RecensioniVideogames

Rune Factory 4 Special – Recensione

Ritorna dopo 6 anni su Nintendo Switch

La serie Rune Factory, creata da Neverland Co. – andati poi in bancarotta e assunti da Marvelous AQL – nasce su Nintendo DS come spin off degli “Harvest Moon”. I capitoli della serie sono definiti come “role-playing simulation game”.

La compongono 7 capitoli, da Nintendo DS a 3DS, con due titoli su Wii e PlayStation 3, e ora la serie, dopo ben 6 anni di silenzio arriva su Nintendo Switch.

Rune Factory 4 Special è la versione remastered di Rune Factory 4, uscito per 3DS nel 2014. La versione Special arriverà da noi per Nintendo Switch il 28 Febbraio 2020. Questa edizione è pubblicata da Marvelous, e in concomitanza della remastered ha anche annunciato Rune Factory 5.

Sei un principe o una principessa?

“Sei un ragazzo o una ragazza?” la fatidica domanda che ci viene posta in molti giochi, e che è presente anche in Rune Factory 4. La nostra avventura infatti inizia confermando il nostro genere attraverso una scelta nelle prime linee di dialogo.

Rune Factory 4 Special gender

Dopo aver scelto il genere del personaggio, ci ritroveremo su un’aeronave intenti ad andare nella città di Selphia per poter consegnare una sfera blu al “Native Dragon” Ventuswill. Nel corso del tragitto due soldati salteranno a bordo del mezzo per metterci i bastoni fra le ruote.

Dopo uno scontro, verremo colpiti alla testa da una delle due guardie facendoci perdere la memoria. Verremo minacciati da uno dei due soldati perché incredulo della nostra amnesia, ma poco dopo il secondo soldato ci farà cadere per sbaglio dall’aeronave, perdendo la sfera blu.

Eravamo però già giunti a destinazione, cadremo infatti dritti in testa a Ventuswill, che riuscirà per fortuna ad attenuare il danno. Qui, una volta accertata l’amnesia, faremo conoscenza del drago e del suo fedele maggiordomo Volkanon.

Il protagonista viene scambiato per un membro della famiglia reale che è stato mandato a Selphia per governarla, quindi gli viene data una stanza per riposarsi nel castello. Ed è così che inizia la nostra avventura in una città sconosciuta, nonostante la nostra amnesia e che saremo scambiati per un principe/principessa.

Rune Factory 4 Special Ventuswill

Zappa, combatti e sposati!

L’intero gameplay del gioco consiste in tre elementi principali: il coltivare, il combattere e lo sposarsi. Ma vediamo il gameplay nel dettaglio.

Il titolo è un simulatore di vita quotidiana, ambientato in un mondo fantasy dove saremo condizionati dal tempo di gioco in quanto il tempo passerà naturalmente.

Sarà importante tenere d’occhio anche quanto dormiamo: non dovremo dormire troppo poco o la nostra stamina ne risentirà andando a limitarci il giorno successivo, i negozi avranno orari specifici e saranno chiusi di notte.

I cittadini saranno spesso occupati o non saranno presenti in determinate ore. Come ci viene detto da Ventuswill nei primi minuti di gioco, “chi non lavora non mangia”.

Dovremo quindi rimboccarci le maniche per poterci mantenere e anche se scambiati per un principe/principessa e lavorare per poter acquistare oggetti, attrezzi e molto altro.

Rune Factory 4 Special orto

Il Drago del vento ci concederà un piccolo terreno presente nel cortile del castello per poter coltivare le varie piantagioni. Tramite un tutorial, ci verrà insegnato come poter zappare la terra, piantare i semi, annaffiarli, spaccare la legna e rompere i minerali e rocce dandoci tutti gli strumenti necessari.

Questa sarà la nostra principale fonte di guadagno e ogni azione compiuta ci farà stancare facendo esaurire la barra RP (stamina) presente sotto la barra degli HP.

Sarà quindi necessario essere attenti quando si compiono determinate azioni. Potrete recuperare RP mangiando determinati cibi, dormendo o facendo il bagno e, se deciderete di dormire, passerete al giorno successivo.

Il gioco ci permetterà l’acquisto o la raccolta dai mostri o casse di svariati tipi di semi o piante da coltivare e raccogliere per poi venderle tramite una cassa presente in cortile che verrà svuotata ogni mattina alle 8 accreditandoci in automatico il nostro compenso.

Le varie coltivazioni potranno anche esser usate sul momento per poter caricare HP o RP, regalate o utilizzate come ingredienti per preparare una delle tante ricette presenti, o cucinate in diversi piatti così da risparmiare denaro.

La reputazione di un re

Rune Factory 4 Special cucinare

Il gioco ci permetterà tramite apposite licenze di poter creare nuovo equipaggiamento, pozioni  e medicine. Tramite i “Prince Point” avrete accesso alle licenze e una volta acquistate verrete sottoposti ad un piccolo esame.

Per poter ottenere i “Prince Point” vi basterà ottenere la fiducia dei cittadini di Selphia. I Prince Point vi serviranno non solo per le Licenze ma anche per poter ottenere nuovi attrezzi, aumentare la capienza dello zaino e organizzare dei festival, utili all’accrescimento del turismo in città.

Rune Factory 4 Special festival

Per ottenere la fiducia degli abitati, invece, basterà completare le loro richieste. Dopo un paio di giorni sbloccheremo Eliza, il Request Box che ci permetterà di completare le richieste degli abitanti al fine di ottenere i Prince Point e altre ricompense.

All’inizio della nostra avventura, potremo accettare soltanto 1 richiesta al giorno, ma, col passare del tempo potremo accettarne di più. Conclusa la richiesta basterà interagire di nuovo con Eliza per ottenere i Prince Point e le ricompense aggiuntive.

Un mondo fantasy in cui vivere un’altra vita

Rune Factory 4 Special request box

Come in ogni mondo Fantasy che si rispetti, non dovremo soltanto passare ore e ore a coltivare svariati tipi di verdure o piante, ma dovremo anche esplorare dungeon, lottare contro mostri e affrontare feroci Boss.

Le battaglie saranno in tempo reale e avremo la possibilità di “bloccare il tempo” aprendo il menù degli oggetti rapidi, permettendoci un cambio di arma o l’utilizzo di un qualsiasi altro oggetto come pozioni o cibo.

Le armi messe a nostra disposizione permettono l’esecuzione di brevi combo da affiancare alle skill che sbloccheremo aumentando di livello. Per poter far salire il livello delle nostre skill, basterà continuare ad utilizzare una determinata azione o oggetto

Rune Factory 4 Special spada

Se ad esempio passeremo molto più tempo a cucinare che a coltivare, avremo un livello di skill cucina molto più alto rispetto a quello legato all’agricoltura.

Oltre alle classiche armi bianche, avremo accesso a tecniche e “rune” che ci permetteranno di lanciare potenti attacchi magici tramite la pressione dei tasti X o Y che andranno a consumare la barra RP.

Se perderemo in battaglia, verremo portati nella clinica della città, dove il dottore ci fornirà le adeguate cure in cambio di denaro.

Uccidendo i mostri e i nemici potremo ottenere tesori, oggetti e punti esperienza che ci faranno salire di livello. Tramite dei libri che si trovano in diversi luoghi, come la stanza nel castello, all’ingresso della città e davanti un dungeon, potremo salvare i nostri progressi di gioco, così da poter riprendere la partita in un secondo momento.

Potremo modificare la difficoltà del gioco in qualsiasi momento tramite un “trofeo” presente nei sotterranei del castello. Segnaliamo la presenza di una modalità di New Game+ che ci permetterà di iniziare una nuova avventura con dei bonus aggiuntivi.

Non si combatte mai da soli

Rune Factory 4 Special combattimento

Nella fase esplorativa, potremo decidere se andare da soli o portarci dietro fino a 2 membri in party che recluteremo in città chiedendo ai cittadini se vogliono partire all’avventura con noi. Non tutti si renderanno disponibili all’inizio, ma basterà aumentare il livello di amicizia con loro per far si che accettino.

Il gioco mette a disposizione ben 6 personaggi femminili e 6 maschili con cui relazionarsi.

Infatti, se regaleremo degli oggetti o li porteremo nelle nostre avventure, questi, dopo aver ottenuto un determinato numero di cuori, faranno partire un “evento relazione” e se arriveremo al numero massimo di cuori (10), potremo perfino sposarci e avere un figlio.

Il matrimonio può avvenire soltanto con un cittadino del sesso opposto ed è limitato ad uno per personaggio.

Rune Factory 4 Special friendship

Oltre agli abitanti, potrete far entrare in party anche dei mostri. Infatti, in Rune Factory 4 Special sarà possibile catturare i mostri che incontrate, inclusi i boss del gioco, che per ovvi motivi saranno più difficili da catturare. Questi, una volta presi, andranno nella “Monster Box” dove potranno darci una mano con l’orto.

Non è oro tutto ciò che luccica

Rune Factory 4 Special non è altro che una Remastered con delle aggiunte del titolo rilasciato per Nintendo 3DS uscito nel 2014. Infatti, il comparto tecnico non è niente di eccezionale, e mostra in alcune situazioni dei movimenti fin troppo legnosi.

Nemmeno per quanto riguarda l’aspetto grafico del titolo abbiamo un vero e proprio sconvolgimento, ritroviamo solamente una grafica in HD con modelli e artwork più curati e fondali più “puliti”.

Infine sono presenti delle sequenze animate utilizzate in alcuni frangenti della storia principale e per presentare i vari personaggi.

Rune Factory 4 Special anime

Quali novità ci offre questa versione Special?

Abbiamo parlato a lungo del titolo, ma quali sono le novità effettive che porta questa versione Special per Nintendo Switch? Andiamo a scoprirle insieme.

Avremo una nuova opening del gioco cantata da Joe Rinoie con Anzai Miki dal titolo “Kono Omoi wo Nosete”, qualche nuova cutscene, una difficoltà aggiuntiva per chi adora le sfide, e la nuova “Newlywed mode” che permette a chi si è sposato nella storia principale di prendere parte ad una side story dalla durata di circa 45 minuti.

Rune Factory 4 Special newly mode

Infine sempre nel menù iniziale troverete l’Another episode che aggiunge sequenze testuali dedicate ai dodici candidati al matrimonio, sia in lingua inglese che in giapponese; questo DLC rimarrà gratuito fino al 26 marzo, dopo tale data potrete acquistarlo al prezzo di 4,99 Euro

Rune Factory 4 Special Another episode

In conclusione

Rune Factory 4 Special riesce egregiamente nella sua parte di “simulation game” permettendoci di vivere questo mondo in modo divertente e coinvolgente con meccaniche che ci hanno sorpresi e mai stancato.

Detto questo, il titolo pecca un pò nei combattimenti in quanto legnosi, così come il reparto grafico/tecnico che ci è sembrato un pò datato, e considerando la console sulla quale gira, Marvelous poteva osare di più.

Infine consigliamo questo capitolo non solo a chi già conosce la saga ed ha giocato i Rune Factory precedenti, ma anche chi non li ha mai provati in quanto il titolo in questione non è direttamente collegato ai precedenti, tranne per un cameo di due personaggi provenienti da Rune Factory 2 e 3.

Overall
8/10

Riassumendo

Rune Factory 4 Special è un’ottimo “role-playing simulation game” che può essere apprezzato a pieno anche da chi non ha mai giocato alla saga dei Rune Factory, ma essendo solo una remastered di un titolo del 2014 pecca di legnosità in alcuni ambiti e aspetto grafico/tecnico non all’altezza della console sulla quale gira.

Pros

  • Meccaniche coinvolgenti
  • Possibilità di poter catturare mostri e boss
  • Un’avventura pressoché infinita
  • Poter relazionarsi con i vari NPC

Cons

  • Gameplay invecchiato un po’ male
  • Remastered con poche aggiunte
  • Grafica e lato tecnico datati
Tags

Andrea De Francesco

Fin da piccolo un grande appassionato del Giappone e della sua cultura in particolar modo di manga, anime e videogiochi. I generi che preferisce sono: visual novel, jrpg e survival horror.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Close