News

Resident Evil 3 Remake – Nuovi dettagli sul Nemesis e altro ancora

Tante nuove informazioni emergono sul gioco

Non manca molto all’uscita di Resident Evil 3 Remake e le notizie sul titolo crescono sempre di più, visto anche il recente video confronto tra il Remake e il capitolo originale del 1999.

Ad aggiungersi a quest’ultimo sono nuove informazioni arrivate da Capcom stessa, la quale ha approfondito diversi dettagli del gioco, tra i quali spiccano lo sviluppo del Nemesis e i suoi retroscena.

Capcom ha anche permesso recentemente alla stampa di giocare ad una demo del titolo, che sarà poi rilasciata al pubblico.

Le novità rilasciate

Le informazioni svelate riguardano dei nuovi nemici, alcuni fattori come l’interazione con l’ambiente di gioco e il modo in cui il Nemesis è stato sviluppato.

Ve le riportiamo tutte qui in seguito, tenete a mente però che alcune di queste possono contenere minimi Spoiler:

  1. Nemesis non potrà entrare anche nelle safe room (ovvero le classiche stanze di salvataggio).
    E’ bene però tenere in mente che non tutti i luoghi con una macchina da scrivere sono considerati safe room.
    Un esempio è la hall della stazione di polizia in Resident Evil 2 Remake, dove era effettivamente presente una macchina da scrivere ma Mr. X poteva entrarci e uscirci tranquillamente.
  2. I Feedback ricevuti per Mr. X sono serviti molto per lo sviluppo di Nemesis, perché l’obiettivo era renderlo più terrificante di lui sotto ogni aspetto.
    Mr. X da Resident Evil 2 Remake
  3. I Barili esplosivi si possono utilizzare anche in modo strategico sia contro gli zombie normali che contro Nemesis.
  4. La prima volta che verrà abbattuto il Nemesis, lui può rilasciare oggetti rari da raccogliere (come nel capitolo originale).
  5. La meccanica della schivata sarà utilizzata in modo particolare durante certe sequenze di trama, e Jill potrà eseguire delle schivate inedite contro specifici attacchi.
  6. Ci sono alcune aree in cui il gioco fornirà una giustificazione per cui Nemesis non potrà seguire Jill, avendo così un attimo di tregua. Non sempre inseguirà il giocatore, ma rimarrà palpabile la possibilità che possa tornare da un momento all’altro.
  7. L’intelligenza artificiale del Nemesis è progettata per non essere implacabile. La sua IA è sviluppata in modo dinamico, dando ogni tanto respiro al giocatore.
  8. Le creature del gioco reagiscono molto di più alle ambientazioni e alle situazioni, e potenzialmente possono lavorare insieme o separate, a seconda del loro numero.
  9. Confermata la presenza del Grave Digger nel gioco, con alcune sequenze ispirate al film “Tremors”
  10. Anche i Ragni sono stati confermati, avranno la tendenza a scappare dappertutto, alle volte lontano o verso il giocatore, ed hanno la capacità anche di calarsi dal soffitto.
  11. Confermata la presenza degli Hunter Beta.
  12. Raccoon City è molto più grande che in Resident Evil 2 Remake, con multiple aree e passaggi esplorabili.
  13. Jill potrà utilizzare la Metropolitana per muoversi in diverse parti della città, utilizzandola come una sorta di viaggio rapido.
  14. Ci sono molti più obbiettivi secondari disponibili per il giocatore, che includono anche del backtracking che permetterà l’ottenimento di diverse ricompense.
  15. Carlos è giocabile in diverse sequenze della trama, ma non ha una propria campagna.
  16. Ci saranno un paio di nuovi mostri che non erano presenti nell’originale (come confermato nel video di confronto con il capitolo originale).
  17. Capcom ha preferito creare una storia unica e consistente, piuttosto che diversi modi in cui gli eventi potrebbero svolgersi.
    Detto questo, gli sviluppatori hanno fatto molto per rendere la trama più profonda. Jill, Nemesis e l’UBSC sono stati caratterizzati e approfonditi di più rispetto all’originale.
  18. Il gioco si svolge un giorno prima e un giorno dopo Resident Evil 2 Remake, quindi si potrà anche assistere ad alcuni avvenimenti a lui collegate.

Resident Evil 3 Remake Nemesis in fiamme

Vi ricordiamo che Resident Evil 3 Remake uscirà per PlayStation 4, Xbox One e PC il 3 Aprile 2020 ed è stata confermata l’uscita a breve di una demo.

Fonte: GamesRadar+

Tags

Andrea De Francesco

Fin da piccolo un grande appassionato del Giappone e della sua cultura in particolar modo di manga, anime e videogiochi. I generi che preferisce sono: visual novel, jrpg e survival horror.

Lascia un commento

Close