Guide & Soluzioni

Final Fantasy VII Remake – Guida al boss segreto Ubris

Scopriamo come completare la sfida più difficile di FF VII Remake

Nella guida dedicata al miglior’accessorio del gioco, vi abbiamo svelato che per ottenerlo dovrete battere il boss segreto Ubris.

Affrontare questo boss non sarà un compito facile, la battaglia contro Ubris è il combattimento più difficile di FF VII Remake. 

La nostra guida che vi spiegherà nel dettaglio come affrontarlo al meglio resistendo a tutti i suoi attacchi.

Sbloccare il boss segreto Ubris

Per sbloccare il Boss segreto, dovrete prima di tutto completare FF VII Remake in modalità normale. Una volta completato il gioco potrete selezionare la modalità difficile e utilizzare l’opzione che vi permetterà di scegliere il capitolo da rigiocare.

Sistemati i preparativi iniziali, dovrete completare le seguenti azioni, cosi da sbloccare la sfida segreta:

  • Completate tutte e 20 le sfide dei Dossier di ricerca.
  • Selezionate il Capitolo 9 e completate tutte le battaglie del Colosseo di Corneo.
  • Selezionate il Capitolo 14 e completate tutte le battaglie del Colosseo di Corneo.
  • Selezionate il Capitolo 16 e Completate tutte le battaglie del Simulatore Shinra VR.

Manca ancora un ultimo passaggio. Selezionate il Capitolo 17 e avviatelo in modalità difficile, dirigetevi da Chadley e completate tutte le nuove sfide presenti nel nuovo Simulatore Shinra VR. Se avrete eseguito correttamente tutti i passaggi elencati fin qui, al termine dell’ultima battaglia sbloccherete la sfida con il Boss segreto.

Preparazione alla battaglia

La vostra squadra dovrà essere composta da Cloud e Tifa che avranno il ruolo di DPS fisici e magici, mentre come ultimo membro Aerith si occuperà di supportare l’intero gruppo. Portate i personaggi a LV 50 e quindi equipaggiatevi come di seguito:

Cloud (LV 50)

ArmaGemella
ArmaturaBanda connettiva
AccessorioDiadema/Orecchini del risveglio

Tifa (LV 50)

ArmaGuanti sonici/Nocche metalliche
ArmaturaBanda meccanica
AccessoriDiadema/Orecchini del risveglio

Aerith (LV 50)

ArmiAsta rinforzata/Asta di mithril
ArmaturaBracciale runico
AccessoriDiadema/Orecchini del risveglio

Infine, per quanto riguarda le Materia e l’abilità arma ecco le migliori da utilizzare durante questa sfida:

NomeDettagli
VitaleAumenta la quantità di HP, ciò vi permette di sopravvivere alla maggior parte degli attacchi
ArcanaNecessario per evitare di rimanere senza MP quando si usa Curaga.
EnergeticaMagia Curaga.
RianimanteMagia Rise/Arise.
EstensivaAbbinalo a Curaga aumenta la cura o la Barriera che riduce i danni in arrivo, utile contro la mossa Megaflare di Bahamut.
ArdenteInsieme alla materia Elementale permette di assorbire gli attacchi di fuoco di Ifrit e la mossa flamethrower di Ubris .
GalvanicaUtile per sfruttare le debolezze di Leviatan e Ubris al elemento tuono
ElementaleDa abbinare alle materia Ardente o Galvanica.
Salvaguardia da KO (abilità arma)Vi permette di sopravvivere all’abilità Megaflare di Bahamut, utile sopratutto se non avrete gli Orecchini del risveglio.

Come sconfiggere Shiva, Fat Chocobo, Leviathan, Bahamut e Ubris

La battaglia vi vedrà combattere senza sosta 5 Boss in maniera consecutiva.

Nei  primi 4 turni, affronterete una versione potenziata di tutte le varie evocazioni già combattute nelle battaglie precedenti, mentre il turno finale vi metterà finalmente contro Ubris.

Andiamo a vedere come combattere al meglio ognuno dei 5 boss.

Battaglia contro Shiva

Boss Shiva

Shiva durante tutta la fase di battaglia proverà a infliggervi status Sonno, grazie però all’accessorio Diadema sarete immuni da questo status volgendo la battaglia a vostro favore. Per tutto il combattimento attaccatela da vicino e occasionalmente bombardatela con magie di fuoco.

Quando Shiva usa la mossa Diamond Dust, usate prontamente Aerith per ripristinarvi tutti gli HP e continuate a pressare il boss attaccandolo alle spalle, mentre cercate di riempire la Barra Limite. Se ne avete la possibilità evocate Ifrit per causargli un sacco di danni.

Nella seconda fase della battaglia, Shiva userà Frost Familiars aumentando di molto la sua abilità magica e curandosi periodicamente. Fate particolarmente attenzione alla mossa White Out che ora verrà lanciata tre volte in rapida successione. A questo punto sarete vicini alla fine del combattimento, continuate quindi a pressarla per sconfiggerla velocemente.

Battaglia contro Fat Chocobo

Fat chocobo

A differenza della vostra precedente battaglia con Shiva, il combattimento contro Fat Chocobo vi risulterà molto più semplice. Sin dalle prime fasi del combattimento attaccate fisicamente il boss sfruttando a vostro vantaggio la sua lentezza. Dovreste essere in grado di poter parare la maggior parte dei suoi attacchi.

Il boss evocherà dei minion a intervalli regolari, eliminateli e successivamente curatevi in modo da sopravvivere alla sua mossa Kweh Kweh. La battaglia non varierà di molto, continuate cosi fino alla sua sconfitta.

Data la fisicità del combattimento, vi consigliamo di risparmia le vostre magie, vi saranno utili contro il prossimo boss, Leviatan.

Battaglia contro Leviatan

Leviatan

Gli MP risparmiati nella battaglia precedente vi saranno molto utili per affrontare al meglio lo scontro con Leviatan. Appena iniziate la battaglia bombardate il boss con le magie di tuono in modo da stordilo velocemente e riempire di conseguenza la Barra Limite.

Leviatan vi attaccherà principalmente tramite l’utilizzo di magie, per mitigare il danno fate lanciare ad Aerith, Manaward. Quando il boss inizia a volare attaccatelo con Aerith, cosi facendo lo costringerete a usare la mossa Spinning dive. Sfruttate quindi questa apertura per fargli ingenti danni con Cloud e Tifa.

Proprio come per il combattimento di Shiva, dopo che Leviatan utilizzerà la mossa Tidal Wave curatevi tutti gli HP in modo da sopravvivere alla battaglia.

Battaglia contro Bahamut che evoca Ifrit

Boss Bahamut

Senz’ombra di dubbio il combattimento più difficile che vi troverete ad affrontare. Bahamut è un formidabile avversario, principalmente a causa dell’attacco Megaflare capace di eliminarvi l’intera squadra se non siete in possesso dell’abilità Salvaguardia da KO. Nel caso in cui abbiate abbastanza MP vi consigliamo di utilizzare Manawall per ridurre il danno della mossa.

Attaccate il boss principalmente con attacchi fisici e difendetevi quando possible, cercate di subire il minor numero di danni e usate le magie solo per curarvi quando necessario. Una volta che ridurrete Bahamut al 50% degli HP  evocherà Ifrit.

Se vi siete equipaggiati adeguatamente per lo scontro, l’arrivo di Ifrit si rivelerà una manna dal cielo. Potrete infatti sfruttare i suoi attacchi di fuoco per curarvi e di conseguenza continuare a concentravi sull’eliminazione di Bahamut.

In caso contrario, il combattimento diventerà molto più difficile e dovrete eliminare il più velocemente possibile Ifrit. In questo caso la Limit Breaks si rivela il metodo migliore.

Una volta eliminato Bahamut sarete pronti ad affrontare Ubris.

Battaglia contro Ubris

Boss Ubis

A differenza della battaglia precedente contro Bahamut, Sconfiggere il boss segreto Ubris vi risulterà abbastanza semplice.

Iniziate la battaglia, pressate il boss con attacchi ravvicinati e Magie Tuono. La maggior parte dei suoi attacchi saranno a distanza ravvicinata, di conseguenza non vi risulterà per nulla difficile schivarli.

Potete terminare molto velocemente lo scontro attaccando in modo continuo con Tifa e Claud, state solo attenti a non farvi colpire dalla sua carica e tenetevi a distanza di sicurezza quando il boss inizierà ad usare i cannoni.

Nel caso Ubris Riuscisse a catturare un membro del vostro Party, colpite costantemente la mano del boss in modo da liberarlo ed evitare che venga ucciso dalla mossa Brutal Tackle.

Una volta che avrete sconfitto Ubris, sbloccherete il trofeo Sabotaggio estremo ottenendo l’accessorio Tramonto degli dei.

Tags

Mario Cofano

Appassionato di cultura Videoludica e animazione, in particolare predilige i giochi di stampo orientale. Apprezza molto quando un titolo dà la giusta importanza sia a gameplay, trama e grafica senza però eccedere troppo in nessuno di essi.

Lascia un commento

Close