News

Doom Eternal – Il gioco non presenterà microtransazioni

Il gioco non presenterà cosmetici a pagamento

Id Software ha rivelato che il suo nuovo titolo FPS Doom Eternal non presenterà nessun tipo di microtransazioni e non avrà uno store in-game.

Doom Eternal non avrà microtransazioni

Doom Eternal, che abbiamo avuto il piacere di provare alla Milan Games Week 2019, e di cui è da poco stato rivelato un nuovo trailer a 60 FPS, non presenterà uno store in-game e non avrà microtransazioni.

A rivelarlo è Hugo Martin di Id Software che dice che il gioco presenterà cosmetici ottenibili solamente tramite punti esperienza in multiplayer, e non avranno effetti oltre quelli estetici sui giocatori. Martin ci tiene a precisare che, in quanto vendono il titolo a 60$, vogliono dare un’esperienza completa al giocatore.

Doom Eternal presenterà tuttavia un pass battaglia, similmente a titoli free-to-play di rilievo come Fortnite o DotA 2, che sembra andare in contraddizione con il messaggio che ha lasciato lo sviluppatore. Riteniamo che infatti un Battle Pass non sia molto differente da uno store in-game.

Ciò che cambia è il modello di business, tuttavia il risultato resta lo stesso – motivo per cui sempre più titoli stanno adottando questo nuovo tipo di monetizzazione post-lancio.

La monetizzazione post-lancio di Doom Eternal

La ragione di ciò è il modo in cui le microtransazioni sono considerate nel mondo videoludico. Nel corso del tempo molti usi scorretti di questo modello hanno fatto crescere l’opinione che queste siano sempre dannose per i titoli, e sempre più persone hanno cominciato a demonizzarle.

Ma in modo non molto diverso si comporta l’acquisto di un Battle Pass, che oltre ad essere contenuto a pagamento sopra al costo del gioco, obbliga in modo alquanto subdolo il giocatore a spendere più tempo sui titoli.

Non giocare abbastanza non permetterà ai giocatori di ottenere gli oggetti per cui hanno, di fatto, pagato, inducendoli a continuare a giocare.

Di nota è anche il fatto che sviluppare così tanto contenuto post-lancio per il pass battaglia porta a un lavoro costante da parte degli sviluppatori, che sviluppano emote o costumi piuttosto che concentrare gli sforzi su nuovi titoli.

Il prequel di Doom Eternal aveva invece proposto dei contenuti e DLC multiplayer a pagamento, che però sono stati resi gratuiti un anno dopo la sua originale uscita nel 2016. Questo nuovo modello di monetizzazione riuscirà a soddisfare i giocatori?

Incenerisci l’Inferno il 20 marzo 2020

Le armate infernali hanno invaso la Terra. Diventa lo Slayer in un’epica campagna per giocatore singolo, conquista demoni attraverso le dimensioni e ferma la distruzione finale dell’umanità. L’unica cosa che temono… sei tu.

Vivi l’ultima combinazione di velocità e potenza in DOOM Eternal, un passo avanti nel combattimento aggressivo in prima persona.

Scopri le origini dello Slayer e la sua missione per INCENERIRE L’INFERNO.

Minaccia Slayer al livello massimo

Ottieni accesso alle tecnologie più avanzate in fatto di distruzione dei demoni con l’Armatura Praetor del DOOM Slayer, che vanta chicche come un lanciafiamme da spalla e la lama DOOM retrattile da polso.

Armi da fuoco e accessori potenziabili come l’Uncino da macellaio, un nuovo strumento affiancabile alla doppietta utile per chiudere rapidamente le distanze dal bersaglio, e abilità come il Doppio scatto ti rendono più veloce, più forte e più versatile che mai.

Ecco come è descritto Doom Eternal sul suo sito ufficiale italiano. Il titolo uscirà su PlayStation 4, Xbox One e PC tramite Steam e Battle.net il 20 Marzo 2020.

Fonte: PCGamer

Tags

Artem Nemchynskyy

Giocatore fin da piccolo, ha sviluppato attrazione per diversi generi videoludici, in particolare titoli provenienti dall'oriente. Adora gli RPG, con una predilezione per il Dark Fantasy e le scelte multiple. Non disdegna niente e cerca sempre di espandere i propri orizzonti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Close