PlayStation 5 – Mostrata una tech demo in Unreal Engine 5

Nello showcase del 13 Maggio Epic Games a presentato il nuovo Unreal Engine 5, mostrando una tech demo in tempo reale su PlayStation 5.

Per maggiori informazioni su PlayStation 5, vi rimandiamo alla lettura dei nostri articoli sul nuovo controller di casa Sony chiamato DualSense e sulle specifiche tecniche della console.

La Tech Demo

La demo mostrata durante l’evento era intitolata Lumen in the Land of Nanite. Grazie ad Epic Games abbiamo potuto farci un’idea sulle potenzialità di PlayStation 5.

il Lumen è un sistema di illuminazione completamente dinamica  che reagisce alla scena e ai cambiamenti di luce. I riflessi e le iterazioni luminose vengono rese in maniera dettaglia sia sulle superfici in ambienti enormi che su distanze che possono variare da qualche metro a svariati chilometri.

Il sistema Lumen riesce a sollevare la GPU di alcuni calcoli aumentando qualità e risoluzione grazie anche ai nuovi SSD. Niente Ray Tracing che però verrà comunque supportato dall’Unreal Engine 5 ma un nuovo sistema in grado di restituire un sistema di illuminazione eccellente.

Nanite è uno strumento che virtualizza la geometria, ossia genera automaticamente quanto più dettaglio geometrico visibile all’occhio umano e permette agli sviluppatori di importare direttamente in Unreal Engine asset di qualità cinematografica, composti da miliardi di poligoni.

Epic afferma che Nanite gestisce streaming e ridimensionamento dei dati in tempo reale senza perdita di qualità, e questo per gli sviluppatori si tradurrà in ambienti estremamente dettagliati creati con un processo molto meno dispendioso in termini di tempo e risorse.

Il CEO Tim Sweeney ha dichiarato di non solo offrire più funzionalità agli sviluppatori ma anche rendere molto più semplice e intuitivo il processo di sviluppo di un gioco. Sarà possibile far girare titoli sia su PC di fascia alta che su dispositivi mobile, grazie alla scalabilità dell’Unreal Engine 5.

La tech demo del nuovissimo motore grafico girava a 2560×1440 (1440p), mentre per quanto riguarda il framerate il tutto era stabile ai classici 30 fotogrammi al secondo. Gli sviluppatori hanno dovuto sacrificare qualcosa per quanto riguarda la grafica affinché potesse girare tutto fluidamente sulla console.

Una scelta prevedibile, dato che il 4K nativi richiedono una potenza di calcolo spropositata che solamente pochissimi hardware riescono a permettersi. Sarà possibile giocare a titoli 4K nativi con 60 frame al secondo, ma dovremmo aspettarci maggiormente titoli con risoluzione tra i 1440p e 1800p.

Tutto ciò serve ovviamente per poter risparmiare una gran quantità di lavoro e a risolvere i problemi di aliasing, molto comuni in macchine non proprio prestanti. Nonostante ciò la resa grafica è davvero meravigliosa e speriamo di poterla vedere al più presto sulla nuova console di casa Sony.

L’Unreal Engine 5 verrà reso disponibile solamente nel 2021 e verrà utilizzato non solo su PlayStation 5, ma anche su Xbox Series X, sulle console di attuale generazione, PC e dispositivi mobile. Inoltre Epic Games ha infine confermato che il motore grafico verrà implementato su Fortnite, in uscita sulle console next-gen.

Fonte: Gematsu

Avatar

Cresciuto a pane e nintendo per poi immergermi perdutamente in Halo e nella Xbox. Sono innamorato delle belle storie che ti emozionano e ti lasciano un qualcosa dentro il cuore.

Leave a Reply