Persona 5

Persona 5 Scramble – In arrivo informazioni con il Dengeki PlayStation 684

Altri dettagli sul gioco presto in arrivo

È da poco stato confermato che il Dengeki PlayStation magazione vol.684 (in uscita il 28 Gennaio) conterrà 14 pagine di informazioni esclusive su Persona 5 Scramble.

Oltre ad una breve introduzione dei personaggi principali del titolo, verranno anche mostrate diverse prime impressioni sul suo gameplay e saranno presenti delle interviste con 4 delle personalità principali dietro al progetto.

Persona 5 Scramble: The Phantom Strikers uscirà per PlayStation 4 e Nintendo Switch il 20 Febbraio 2020 in Giappone.

Se volete saperne di più sulla serie di Persona in generale, vi invitiamo a leggere la nostra recensione di Persona 5 e il nostro articolo di approfondimento sulla serie.

Una settimana piena di annunci per l’action JRPG sequel di Persona 5

Screenshot dal provatodi Famitsu di Persona 5 Scramble (2)

I 4 intervistati nell’articolo sono, nell’ordine:

  • Daisuke Kaneda di Atlus (producer/direttore)
  • Momon Usuda di Atlus (direttore)
  • Kazutoshi Sekiguchi di Koei Tecmo Games (direttore)
  • Nobumichi Kumabe di Koei Tecmo Games (direttore)

Parte dell’intervista è già stata rilasciata in anticipo rispetto all’uscita del magazine, e riporta le seguenti informazioni:

Inizio dello sviluppo

  • Il direttore di Koei Tecmo Games Kazutoshi Sekiguchi ha affermato che i lavori per Persona 5 Scramble sono cominciati all’inizio del mese in cui Persona 5 è stato rilasciato (quindi all’inizio di Settembre 2016)
  • Il producer e direttore di Atlus Daisuke Kaneda ha poi aggiunto che i lavori sono effettivamente cominciati molto dopo che le due compagnie hanno cominciato a sentirsi, vista l’enorme scala del progetto
  • All’inizio, come detto sempre da Sekiguchi, il progetto doveva essere una sorta di “Persona Warriors”, visto che nel team sono presenti un sacco di fan di Persona che avrebbero così creato una sorta di spin-off tributo dell’intera serie, ma alla fine si è optato per qualcosa che si focalizzasse di più sui personaggi di Persona 5
  • Completate tutte le discussioni in merito alla natura dell’opera, una serie di motivazioni una dietro l’altra ha portato il progetto a diventare un sequel a tutti gli effetti di Persona 5

Sviluppo della storia

  • Kaneda ha affermato che l’intero scenario è stato creato dal team di Persona, e la compagnia ha dovuto effettuare un sacco di meeting aziendali per creare una storia che si adattasse bene alla tipologia di gioco
  • Il direttore di Atlus Usuda Momon ha infine aggiunto che il team ha voluto, essenzialmente, creare una storia che fosse divertente.
  • Nel titolo precedente di Atlus erano presenti davvero poche scene nelle quali effettivamente i Phantom Thieves si divertivano serenamente, anche a causa del mood in generale più serio.
  • Con questo titolo, però, l’idea è che il gruppo di protagonisti abbia ormai passato il peggio, e che quindi si divertirà molto di più a risolvere il caso.

Oltre a questo, l’approfondimento conterrà anche informazioni sulle meccaniche di gioco, prese a piene mani da Persona 5, enfatizzando sul come siano state implementate in questo titolo più improntato sul genere action.

Dal punto di vista dello scenario di gioco, invece, ci saranno nuove informazioni sia sui personaggi che su città che non sono state ancora presentate, come Osaka e Kyoto (la presenza di quest’ultima va quindi a confermare la presenza di Kyoto come sesta città visitabile nel titolo, come già suggerito dal merchandise in merito).

Oltre a questo, sembra che la prossima sarà una settimana piena di annunci su Scramble, vista l’uscita di nuove informazioni con il Travelling Morgana Newsletter #5 del 27 Gennaio e con il Weekly Famitsu magazine #1626 del 30 Gennaio.

Fonte: Persona Central

Tags

Simone Chincarini

Anche se non può dire di esser stato videogiocatore da quando era bambino, può comunque vantarsi di avere una buona conoscenza del settore e di varie saghe storiche e/o molto famose, come i Souls e gli Halo. Quando non gioca, ascolta metal, guarda serie tv e prova a laurearsi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close