News

Resident Evil 3 Remake – Mostrato video di confronto con il titolo originale

Commentato anche dal producer di Capcom Peter Fabiano

Durante l’ultimo episodio di PlayStation Underground, Sony ha mostrato un video confronto tra Resident Evil 3 Remake e il capitolo originale del 1999.

Nel video inoltre è presente anche il producer di Capcom Peter Fabiano, il quale è riuscito a dare diverse informazioni e retroscena sul processo intrapreso dal team di sviluppo per ricreare Raccoon City e i pericoli che si trovano al suo interno.

Residenti Evil 3 Remake è un nuovo titolo in uscita il 3 Aprile su PlayStation 4, Xbox One e PC che andrà a ripercorrere i fatti narrati da Resident Evil 3, modificandone il gameplay e riproponendo in chiave moderna tutti i suoi avvenimenti.

Per maggiori informazioni in merito, vi invitiamo a dare un’occhiata alle ultime informazioni rilasciate con la demo ed al trailer Nemesis.

Un confronto tra le due versioni

I primi fattori commentati da Fabiano stesso sono stati l’impegno nel ricreare Raccoon City con l’Unreal Engine e le differenze che questo capitolo avrà rispetto al remake uscito l’anno scorso di Resident Evil 2.

Ha dichiarato infatti che, essendo protagonista della vicenda la poliziotta Jill Valentine, hanno cercato di esaltare alcuni fattori come il suo addestramento ricevuto nelle forze armate rendendo il titolo più action, aggiungendo nuove meccaniche di gameplay che hanno aiutato a donare quella sensazione.

RE3 Remake Jill contro gli zombie

Allo scopo di rendere molto più viva l’ambientazione, inoltre, sono stati aggiunti diversi elementi ambientali con cui zombie ed alleati interagiranno, come ad esempio delle barricate di metallo, oltre a tante nuove varianti di zombie.

Una feature tolta dal remake rispetto al titolo originale sono degli eventi che ogni tanto capitavano durante alcuni momenti cinematografici del gioco, nei quali era possibile scegliere una di varie opzioni date per far accadere determinate azioni.

Adesso c’è comunque una buona varietà di azioni particolari tra cui scegliere, però sono tutte incluse nel normale gameplay per dare al titolo un maggior senso di organicità.

E’ stato poi mostrato un paragone tra le due versioni del primo incontro con Nemesis, che Fabiano ha spiegato esser stato aggiornato sia per estetica che per aggressività per donare ancora una volta una sensazione costante di pericolosità al giocatore.

Il video si è concluso proprio dando un primo sguardo alla sua bossfight, nella quale adesso impugna un lanciafiamme, a differenza dell’iconico lanciamissili.

Fonte: Gematsu

Tags

Simone Chincarini

Anche se non può dire di esser stato videogiocatore da quando era bambino, può comunque vantarsi di avere una buona conoscenza del settore e di varie saghe storiche e/o molto famose, come i Souls e gli Halo. Quando non gioca, ascolta metal, guarda serie tv e prova a laurearsi.

Lascia un commento

Close