Indivisible – Rilasciato oggi su Nintendo Switch

Il publisher 505 Games ha rilasciato oggi Indivisible su Nintendo Switch. Al momento il gioco, uscito per PC, PlayStation 4 e Xbox One a fine 2019, sulla console della casa di Kyoto per ora è disponibile esclusivamente tramite Nintendo eShop. In occasione del lancio, il titolo è stato scontato del 20% passando da 29,99€ a 23,99€.

Al momento la versione fisica per Nintendo Switch è prevista per fine giugno, ma la data deve essere ancora confermata dal publisher.

Il progetto ha preso vita dopo una campagna su Indiegogo

Indivisible è stato sviluppato da Lab Zero Games, studio dietro alla creazione del picchiaduro Skullgirls, arrivato persino su mobile, dopo essere ricorsi a una raccolta fondi su Indiegogo nel 2015 per ottenere i fondi necessari.

La campagna di raccolta fondi doveva raggiungere un milione e mezzo di dollari, obiettivo poi superato dopo appena due mesi dal lancio del crowfounding.

Indivisible è un action RPG con elementi di platforming a scorrimento orizzontale. Esattamente come in Skullgirls tutto è stato disegnato a mano, e lo stile richiama quello del gioco precedente. Ci sono una dozzina di personaggi giocabili e il sistema di gameplay può essere facile di primo acchito, ma richiede pratica per essere sfruttato al massimo.

Protagonista della storia è Ajna. La ragazza è cresciuta con il padre in una tranquilla cittadina rurale, ma la sua vita viene stravolta quando il villaggio viene attaccato e un potere misterioso si risveglia dentro di lei.

Durante il suo viaggio incontrerà varie Incarnation, le quali potrà assorbire e poi manifestare per farle combattere al proprio fianco. Sono presenti svariate Incarnation, ognuna con una propria storia e una propria personalità.
Unendo persone da terre lontane, Ajna imparerà molto su sé stessa, sul mondo che la circonda e, soprattutto, su come salvare quest’ultimo.

Vi ricordiamo che Indivisible è disponibile gratuitamente tramite il servizio Xbox Game Pass disponibile su Xbox One e PC con Windows 10.

Fonte: Gematsu

Seraphim Marotta

Classe ’95, videogiocatrice dal 1998. Da quando ha scoperto Shin Megami Tensei i RPG sono il suo pane (quasi) quotidiano insieme a The Binding of Isaac. Quando non gioca o non parla di videogiochi, scrive racconti o guarda quello che capita su Netflix mentre ricama.

Leave a Reply