantasy e le scelte multiple. Non disdegna niente e cerca sempre di espandere i propri orizzonti.

Lascia un commento

Close